Riavviata la procedura

Giudici di pace: nuovo sciopero a dicembre 2016. L’accusa al ministro Orlando: «Non ci ha ascoltato»

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa
Si fermano i giudici di pace

Protestano i giudici di pace

ROMA –  L’Unione nazionale giudici di pace ha riavviato la procedura per la proclamazione di un nuovo sciopero entro dicembre. L’Unione, si legge in una nota, «manifesta la propria incredulità dinanzi al silenzio del ministro Orlando dopo che lo sciopero dell’intera magistratura onoraria ha sospeso la trattazione di mezzo milione di processi. La cosa più grave – dichiara la presidente dell’Unagipa Maria Flora Di Giovanni – è che il ministro Orlando sta per presentare un decreto legislativo che dovrà regolamentare il trattamento
economico e previdenziale dei giudici di pace e delle altre componenti della magistratura onoraria senza aver prima consultato le organizzazioni di categoria, come dal suo impegno assunto nell’ultimo incontro avuto al Dicastero».

«Il Comitato europeo dei diritti sociali – afferma il segretario Unagipa Alberto Rossi – ci ha dato pienamente ragione, riconoscendo l’equiparazione dei giudici di pace ai magistrati professionali e imponendo al Governo italiano di assumere provvedimenti che riconoscano ai giudici di pace equipollenti diritti previdenziali ed assistenziali. Abbiamo già messo in mora il Governo e, se entro 15 giorni non si atterrà alla decisione del Comitato europeo dei diritti sociali, avvieremo centinaia di azioni giudiziarie per il riconoscimento
dei nostri sacrosanti ed inviolabili diritti».

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.