Le interviste di Empoli-Fiorentina

Paulo Sousa: «Ora siamo concreti. Questo è un nuovo ciclo. Bernardeschi? Sapevo che sarebbe cresciuto»

di Ernesto Giusti - - Sport

Stampa Stampa
Paulo Sousa

Paulo Sousa

EMPOLI – Paulo Sousa entra in sala stampa con un mezzo sorriso: «Avete visto? Si diceva che la  Fiorentina mancasse di concretezza nella fase di creazione. Mi auguro che ora sia cominciato un ciclo nuovo, di buon augurio per le prossime partite. Dovremo giocare con Paok in Europa League eppoi a San Siro con l’Inter. Se riusciamo a mantenere l’intensità  dovremo poter procedere bene».

Gli viene chiesto delle doppiette di Ilicic e Bernardeschi. Risposta: «Mi aspetto sempre di più perché possono ancora crescere, soprattutto Federico. Già dallo scorso anno si vedeva che Bernardeschi poteva giocare a far gol con continuità». L’allenatore ammette poi che Bernardeschi ora gioca nel suo ruolo, quello di trequartista: dove recupera palloni e li scaraventa in porta grazie al tiro devastante. L’allenatore spiega: «Dopo l’Europeo l’ho chiamato e gli ho detto che credo molto in lui, devo aiutarlo a crescere, sia nell’interno che nell’esterno. E’ maturato tantissimo nel gioco, ci da tante soluzioni specialmente nell’ultimo terzo del campo».

Quanto a Ilicic, Sousa afferma:  «A Ilicic mancava solo il gol, è il giocatore che ci prova di più, spero sia un buon inizio anche per lui. Partita facile? Credo che dopo la prima rete abbiamo avuto subito due occasioni per chiudere la gara, nelle altre partite eravamo stati meno concreti. L’Empoli è una squadra che gioca bene, veniva da risultati importanti ed era motivato, questa partita la sentivano molto. Abbiamo mantenuto intensità e maturità».

Per Roberto Martusciello, allenatore dell’Empoli, questa sconfitta rappresenta una delusione forte: «Mi dispiace soprattutto per i tifosi dell’Empoli, che sentono sempre molto la partita con la Fiorentina. Però i 90 minuti sono passati. Ora dobbiamo rimboccarci le maniche e puntare a quella che è la nostra meta stagionale: ossia la salvezza. Sono certo che l’Empoli ha le carte in regola per centrare l’obiettivo, nonostante l’archiviazione di una giornata da dimenticare».

Tag:, ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.