Dopo la comparsa di adesivi fuori dallo stadio

Fiorentina-Juventus: associazione vittime Heysel scrive a Della Valle e al sindaco Nardella

di Redazione - - Cronaca, Sport

Stampa Stampa

Un momento di Fiorentina-Juventus del 15 gennaio scorso

AREZZO – Hanno scritto ad Andrea Della Valle e, per conoscenza, al sindaco di Firenze, Dario Nardella, e ai vertici federali del calcio, affinchè prenda pubblicamente le distanze da «quei personaggi che con i loro atteggiamenti
infangano la memoria delle vittime dell’Heysel».

Lo ha scritto l’Associazione fra i Familiari delle Vittime dell’Heysel, presieduta dall’aretino Andrea Lorentini, dopo la diffusione prima della partita tra Fiorentina e Juventus dello scorso 15 gennaio, di adesivi con la scritta «meno 39,
nessun rispetto», riferibili alle vittime dello stadio Heysel del 29 maggio 1985. «Attraverso l’avvocato dell’Associazione abbiamo scritto ad Andrea Della Valle – ha detto Andrea Lorentini – perchè prenda le distanze da questi personaggi che offendono le vittime dell’Heysel e macchiano l’immagine di una città, Firenze, e di un popolo, i fiorentini, che non meritano di essere associati a questo tipo di becere manifestazioni. Una presa di distanza che non sia solo pubblica, ma che si espliciti in gesti e atti concreti».

La lettera è stata inviata per conoscenza anche al sindaco di Firenze Nardella, al presidente federale Tavecchio, al procuratore federale, al presidente della Lega Beretta, e al Centro di coordinamento dei viola club.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.