L'intervento dei carabinieri

Firenze: minaccia di morte moglie e figlio con un’accetta. Arrestato a Montespertoli

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

Carabinieri Gazzella 112FIRENZE – Ha minacciato di morte la moglie ed il  figlio, arrestato dai carabinieri a Montespertoli (Firenze). Ieri
sera, poco dopo le ore 23, una pattuglia dei militari della compagnia di Scandicci è intervenuti in via Vito Schifani poichè era stata segnalata una lite accesa in famiglia. I carabinieri hanno trovato nel piazzale antistante l’abitazione  un’auto dalla quale usciva una persona che ha attirato la loro attenzione perchè nota per precedenti liti in famiglia. Subito dopo è  arrivato il figlio il quale ha raccontato ai militari che il padre nascondeva un’accetta, utilizzata poco prima per minacciare la madre.

I militari dell’Arma, dopo aver preso l’ascia in consegna, si sono recati all’interno dell’abitazione della vittima. Dalla ricostruzione dei fatti è emerso che la moglie rientrando in casa aveva visto figlio uscire da bagno, dove si era rinchiuso poco prima perchè il padre lo aveva minacciato con due coltelli. Sembra che la discussione tra il padre e il figlio fosse degenerata a causa dell’assenza della donna dalla casa. Il giovane si è poi difeso spintonando il padre, che poi è stato cacciato dalla  moglie. L’uomo ha continuato a minacciare di morte la moglie e il figlio con un’accetta che aveva in auto. L’uomo, un 67enne, di origini campane, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e messo a disposizione  della magistratura fiorentina.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.