Giovedì 24 novembre alle 2

Firenze: al Museo dell’Opera del Duomo Luigi Attademo e Simone Gramaglia in concerto gratis

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
luigi-attademo-simone-gramaglia

Luigi Attademo e Simone Gramaglia

FIRENZE – Un duo insolito è il protagonista del concerto di Giovedì 24 Novembre alle 21 al Museo dell’Opera del Duomo di Firenze, secondo appuntamento della rassegna «Note al Museo» ideata e diretta da Francesco Ermini Polacci per l’Opera di Santa Maria del Fiore: a formarlo sono il chitarrista Luigi Attademo, interprete e studioso rinomato, e il violista Simone Gramaglia, componente del Quartetto di Cremona, artisti che si sono riuniti nel 2012 per valorizzare il repertorio destinato alle sonorità uniche e affascinanti di questa particolarissima formazione strumentale.

Un repertorio spesso ricco di tesori, come rivelerà il programma che si apre con un celeberrimo capolavoro di Schubert, la Sonata D 821 nota come «L’arpeggione», dal nome dello sperimentale strumento per il quale era stata scritta, che il costruttore Georg Stauffer aveva pensato come un incrocio fra uno strumento ad arco e la chitarra, quest’ultima particolarmente amata da Schubert. A completare la serata è un’antologia di pagine poco note di Niccolò Paganini (fra trascrizioni e originali), che da un lato rivelano una spiccata piacevolezza melodica di derivazione operistica pur in una dimensione da camera (una delle Sonate op. 26, la Sonata Concertata op. 61), dall’altro lo scintillante virtuosismo con cui il portentoso musicista, peraltro abilissimo anche alla chitarra, era solito stregare le platee (la Sonata per la grand viola).

Museo dell’Opera del Duomo di Firenze (Piazza Duomo, 9)

Giovedì 24 Novembre alle 21

Ingresso libero su invito da ritirare presso la portineria del Centro Arte e Cultura (piazza San Giovanni 7) a partire da giovedì 17

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.