Partecipata manifestazione di protesta

Piombino Aferpi: sciopero e manifestazione degli operai ex Lucchini (foto). Chiedono l’intervento del governo

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

PIOMBINO – Vertenza Aferpi, oggi a Piombino sciopero (indetto da Fim, Fiom, Uilm e Ugl) e partecipata manifestazione dei lavoratori per le vie della città, per denunciare la mancata realizzazione del piano Cevital.

CGIL TOSCANA – La nota del segretario Fiom Cgil Toscana Massimo Braccini: «Oggi a Piombino c’erano tantissimi lavoratori, anche Rsu di altre fabbriche toscane in segno di solidarietà, per ribadire che non si possono perdere importanti pezzi d’industria. A Piombino bisogna tornare a produrre acciaio: il messaggio che parte dalla manifestazione di oggi è che il Governo debba verificare se Issad Rebrab ha intenzione di portare a compimento il progetto. Se questo imprenditore continua a non rispettare i tempi degli accordi, bisogna che il Governo pensi anche ad una strategia alternativa, perché siderurgia e occupazione vanno rilanciate. In Toscana – continua Braccini, in generale il quadro industriale resta difficile, la crisi continua a mordere in tanti territori, quindi si può pensare anche a iniziative di mobilitazione allargate, perché è chiaro che sulle politiche industriali va cambiata rotta».

CGIL NAZIONALE – Mauro Faticanti, Responsabile Nazionale della Siderurgia Fiom, ha rincarato la dose: «Vista la oramai evidente incapacità di Cevital di mantenere gli impegni è necessaria una azione straordinaria da parte dei soggetti, a partire dal governo, che hanno firmato l’accordo consegnando la Lucchini alla società algerina. Il governo si è impegnato a convocare Rebrab in via ultimativa , aspettiamo di essere convocati ma non accetteremo più di non essere ascoltati come è successo di fronte ai nostri allarmi negli ultimi mesi. Ora servono fatti non parole e questi li deve compiere chi ha la responsabilità di governo. In caso contrario siamo pronto e determinati ad alzare il livello delle mobilitazioni». Chiaro il senso delle parole, dal governo Renzi finora abbiamo avuto solo parole e promesse (come d’abitudine), adesso da Gentiloni aspettiamo i fatti.

Tag:, , , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.