Sabato 4 alle 16 e domenica 5 alle 21

Firenze: Jan Lisiecki e il Quartetto Kelemen in concerto per gli Amici della Musica

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa

FIRENZE – Nel fine settimana degli Amici della Musica imperversano i grandi classici: il pianista Jan Lisiecki, sabato 4 febbraio alle 16 al Teatro della Pergola, esegue pagine celeberrime di Chopin, Schumann e Schubert, mentre domenica 5 alle 21, al Saloncino,  il Quartetto Kelemen interpreta «La morte e la fanciulla» di Schubert e il terzo dei quartetti «Rasumowsky» di Beethoven.

Jan Lisiecki, appena ventunenne, canadese di famiglia polacca, è già stato acclamato alla Carnegie Hall di New York e nelle maggiori sale concertistiche del mondo. Alla Pergola è già stato nel 2013. Propone un programma incentrato sul romanticismo di Chopin (il fremente Scherzo n.1 op.20, i sognanti Notturni op.48) e di Schumann (i quattro visionari Klavierstücke op.32), ma aperto dalla rigorosa Partita n.3 BWV 827 di Bach e concluso da quel capolavoro di perfette forme in sé compiute che sono i quattro Improvvisi op.142 di Schubert.

Elogiato da riviste di prestigio come Diapason (“un virtuoso dotato di un talento straordinario e irresistibilmente naturale”) e il BBC Music Magazine, ha debuttato con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma diretta da Pappano, con la Philadelphia Orchestra e Nézet-Séguin, con la New York diretta da Harding. Specialista anche di musica da camera, ha collaborato con il New Zealand String Quartet e il Quartetto Ebène, ed è stato nominato Ambasciatore Nazionale dei Giovani da UNICEF Canada.

Il Quartetto Kelemen si è imposto all’attenzione con la vittoria al prestigioso Premio Paolo Borciani (2014). Programma all’insegna dei classici, con il Quartetto n.3 di Bartók, il Quartetto op.59 n.3 di Beethoven, l’ultimo a lui commissionato dal mecenate conte russo Andreas Rasumowsky, e il Quartetto D 810 di Schubert, affresco tragico che sinistramente cita nel movimento centrale il Lied «La Morte e la Fanciulla», titolo che ha dato la notorietà a quest’immenso capolavoro della letteratura per quartetto d’archi.

I quattro del Kelemen, tutti provenienti da Budapest dove si sono riuniti nel 2009, tornano per far ammirare la freschezza e l’entusiasmo delle loro interpretazioni. Sono cresciuti alla scuola di illustri musicisti come András Schiff, Zoltán Kocsis e Miklós Perényi, hanno già suonato con successo alla Philharmonie di Berlino, all’Auditorium du Louvre di Parigi, alla Wigmore Hall di Londra, e compiuto una tournée in Australia accolta da un pieno successo. In occasione del primo tour americano, il Dallas News ha definito il Quartetto Kelemen come “il più elettrizzante quartetto d’archi degli ultimi anni”.

Teatro della Pergola (via della Pergola 18, Firenze)

Biglietti: 25-14 (interi), 21-12 (ridotti), 5 (Conservatori e Scuole di Musica). Acquistabili presso: Teatro della Pergola (via della Pergola 24),  Box Office (via delle Vecchie Carceri 1) e Circuito Regionale Box Office, Dischi Fenice (via Santa Reparata 8).

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.