Iniziative eclatanti se non verrà ritirata la misura

Torino, abbonamenti alta Velocità: i pendolari minacciano di bloccare i treni

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa
Un treno Frecciarossa

Un treno Frecciarossa

TORINO – Iniziativa dei pendolari piemontesi dopo l’aumento degli abbonamenti dei treni Alta velocità che li penalizzano gravemente, con un surplus, per abbonamenti sette giorni su sette del 35%. «Chiediamo lo stop agli aumenti degli abbonamenti, che sono spropositati, come precondizione per sederci a un tavolo con l’azienda e ragionare. Ma se non saremo ascoltati siamo pronti a iniziative che possano darci maggiore visibilità, come bloccare i treni». In estrema sintesi, è la linea del Comitato nazionale pendolari dell’Alta velocità, emersa in una riunione tenuta a Torino, alla presenza fra gli altri del parlamentare Pd Stefano Esposito.

Dopo una mattinata fitta di interventi molto arrabbiati, il centinaio di persone presenti applaude l’intervento con cui Esposito tira le fila e chiede ai pendolari di restare fermi sulla richiesta di stop agli aumenti, in attesa dell’audizione dell’ad di Fs Renato Mazzoncini, in programma martedì in Senato, e in vista di una iniziativa nazionale prevista per il 31 gennaio.

Nel frattempo i pendolari concordano di tenersi pronti a manifestare, e di non pagare le multe se pizzicati senza prenotazione, mentre le associazioni dei consumatori studieranno la possibilità di un’iniziativa legale contro Trenitalia per abuso di posizione dominante sul mercato.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.