Cosa fare di giorno e di sera

Week End 21-22 gennaio a Firenze e in Toscana: teatro, musica, eventi, mostre

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Spettacolo

Stampa Stampa

Il «Faust» di Gounod nella messinscena di McVicar (Opera di Firenze)

FIRENZE

Faust – All’Opera di Firenze domenica 22 gennaio alle 15.30 va finalmente davvero in scena il «Faust» di Charles Gounod (1859). L’Orchestra e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino sono diretti da Juraj Valčuha. Nel ruolo di Faust c’è il tenore Wookyung Kim; Marguerite è Carmela Remigio, mentre Paul Gay interpreta Méphistophélès. L’allestimento è quello, meritatamente famoso e fortunatissimo, di David McVicar, che porta l’azione dalla Germania del XVI secolo alla Parigi dell’epoca di Gounod. Una replica, sulla carta; in realtà la vera prima, perché la recita di venerdì è stata a scena ferma e senza costumi né luci.

The King’s Singers

Amici della Musica – Al Teatro della Pergola (via della Pergola, 18) sabato 21 gennaio alle 16, per la stagione degli Amici della Musica debutta Federico Colli, giovane pianista in irresistibile ascesa dopo il primo premio al Concorso Mozart di Salisburgo (2011) e la medaglia d’oro al prestigioso International Piano Competion di Leeds (2012). Programma tutt’altro che scontato: le «Variazioni su un tema dall’opera “I filosofi immaginari” di Paisiello KV 398» di Mozart, il Beethoven ironico della «Sonata op.54» e quello modernissimo della «Sonata op. 109», il Musorgskij dei celeberrimi, «Quadri di un’esposizione». Domenica 22 Gennaio alle 21 la grande pianista Angela Hewitt, che The Guardian ha definito «la principale pianista bachiana del nostro tempo», interpreta le sei «Suites Francesi BWV 812-817» di Johann Sebastian Bach. Infine, acclamati a livello internazionale per l’affascinante virtuosismo delle loro interpretazioni e l’humor tipicamente inglese che in esse riversano, lunedì 23 alle 21 tornano i mitici King’s Singers, gruppo di sei voci maschili che disegnano una galleria di vere e proprie cartoline musicali: «Postcards from around the world» è infatti il titolo della serata, con arrangiamenti di melodie e canti delle tradizioni inglese, gallese, irlandese, francese e americana, ma anche madrigali, polifonie e musica leggera, dove i nomi sono quelli di Isaac, Di Lasso, Modugno, in un dialogo continuo fra epoche, stili e luoghi geografici differenti che ha per filo conduttore il canto come veicolo senza confini dell’espressione umana. Un concerto che non mancherà ancora una volta di divertire (frequenti sono le gag, fra un brano e l’altro, davanti al pubblico). Biglietti da 5 a 25 euro acquistabili presso: Teatro della Pergola (via della Pergola 24),  Box Office (via delle Vecchie Carceri 1) e Circuito Regionale Box Office, Dischi Fenice (via Santa Reparata 8).

La bottega del caffè con Micol e Viviani – Ultimi due giorni al Teatro Niccolini (via Ricasoli, 3, Firenze) sabato 21 alle 19 e domenica 22 alle 16.45 per vedere «La bottega del caffè», una delle commedie più conosciute e giustamente fortunate di Carlo Goldoni, interpretata dagli strepitosi Pino Micol e Vittorio Viviani. La regia è firmata da Maurizio Scaparro; le musiche sono del premio Oscar Nicola Piovani. Scene e costumi sono di Lorenzo Cutùli, vincitore dell’International Opera Awards per la scenografia. Spettacolo gradevolissimo e raccomandabile, ben recitato da tutta la compagnia. Biglietti da 18 a 24 euro, acquistabili anche online, oltre che in tutti i punti Box Office. Biglietteria: Teatro della Pergola, via della Pergola 30, 055.0763333.

Pirandello con Sebastiano Lo Monaco – Al Teatro della Pergola la Compagnia Sicilia Teatro, in collaborazione con Fondazione Versiliana e Fondazione Teatro Luigi Pirandello – Valle dei Templi Agrigento, presenta «Il berretto a sonagli» di Luigi Pirandello. Nel ruolo del protagonista ci sarà Sebastiano Lo Monaco, che firma anche le scene e la regia. Una commedia nata, non scritta, la definiva Pirandello. Per Leonardo Sciascia era la più la più perfetta commedia del grande drammaturgo agrigentino. Biglietti da 13 a 34 euro.  Biglietteria: Teatro della Pergola, Via della Pergola 30, Firenze, 055.0763333 – biglietteria@teatrodellapergola.com Dal lunedì al sabato: 9.30 / 18.30. Circuito regionale BoxOffice, anche online

Zipoli a Careggi in musica – Domenica 15 Gennaio alle 10.30, nell’Aula Magna del Nuovo Ingresso di Careggi (Largo Brambilla 3 – ingresso libero) per la benemerita rassegna «Careggi in Musica» è in programma un concerto raccontato dal titolo «Domenico Zipoli, il gesuita dei due mondi». Raccontato perché l’esecuzione delle musiche del gesuita, musicista e missionario pratese Domenico Zipoli sarà arricchita dalla narrazione di aneddoti e vicende biografiche di un compositore che a tutt’oggi annovera migliaia di estimatori e che ha impresso una traccia profonda nella musica da tastiera tra Seicento e Settecento. Narratore d’eccezione è il critico e musicologo Gregorio Moppi. Al pianoforte ci sarà Giovanni Nesi.

Teatro-danza con Hillel Kogan – Al Teatro di Rifredi (Via Vittorio Emanuele II, 303, 055/422.03.61 –  www.toscanateatro.it) sabato 21 gennaio, la Compagnia israeliana di Hillel Kogan presenta «We love arabs», spettacolo di teatro danza che sta incantando da tre anni le platee internazionali. Coadiuvato dal danzatore arabo Adi Boutrous, Kogan mette in scena una performance dove la danza dialoga continuamente con frammenti di testo (in inglese con sopratitoli) che conducono lo spettatore, con grazia e umorismo, nel cuore della danza stessa. Biglietti 16 / 14 euro.

Milano – Trasmissione Che tempo che fa – Nella Foto: Serena Dandini

Dandini al Puccini – Al Teatro Puccini (Via delle Cascine) Serena Dandini va scena sabato 21 alle 21 con «Serendipity – Memorie di una donna difettosa». Un’opera teatrale, a cui si aggiungono le incursioni comiche e musicali a cura di Germana Pasquero e Dj Tatuato. Al centro dello spettacolo due temi di scottante attualità: la pensione e il destino del genere femminile in Italia. La protagonista decide di inoltrare la propria domanda di pensionamento, ma la Fornero in persona, interpretata da Germana Pasquero, le toglierà ogni speranza, come ha fatto con tanti italiani. A nulla varranno le rievocazioni di vicende, passioni e fallimenti della lunga carriera della giornalista.

Decameron proibito al Cestello – Al Teatro di Cestello (piazza di Cestello, 4) sabato 21 alle 20.45 e domenica 22 alle 16.45 va in scena «Decameron – Le novelle proibite», con Francesco Argirò, Romina Bonciani, Marisa Boschi, Chiara Ciofini, Anna Collazzo, Enrico Dabizzi, Dhemetra Di Bartolomeo, Fulvio Ferrati, Lidia Giordano, Irene Mariano, Renzo Marilli, Claudia Migliorini, Rafael Porras Montero, Rosetta Ranaudo, Fabio Rubino, Claudio Spaggiari, Cristina Valentini, Valeria Vitti. Regia Paolo Biribò | Marco Toloni. Assistente alla regia, Cristina Di Sciullo. Scene e Luci, Silvia Avigo | Costumi, Antonio Musa. Consigliato a un pubblico adulto.

La strage di Utoya – Al Teatro Cantiere Florida (via Pisana 111/r) lo spettacolo «Utoya», testo di Edoardo Erba, regia di Serena Sinigaglia, in scena al  Teatro Cantiere Florida, sabato 20 e domenica 21 gennaio ore 21, con Arianna Scommegna e Mattia Fabris, fa rivivere l’orrore del 22 luglio 2011, quando un criminale di estrema destra uccise a fucilate 69 ragazzi pacificamente radunati in un campeggio del partito socialista di quel giorno, con la chiara volontà di colpire il cuore del partito laburista. La regista porta in scena quel dramma che colpì una silente e tranquilla Norvegia, aiutandoci a riviverlo attraverso il punto di vista dei norvegesi stessi. Info e biglietteria da lunedì a venerdì dalle 10 alle 18 tel 0557135357/ 0557130644 prenotazioni@cantiereflorida.it Biglietti 15 / 12 / 9 euro.

Quartetto Delfico – Alla Chiesa della Misericordia (Piazza Duomo 20) sabato 21 alle 18.30 il Quartetto Delfico (Mauro Massa, Andrea Vassalle: violini, Gerardo Vitale: viola, Valeria Brunelli: violoncello) esegue i Quartetti di Gaetano Donizetti (1797-1848): Quartetto n.13 in La maggiore, Quartetto n.15 in Fa maggiore, Quartetto n.17 in Re maggiore. Ingresso 10 euro

Diaframma – All’Auditorium FLOG W Live (via M. Mercati 24b; apertura 21.30; ingresso 12 / 8 euro) sabato 21 gennaio si esibisce l’inossidabile Federico Fiumani coi suoi Diaframma, nati a a Firenze agli inizi degli anni ’80 in piena ondata Post Punk. Sotto la guida del compositore, chitarrista e poeta Federico Fiumani reclamano ed ottengono immediatamente un posto importante tra i principali esponenti della New Wave italiana. Nel 1984 la IRA pubblica il loro debutto su 33 giri «Siberia», disco di notevole spessore (inserito al 7º posto tra i 100 dischi più belli di tutti i tempi sulla rivista Rolling Stone), che li proietta ai vertici del circuito indipendente. Escono poi «Tre Volte Lacrime» (1986) e «Boxe» (1988), lavori che denotano il desiderio di staccarsi dal vecchio stile imboccando una via meno oscura e più eclettica. Dal 1989 Fiumani inizia a proporsi anche come vocalist ed i dischi successivi sono testimonianza della sua ispirazione, con un originale miscela fra Rock e Canzone d’Autore. A seguire Lucile dj. Ingresso 12 euro (in Prevendita Circuito BOX OFFICE rid.10€+dp).

Al COMBO SOCIAL CLUB (via Mannelli, 2 – Firenze; ore 22; info 340 5385830; ingresso 7 euro) sabato 21 alle 22 si ascoltano gli Statuto, una realtà unica nel panorama della musica italiana: stile mod, immediatezza e sfrontatezza nei testi impegnati, spesso ironici o sarcastici, aggressivi e umili, musica partita dallo ska e fusa con il soul e il powerpop, diventando totalmente originale e incatalogabile. Senza mai aver indossato i panni delle star né senza essersi mai allontanati idealmente da Piazza Statuto, luogo di partenza e di creazione culturale, ideologica e musicale del gruppo, sono arrivati su ogni tipo di palcoscenico, dal Teatro Ariston del Festival di Sanremo, al concerto per i licenziati della Lancia/Fiat di Chivasso, dal Festivalbar al Leonkavallo, dal Cantagiro al concerto in Plaza De La Revolución all’Habana de Cuba (invitati dalle autorità locali).

Fiori musicali per Clara Schumann – Un concerto in omaggio a una delle pianiste più importanti dell’epoca romantica, Clara Schumann, interpretato da quattro giovani e talentuosi musicisti. Sarà questo il quinto appuntamento con «Fiori Musicali», la rassegna di classica che porta nella Sala Concerto del Centro Studi Musica & Arte di Firenze (via Pietrapiana 32) i grandi nomi del panorama concertistico italiano e internazionale insieme a nuovi e promettenti artisti. Sabato 21 gennaio alle 20.00 il Quartetto DUCA, composto da Matteo Canalicchio al piano, Matilde Urbani al violino, Anna Avila alla viola e Duccio Dlpiaz al violoncello, si esibirà nelle Tre Romanze per pianoforte op.21 della compositrice tedesca e nel Quartetto per pianoforte n.3 in do minore op.60 scritto per lei da Johannes Brahms. Inizio concerto ore 20.00. L’ingresso non prevede un biglietto ma il pagamento di una quota associativa di 25 € (intero) o 15 € (ridotto under 26) valida per tutta la stagione.

Barbara Casini, Bodilsen e Rasmussen – A Il Trillo Jazz (Scuola di Musica Il Trillo, Piazza Salvemini 21, 055 2341049) domenica 22 alle 18 concerto gratuito con Jesper Bodilsen e Steen Rasmussen per la prima volta insieme a Barbara Casini.

International Skate Awards – Al Mandela Forum sabato 21 gennaio alle ore 21 e domenica 22 alle 16 «International Skate Awards», il grande show del pattinaggio artistico mondiale con tanti campioni provenienti da tutto il mondo. L’evento, giunto alla settima edizione, ha avuto un trend di crescita importante nel gradimento del pubblico: lo scorso anno furono oltre 12.000 gli spettatori complessivi nelle due giornate e dai primi dati sulle prevendite si ipotizza un’ulteriore crescita per l’edizione 2017. Gli spettacoli delle due giornate sono diversi: nella serata di sabato 21 gennaio “TOP CHAMPIONS SKATE AWARDS” i fuoriclasse del pattinaggio mondiale saranno impegnati in un Galà tradizionale con le performance tecniche di singolo e di coppia; domenica 22 gli stessi atleti rappresenteranno il musical “LATINOAMERICANA” che si ispira al diario che scrisse il giovane Ernesto Guevara quando era ancora studente universitario. Un viaggio in Sudamerica che è occasione per raccontare con il linguaggio universale della musica e del corpo in movimento storie avvincenti ed emozionanti.

Open Day alla Costolina – Domenica pomeriggio in piscina gratis. Il 22 gennaio alla Costolina (Viale Malta, 4, Tel. 0559061591) c’è l’Open Day. L’impianto gestito da Uisp Firenze sarà aperto dalle 16 alle 18 per consentire di provare le diverse attività sportive: dall’aquacircuit all’aqua bike, dall’aqua fit-boxe all’aqua gag. Le lezioni, aperte a uomini e donne e gratuite, saranno tenute da istruttori Uisp, pronti a fornire qualsiasi informazione e consiglio. Obbligatorio l’uso della cuffia. Sabato 21 gennaio, invece, viene presentato alla Costolina il waterbasket, la nuova disciplina sportiva che combina pallacanestro e nuoto. Una attività che potrà essere praticata tutti i sabato pomeriggio nell’impianto di viale Malta. Per informazioni: 055 9061591.

Caratteristi al cinemaSabato 21 gennaio, ore 20.30, al cinema La Compagnia (via Cavour 50/r, Firenze) si proietta «Ora non ricordo il nome», il docufilm di Michele Coppini sulla figura del Caratterista al cinema. Cosa sarebbero stati «I soliti ignoti» senza “Capannelle” o i film di Pieraccioni senza Sergio Forconi? Michele Coppini incontrerà il pubblico in sala prima della proiezione del film.

Vittime della stradaSabato 21 gennaio alle 17, presso la Libreria IBS Libraccio Bookstore ( via De’ Cerretani 16 r) presentazione del libro «Frammenti di vita. Storie di vittime della strada» (Hystorica Edizioni)  di Serena Dellamore. Sarà presente l’autrice con Bruno Casini. In collaborazione con I Libristi- Associazione Giornalisti Scrittori Toscani.

Birra da premio all’ObihallSabato 21 e domenica 22 all’Obihall (via Fabrizio De André) c’è il premio Birra dell’anno, organizzato da Fermento Birra. In gara 25 birrifici italiani. Degustazioni guidate, incontri, approfondimenti, street food di varie regioni d’Italia. Ingresso 10 euro, 5 per soci Slow Food. www.birraiodellanno.it

Mostre – Il Complesso di Santa Maria Novella è visitabile gratuitamente. Il percorso intero (Museo, Chiostro Grande e Dormitorio inferiore settentrionale) sarà percorribile fino al 15 gennaio 2017 dalle ore 11 alle ore 16.30 (ultimo ingresso ore 16.30). L’accesso è da Piazza Stazione numero 6. Inoltre anche la Cappella del Papa sarà fruibile nell’ambito delle visite guidate gratuite su prenotazione a cura dell’associazione MusE. Ultimi giorni a Palazzo Strozzi per la mostra dell’artista contemporaneo cinese Ai Weiwei, che tanto ha fatto discutere per i gommoni rossi attaccati sulla facciata rinascimentale. Fino al 22 gennaio. Al Museo dell’Opera del Duomo c’è «Donatello e Verrocchio. Capolavori riscoperti», con due sculture di terracotta della Collezione di Peter e Kathleen Silverman (un busto raffigurante San Lorenzo e un rilievo con la Decollazione di San Giovanni Battista). Si entra col biglietto del museo, 15 euro. È invece gratuita la mostra «Capolavori a Villa La Quiete, Botticelli e Ridolfo del Ghirlandaio in mostra» presso Villa La Quiete prorogata fino a gennaio (Via di Boldrone 2, Firenze), con opere provenienti per la maggior parte dal Convento di San Iacopo di Ripoli, complesso dell’ordine laico delle Montalve. Tra le opere esposte, L’Incoronazione della Vergine e santi di Sandro Botticelli e bottega, lo Sposalizio mistico di Santa Caterina di Ridolfo del Ghirlandaio e un crocifisso di Baccio da Montelupo. Aperto sabato e domenica dalle 10 alle 19. Per informazioni: 055/2756444. È in corso anche «Firenze 1966 – 2016. La bellezza salvata», curata da Cristina Acidini e Elena Capretti, nel Museo Mediceo di Palazzo Medici Riccardi. Aperta fino al 26 marzo 2017, l’esposizione fa il punto sull’immenso danno subito dall’Alluvione del 1966, sull’enorme lavoro svolto, sulle conoscenze e sulle competenze acquisite, su quanto resta da fare, con una sezione dedicata a quel che non si penserebbe vero: c’è ancora un patrimonio artistico e di beni da restaurare. Promossa da Regione Toscana, Firenze Città Metropolitana, Comune di Firenze e Comitato Firenze 2016, con i fondamentali contributi dell’Opificio delle Pietre Dure e dell’Università di Firenze, la mostra è prodotta e organizzata da MetaMorfosi con la collaborazione di Opera Laboratori Fiorentini – Civita. Un itinerario articolato fra alcuni dei luoghi più colpiti dall’alluvione del ’66 (musei, collezioni, biblioteche, archivi, luoghi di culto), che si snoda fra gli ambienti monumentali di Palazzo Medici Riccardi (dove aveva sede nel 1966 il Museo Mediceo, letteralmente annientato dall’acqua), proponendo circa 150 opere e manufatti, fra dipinti, sculture, libri, documenti, oggetti d’arte applicata, strumenti musicali e scientifici, accompagnati da fotografie storiche e alcuni video che documentano i danni e gli interventi di recupero. In occasione della mostra, la Città Metropolitana di Firenze ha adottato il Biglietto integrato per il percorso museale (comprensivo de ‘La Bellezza Salvata’) pari a € 10 per il biglietto intero, ed € 6 per il biglietto ridotto (anche per soci Conad). Dettagli online

Presso la Palazzina ex Fabbri nel Parco delle Cascine viene infatti riproposta la mostra fotografica sull’Alluvione del 1966 promossa dall’Associazione Firenze Promuove insieme ai consigli di Quartiere e curata dai giornalisti Franco Mariani e Mattia Lattanzi. La mostra potrà essere visitata il sabato (dalle 10 alle 12) e la domenica (dalle 15.30 alle 17). Visite fuori orario potranno essere richieste, compatibilmente con le esigenze di servizio, chiamando il 328/8785360.

Sette delle oltre 180 piante che costituiscono la collezione delle piante in cera del Museo Botanico sono state restaurate e si possono ammirare in una mostra presso l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze (via degli Alfani 78; ingresso 4 euro).

Nella Sala delle Carrozze, a Palazzo Medici-Riccardi, c’è la mostra «Ebrei in Toscana XX e XXI secolo», che racconta 100 anni di vita delle comunità ebraiche toscane e i loro intrecci con il resto della comunità ebraica italiana, i suoi collegamenti con quella europea, mediterranea e internazionale.

CAMPI BISENZIO (FI)

“Uno straordinario esempio di continuo ribaltamento fra essere e apparire, fra immaginario e realtà”. Con queste parole Jean-Paul Sartre descriveva «Le serve», il capolavoro teatrale del drammaturgo Jean Genet che andrà in scena sabato 21 gennaio ore 21 al Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio (piazza Dante n.23), nell’ambito della stagione di prosa. Lo spettacolo, con la regia di Giovanni Anfuso, vedrà sul palcoscenico una delle interpreti più autorevoli del teatro italiano contemporaneo: Anna Bonaiuto, affiancata da Manuela Mandracchia e Vanessa Gravina, volti noti di cinema e tv. Biglietti da 10.50 a 22.50 €. Per informazioni www.teatrodante.it 

ANTELLA (FI)

Il Teatro di Antella (Via Montisoni, 10, Antella, Bagno a Ripoli) sabato 21 gennaio alle 21 ospita l’incontro «Come nasce un campione?», per il ciclo «Sport a teatro»: l’esperienza sportiva fa da sfondo alle interviste che diventano veri e propri racconti di vita. Tiziana Alma Scalisi, giornalista sportiva intervista Aldo Vigiani, ex Direttore Tecnico della Nazionale Italiana di tiro a segno, Lorenzo Bacci, Campione Europeo nella carabina 10 metri Juniores e Roberto Di Donna, Campione olimpionico Atlanta 1996 nel tiro con la pistola (ore 21, ingresso libero). Domenica 22 gennaio alle 21 il programma radio “IGE” dalle frequenze di Novaradio Città Futura torna a teatro con “VM18”, la seconda parte del progetto “Il Curioso Caso del Garage Ermetico” con Irene Guerrini, Pietro Massai, Massimiliano Mastroeni. In consolle Leonardo Monfardini.

VICCHIO (FI)

Al Teatro Comunale Giotto di Vicchio (piazzetta dei Buoni, 1 – Vicchio, tel. 055 844460 www.teatrogiotto.it) sabato 21 Gennaio, ore 21.15 Luca Angeletti, Augusto Fornari, Laura Ruocco, Toni Fornari, Nicolas Vaporidis interpretano «Finché giudice non ci separi» di Augusto Fornari, Toni Fornari, Andrea Maia, Vincenzo Sinopoli; regia Augusto Fornari. La storia di quattro amici, tutti separati. Massimo è fresco di separazione e ha appena tentato il togliersi la vita. Il giudice gli ha levato tutto: la casa, la figlia e lo ha costretto a versare un cospicuo assegno mensile alla moglie. I tre amici gli stanno vicino per rincuorarlo e controllare che non riprovi a mettere in atto l’insensato gesto. Ognuno da consigli su come affrontare la separazione, questa nuova situazione e come ritornare a vivere una vita normale. Proprio quando i tre sembrano essere riusciti a riportare alla ragione il loro amico, un’avvenente vicina di casa suona alla porta… posto unico intero € 15 ridotto € 13.

CALENZANO (FI)

All’MDA (Via Vittorio Emanuele 41, CAlenzano) sabato 21 e domenica 22 c’è «Firenze Comics fiera internazionale cosplay fumetti & giochi»: saranno presenti personaggi e attori del settore, saranno organizzate serate danzanti a tema Comics & Game con Dj/cantanti/gruppi famosi. Inoltre presentazioni di nuove pubblicazioni, applicazioni, partecipare ai workshop per imparare a disegnare, guardare le proiezioni di film, cortometraggi e ascoltare dibattiti tutti inerenti al mondo del fumetto. Stand gastronomici. Ingresso euro 10, bambini 5, veri cosplayers gratis fino alle 20.

CASTELFIORENTINO

Al CineMario Monicelli presso il Ridotto del Teatro del Popolo (piazza Gramsci,77; 0571 633482/684594 o email info@teatrocastelfiorentino.it) sabato 21 gennaio alle 21,15 e domenica 22 gennaio alle 21,15 «Miss Peregrine» di Tim Burton; domenica 22 gennaio alle 17,30 «Captain Fantastic» di Matt Ross. Biglietto intero 7 euro, biglietto ridotto e soci coop 6 euro, martedì  3 euro. La programmazione è disponibile anche sul sito www.teatrocastelfiorentino.it.

PISTOIA

Si inaugura nel segno della musica barocca la 56° Stagione di Musica da Camera della Fondazione Promusica, promossa e sostenuta da Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia. Sabato 21 gennaio alle ore 18 al Saloncino della Musica del Palazzo De’ Rossi (via De’ Rossi 26, Pistoia), l’Ensemble Zefiro propone infatti un programma, con la caccia come filo conduttore, che spazia da Händel a Sammartini percorrendo tutto il Settecento musicale. L’esibizione si apre con le due Arie HWV 410 e 411 e con la Marcia HWV 346 per 2 oboi, 2 corni e basso continuo di G.F Händel, prosegue poi con la Sonata FWV N:g1 per 2 oboi, fagotto e basso continuo di J. F. Fasch e l’Ouverture La Chasse TWV 55:F9 per 2 oboi, 2 corni e basso continuo di G.P. Telemann. José Pla apre la seconda parte del concerto con la sua Sonata per 2 oboi e basso continuo mentre D. Scarlatti prosegue con le Sonate K 158 e K 159 La caccia per clavicembalo solo. Infine uno dei più grandi compositori per tastiera del Settecento, G.B. Sammartini, conclude la serata con il Concertino per 2 oboi, 2 corni e basso continuo.

A Palazzo De’ Rossi (via De’ Rossi 26) parte il ciclo di incontri “A TU PER TU con l’opera d’arte” – che quest’anno avrà il titolo “A tu per tu con l’arte contemporanea” e presenterà al pubblico la collezione novecentesca della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia. Sabato 21 gennaio alle 17.30 l’appuntamento inaugurale a cura di Lucia Mannini e con la partecipazione dell’attrice Gaia Nanni, «Arte e Poesia – Il Giocoliere di Marino Marini», un percorso di approfondimento sull’opera del grande artista pistoiese (1901-1980) accompagnato dalla lettura di poesie di autori del Novecento, tra cui quelle della sorella del pittore, Egle Marini. Ingresso libero.

PISA

Al Teatro Verdi (Via Palestro, 40) sabato 21 alle 21 e domenica 22 alle 17 Emilio Solfrizzi in «Il borghese gentiluomo» di Molière, regia Armando Pugliese, con (in o.a.) Viviana Altieri, Anita Bartolucci, Fabrizio Contri, Nico Di Crescenzo, Cristiano Dessì, Lisa Galantini, Lydia Giordano, Simone Luglio, Elisabetta Mandalari, Roberto Turchetta, scena Andrea Taddei, costumi Sandra Cardini, musiche Antonio Sinagra, luci Gaetano La Mela, produzione ErreTiTeatro30.

SIENA

Sabato 21 e domenica 22 seconda edizione di «Wine & Siena», che mira a calorizzare il territorio senese e le sue eccellenze enogastronimiche in percorsi che si snodano in diversi punti della città. Dettagli e prezzi su www.wineandsiena.it.

TERRANUOVA BRACCIOLINI (AR)

Una coppia di simpatici vecchietti racconta la propria quotidianità, fatta di semplicità e purezza dei sentimenti, per rivelare la meraviglia delle piccole cose ed esplodere in un vortice di brio e di vivacità, nella forza della creatività e nella follia dell’arte. Questo è Ode alla vita, lo spettacolo per ragazzi firmato dalla Compagnia Rodisio che andrà in scena domenica 22 gennaio alle 17 presso l’Auditorium Le Fornaci di Terranuova Bracciolini (via Vittorio Veneto 19, Arezzo). Una celebrazione della vita in piena regola dedicata a chi sa sognare e a chi vuole guardare il bello che ci circonda, inserita nell’ambito della rassegna teatrale Diffusioni Kids, a cura di KanterStrasse (ingresso 5€, www.lefornaci.org).

BIBBIENA (AR)

Domenica 22 gennaio alle 16.30 al Teatro Dovizi (Via Rosa Scoti Franceschi, 21 ) «Il barbiere di Siviglia», musica di Gioacchino Rossini, libretto di Cesare Sterbini, direttore Jacopo Rivani, regia Lorenzo Giossi, con Giacomo Contro, Sara Rocchi, Massimo Montanari, Giuseppe Zema, Li Shux, Giada Bastoni. Ensemble Tempo Primo, produzione La Corelli.

MASSA

Al Teatro Guglielmi (Piazza del Teatro, 1) domenica 22 alle 21«Il padre» di Florian Zeller, con Alessandro Haber, Lucrezia Lante della Rovere, David Sebasti, regia Piero Maccarinelli, scene Gianluca Amodio, costumi Alessandro Lai, disegno luci Umile Vainieri, produzione Goldenart.

PITIGLIANO (GR)

Al Teatro Salvini (Piazza Giuseppe Garibaldi) domenica 22 alle 17.30 Daniela Morozzi e Monica Bauco on «Trincea di signore» di Silvia Calamai, regia originale Barbara Nativi, ripresa da Dimitri Milopulos con l’aiuto di Gherardo Vitali Rosati, musiche originali composte ed eseguite da Marco Baraldi, voce Giada Secchi, luci Andrea Narese, produzione Il teatro delle donne, in collaborazione con Teatro della Limonaia.

Tag:, , , , , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.