Il risanamento dell'area

Firenze: nuovo centro commerciale in via Erbosa, via libera della Giunta

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

FIRENZE – Una nuova struttura commerciale al posto di vecchi magazzini abbandonati e 416mila euro di compensazione per rifare il look all’area di via Erbosa con telecamere di sorveglianza, pista ciclabile e rifacimento dei giardini di via Gran Bretagna e piazza Francia. È quanto prevede la convenzione per la compensazione del carico urbanistico che ha avuto oggi il via libera della giunta comunale di Palazzo Vecchio.

«Andiamo avanti con gli interventi per recuperare e valorizzare aree abbandonate della città anche attraverso gli extra oneri legati alle convenzioni urbanistiche -ha detto l’assessore all’Urbanistica Lorenzo Perra-. Con questo progetto finanziamo l’installazione di nuove telecamere nel tratto viale Europa-viale Giannotti, proseguendo in un piano complessivo per tutta la città, realizziamo una nuova pista ciclabile e riqualifichiamo i giardini della zona».

L’intervento previsto dalla convenzione riguarda la realizzazione di una media struttura di vendita con superficie massima 1500 metri quadrati. A titolo di compensazione sono previsti interventi per un valore complessivo di 416mila euro. In particolare, 60mila euro saranno destinati alla realizzazione di un nuovo tratto di pista ciclabile tra viale Europa e via Datini, 17mila alla realizzazione delle opere necessarie all’installazione di telecamere di videosorveglianza per monitorare il tratto di viale Europa-viale Giannotti, mentre il restante importo sarà destinato alla riqualificazione dei giardini di via Gran Bretagna e piazza Francia e dell’area esterna all’asilo Staccia Buratta di via Fez.

Il complesso immobiliare ex produttivo, con accesso principale da via Erbosa, è composto da quattro capannoni affiancati con annesso un piccolo edificio di due piani adibito a ufficio, una porzione a rimessa, un’area libera fiancheggiata da una serie di box auto. I capannoni risalgono al 1954 e sono stati successivamente ampliati. L’intero complesso edilizio è stato locato fino al 2010 all’Amministrazione comunale per deposito materiali dell’economato e in parte come sede degli uffici Sas.

 

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.