Le stime di Confesercenti

Black Friday: grande successo di vendite per smartphone e tablet, vestiti e articoli per la casa

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

saldi_

ROMA – Preceduto da 100 milioni di e-mail, sms e messaggi promozionali, è sbarcato anche in Italia il Black friday, la giornata statunitense di sconti pre-natalizi. Per la prima volta anche da noi anche un negozio tradizionale su quattro ha partecipato a questa festa dello shopping con offerte speciali, secondo le stime di Confesercenti, sfidando la pioggia, lo sciopero dei mezzi pubblici e anche le leggi che, in molte regioni, vietano i saldi in questo periodo dell’anno.
L’obiettivo è strappare un po’ di clienti all’ecommerce, finora protagonista indiscusso del venerdì nero italiano.
Secondo i primi dati disponibili, nel primo pomeriggio, Amazon.it aveva già venduto così tanti aspirapolvere che, messe una sopra l’altra, avrebbero volte di tre volte l’altezza del Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo. Inoltre già alle 10.30 le copie di cd di Vasco Rossi in promozione comprate sarebbero bastate ad ascoltare musica per due mesi consecutivi. E alle 14 erano stati acquistati sulla piattaforma tanti film di Harry Potter da riempire tutte le sale cinematografiche italiane quattro volte.
In generale, prodotti tecnologici come smartphone e tablet, i vestiti e gli articoli per la casa sono stati gli articoli più gettonati in una corsa alle offerte speciali che ha coinvolto i generi più disparati dai giocattoli ai biglietti aerei, dai libri alla palestra, dagli spettacoli teatrali alle automobili. Il risultato, secondo gli exit poll condotti da Confesercenti sui negozianti che hanno aderito, è stato abbastanza positivo ed inaspettato anche nei piccoli esercizi, con un aumento dei clienti del 50% rispetto a un normale venerdì e un incremento delle vendite tra il 10 e il 25%.

Genova è la città dove le promozioni sembrano essere andate meglio, mentre a Roma si è rischiato il flop a causa della pioggia e del traffico impazzito per lo sciopero degli autobus. A Firenze molti turisti hanno approfittato delle super offerte e si sono concessi shopping in via dei Calzaiuoli. Le vetrine hanno esposto le cifre degli sconti a caratteri cubitali (dal 30 al 70 per cento). Visitatori raddoppiati rispetto a un venerdì tradizionale non solo in alcuni negozi del centro, ma anche al Barberino Designer Outlet. In Puglia, i commercianti hanno segnalato code e aumenti dei clienti fino al 10%, bene anche Calabria e Campania. C’è stata attenzione – ma non ressa – pure a Torino, Cagliari e L’Aquila, mentre il Friuli Venezia Giulia e il Molise hanno registrato una giornata piuttosto sottotono. A Bolzano dove il black friday è coinciso con l’avvio del mercatino di Natale, gli alberghi hanno fatto tutto esaurito.

L’auspicio è che il traino del Black Friday duri anche nei prossimi giorni: sono molti ad aver inaugurato una sorta di Black Weekend, con sconti fino a domenica sera, osserva il segretario generale di Confesercenti, Mauro Bussoni.
Così, mentre gli Stati Uniti si preparano a superare ogni record con oltre 2 miliardi di dollari di acquisti on line in un giorno, in aumento del 15,6% su base annua, da noi il venerdì nero è visto come  l’occasione per stimolare una domanda ancora debole.

Secondo gli ultimi dati Istat, le vendite al dettaglio sono diminuite dello 0,6% a settembre rispetto ad agosto, dell’1,4% rispetto al 2015 e anche il bilancio del terzo trimestre è negativo, con una contrazione dello 0,4%. Basterà il Natale a cambiare la situazione? Federconsumatori e Adusbef prevedono che i budget per i regali crescerà lievemente, dello 0,9%, fino a una spesa media a famiglia di poco meno di 125 euro.

Tag:, , , ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.