Venerdì 2 dicembre alle 21

Firenze: al Teatro delle Arti «I Giganti delle montagna» rivisto da Opera Nazionale Combattenti

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
i-giganti-della-montagna-atto-iii-phfrancescarandazzo4-ok

«I giganti della montagna atto III» (foto Francesca Randazzo)

FIRENZE – Venerdì 2 dicembre al Teatro delle Arti di Lastra a Signa l’Opera Nazionale Combattenti mette in scena «I giganti della montagna atto III», ispirato a quello che del suo ultimo dramma Luigi Pirandello non riuscì a scrivere, ma che raccontò al figlio nell’ultima notte d’agonia.

Presentato per la prima volta proprio a Firenze nel 1937, un anno dopo la morte del drammaturgo, scrittore e poeta, «I giganti della montagna» narra le vicende di una compagnia di attori e di strani personaggi che si ritrovano in una villa, La Scalogna, in un contesto sospeso tra fiaba e realtà. «I giganti della montagna atto III» ne diventa il naturale prolungamento, un gioco drammaturgico che da un lato rispetta fedelmente le ultime volontà di Pirandello, dall’altro permette di cogliere e rilanciare con grande libertà, suggestioni e domande necessarie allora come oggi.

«Siamo partiti dalle parole di Pirandello agonizzante mentre descrive a suo figlio la parte finale del dramma e a queste ci siamo attenuti in maniera fedele – spiega il regista Giuseppe Semeraro – per riscriverne la parte incompiuta. La nostra idea è lavorare intorno a questo finale e svilupparlo attraverso una compagnia di anziani o variamente disadattati, fuori dal tempo, fuori tempo, in qualche modo anacronistici, di un anacronismo che non è collocabile nel tempo cronologico ma che piuttosto rappresenta l’estraneità alla modernità, alla contemporaneità».

Venerdì 2 dicembre 2016, ore 21 – biglietti 15/13 euro
Teatro delle Arti – via G. Matteotti 5/8 – Lastra a Signa (Firenze)
Opera Nazionale Combattenti/Compagnia Principio Attivo presenta «I giganti della montagna atto III», da Luigi Pirandello, con: Leone Marco Bartolo, Dario Cadei, Carla Guido, Otto Marco Mercante, Cristina Mileti, Giuseppe Semeraro; drammaturgia: Valentina Diana; regia: Giuseppe Semeraro, bande sonore e musiche: Leone Marco Bartolo, produzione: Principio Attivo Teatro

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.