La decisione del gip

Fisco: frode da 95 milioni (inchiesta «riso amaro») archiviazione per commercialista di Firenze

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

FIRENZE – E’ stata archiviata dal gip la posizione del commercialista di Pontassieve, Giacomo Vivoli, che lo scorso anno fu arrestato, e poi rimesso in libertà, nell’ambito dell’inchiesta «riso amaro» della procura di Firenze in cui indagini della guardia di finanza rilevarono una frode al fisco da 95 milioni scaturita da evasione in attività di facchinaggio, gestione merci e servizi alberghieri.

A renderlo noto sono stati i legali del professionista, avvocati Duccio Baglini e Filippo Cei, i quali in una nota spiegano che l’archiviazione è stata disposta dal gip poiché dalle indagini svolte non sono emersi elementi di colpevolezza a carico del loro assistito. L’archiviazione del procedimento – aggiungono – segue di alcuni mesi l”ordinanza del Tribunale del Riesame di Firenze, che aveva annullato sia il provvedimento di applicazione della misura degli arresti domiciliari sia il
decreto di sequestro dei beni, emessi dal giudice per le indagini preliminari e poi impugnati dai difensori, disponendo
l”immediata liberazione del suddetto professionista nonché la restituzione di quanto sequestrato. Pertanto è stata
definitivamente accertata «l’estraneità del dottor Vivoli ai fatti di reato oggetto dell”indagine, nonché la correttezza del
suo operato professionale, così come sempre sostenuto dal professionista».

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.