Giovedì 26 e venerdì 27 gennaio

Firenze: l’Università celebra i 300 anni di Winckelmann, studioso degli etruschi, padre dell’archeologia toscana

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Eventi

Stampa Stampa

FIRENZE – Giovedì 26 gennaio a Palazzo Vecchio, nel Salone dei Cinquecento, si inaugura il convegno internazionale «Winckelmann, Firenze e gli Etruschi», in programma giovedì 26 e venerdì 27 gennaio, organizzato dall’Università di Firenze, dal Museo Archeologico Nazionale di Firenze e dalla Winckelmann-Gesellschaft di Stendal. All’evento ha contribuito il Dipartimento di Lingue, Letterature e Studi Interculturali dell’Ateneo.

Al centro del convegno sarà il contributo che il grande archeologo tedesco Johann Joachim Winckelmann ha dato alla conoscenza dell’arte etrusca, grazie anche al rapporto con l’ambiente degli eruditi e degli antiquari fiorentini, nel più ampio contesto del neoclassicismo italiano ed europeo settecentesco.

Il convegno conclude la mostra «Winckelmann, Firenze e gli Etruschi. Il padre dell’archeologia in Toscana», aperta dal maggio scorso al Museo Archeologico, e avvia in Italia le celebrazioni dei 300 anni della nascita e dei 250 della morte dello storico dell’arte e archeologo (1717-1768), che fu a Firenze dal settembre 1758 all’aprile 1759 dove si dedicò alla redazione del catalogo delle gemme della Collezione von Stosch.

Su Winckelmann – che nella «Storia dell’arte dell’antichità» (1764) dedicò un intero capitolo all’arte etrusca – si confronteranno  archeologi, storici dell’arte, germanisti e linguisti. I lavori, dopo la sessione inaugurale in Palazzo Vecchio, proseguiranno nell’Auditorium del Consiglio Regionale della Toscana (via Cavour, 4) e al Museo Archeologico Nazionale di Firenze (Piazza Santissima Annunziata, 9b).

Il programma:

Giovedì  26 Gennaio 2017 / Palazzo  Vecchio, Salone  dei  Cinquecento

I.  Seduta  inaugurale

9.30 – Saluti delle Autorità
Nicoletta Mantovani, Comune di Firenze Assessore alla Cooperazione e Relazioni Internazionali
Max Kunze, Presidente della Winckelmann-Gesellschaft Luigi Dei, Rettore dell’Università di Firenze
Nicholas Brownlees, Direttore Dipartimento LILSI
Luigi Rossi Ferrini, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze
10.15 –  Maria Fancelli, Introduzione  al Convegno: Winckelmann e  Firenze
10.45 – Giovannangelo Camporeale: L’informazione sugli Etruschi dal tardo Medioevo al secolo dei Lumi: tra fonti scritte e viaggio antiquario
11.15 – Intermezzo musicale
11.30 – Adolf H. Borbein: Ort und Funktion der Etrusker im System der Kunstgeschichte Winckelmanns
12.00 – Elisabeth Décultot: Zwischen antiquarischer Wissenschaft und Kunstgeschichte? Winckelmanns “Description des pierres gravées du feu Baron de Stosch”

II.  Winckelmann, Stosch e l’ambiente culturale fiorentino

Presiede:  Fabrizio Cambi

15.00 – Max Kunze: Winckelmanns Etruskerkunst in Deutschland – ein Rückblick
15.30 – Maria Elisa Micheli: Le gemme Stosch
16.00 – Andrea Muzzi: Winckelmann, Manni e la sfragistica
16.30 – Pausa caffè
17.00 – Fabrizio Paolucci: Winckelmann in  Galleria
17.30 – Gianfranco Adornato: Winckelmann e  l’Arringatore
18.00 – Stefano Bruni: Dopo Gori
18.30-19 – Discussione

Venerdì 27 Gennaio 2017 / Consiglio Regionale della Toscana, Auditorium

I.       Winckelmann tra Roma e Firenze

Presiede: Rita Svandrlik
Saluti di Eugenio Giani, Presidente del Consiglio Regionale della  Toscana

9.30 – Massimo Fanfani: Winckelmann studioso dell’italiano
10.00 – Christiane Vorster: Wertsteigerung durch Stilkritik. Winckelmann, Casanova und der “ hetrurische Originalstil”
10.30 – Steffi Roettgen: Casanova, Mengs e Cavaceppi: novità sul falso “Giove bacia Ganimede”
11.00 – Stephanie-Gerrit Bruer: Winckelmann und die Interpretation der Darstellungen auf Chiusiner Urnen
11.30 – Albert Boesten-Stengel: Winckelmanns Primato del Disegno. Zeichnen als Modell der Stilentwicklung
12.00 – Discussione
12.30 – Rinfresco

II.    Neoclassicismo italiano ed europeo

Presiede:  Massimo Fanfani

14.30 – Carlo Sisi: Firenze e la ‘grazia’
15.00 – Rita Balleri: Modelli antichi nella manifattura di Doccia
15.30 – Arnaldo Bruni: Per la fortuna italiana di Winckelmann
16.00 – Giovanni Cipriani: Cultura classica nella Firenze della Restaurazione
16.30 – Patrizio Collini: Winckelmann nella letteratura romantica
17.00 – Conclusioni

Museo Archeologico Nazionale di Firenze

17.30 – Saluto di Stefano Casciu, Direttore del Polo Museale della   Toscana
Visita alla mostra ”Winckelmann, Firenze e gli Etruschi”
18.30 – Buffet

Per tutta la durata del Convegno è prevista la traduzione simultanea degli  interventi

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.