Per un totale di 15 ore di musica dal vivo

Firenze: il 3 dicembre è «String City», staffetta di 40 concerti in 40 diversi luoghi della cultura. Gratis

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
La conferenza stampa di presentazione di String City

La conferenza stampa di presentazione di String City

FIRENZE – Il 3 dicembre in città ci sarà «String City», una «staffetta» di 40 concerti per strumenti a corde in 40 diversi luoghi della cultura, per un totale di 15 ore di musica suonata dal vivo. La rassegna, organizzata dal Comune di Firenze con numerose realtà musicali e culturali del capoluogo toscano (in particolare la Scuola di Musica di Fiesole con la partecipazione attiva del Conservatorio “Luigi Cherubini”, del Maggio Musicale Fiorentino e dell’Orchestra della Toscana), tocca numerosi spazi: il teatro Niccolini, l’ex carcere delle Murate, il museo Marino Marini, la Sala Bianca di Palazzo Pitti, dove alle 11 il primo violino del Maggio Musicale Fiorentino, Domenico Pierini, suonerà un prezioso Stradivari, il Vesuvio (1727), proveniente dal museo del violino di Cremona: il sindaco di questa città, Gianluca Galimberti, prenderà parte all’evento, insieme al sindaco di Firenze Dario Nardella (notoriamente buon violinista dilettante, e c’è da scommettere che non lascerà il suo strumento nell’astuccio).

Le esibizioni spazieranno tra i generi più disparati e si potrà assistervi gratis, ma per farlo sarà necessario prenotarsi sul sito  www.stringscity.it.

String city era stato annunciato per la prima volta mesi addietro, come iniziativa dell’Estate fiorentina: nella sua formulazione originale prevedeva 100 concerti in 100 spazi culturali della città nell’arco di 48 ore. Poi l’iniziativa era stata rinviata e riorganizzata in forma invernale ridotta.

Alla presentazione, oggi (21 novembre), hanno preso parte tra gli altri il sindaco Dario Nardella e il sovrintendente del Maggio Musicale, Francesco Bianchi.

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.