Ha affermato la disponibilità a trovare soluzioni

Ferrovie, Alta velocità: l’AD Mazzoncini, prima o poi saranno soppresse le corse sature di abbonati

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

ROMA – Su alcune linee ad Alta velocità come la Torino-Milano e la Napoli-Roma gli abbonamenti dei pendolari saturano interamente la capacità del treno e su un treno pieno per il 92% da abbonamenti scontati (del 76% sulla Torino-Milano e dell’82% sulla Roma-Napoli, considerati gli ultimi aumenti), significa che quel singolo treno è in perdita enorme.

Lo ha detto l’a.d. di Fs Renato Mazzoncini, in audizione alla commissione lavori pubblici del Senato, sottolineando che «se andiamo avanti su questa strada, a prescindere dagli aumenti, stiamo semplicemente portando acqua in salita:nel momento in cui 20 treni sono totalmente occupati dagli abbonati e in perdita, non li cancellerà Mazzoncini o la Morgante, ma qualcuno che arriva e li cancella ci sarà di sicuro». Mazzoncini ha spiegato che questo servizio, che oggi è a mercato, non ha certezza e «l’unica cosa che dà certezza al servizio è che sia inserito nel contratto di servizio».

ABBONAMENTI . Mazzoncini ha anche escluso un congelamento dei prezzi. Ma ha aggiunto che la risposta sugli abbonamenti dell’Alta velocità verrà data definitivamente da Trenitalia, ma qualora ci sia la disponibilità ad aprire un tavolo sul tema proposto oggi, credo si possa individuare anche da subito qualche misura differente per gestire il transitorio in maniera  serena.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.