L'anticipazione dei risultati

Inflazione in lieve crescita a Firenze a gennaio 2017: più 0,1%. Aumentano alimentari e carburanti

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

Inflazione ai minimi da 4 anniFIRENZE – E’ risultata in lieve crescita l’inflazione a Firenze,  nel primo mese dell’anno. La variazione mensile è +0,1% invariata rispetto a dicembre 2016. La variazione annuale è +1,1% mentre a  dicembre era +0,5 per cento. A contribuire a questo dato sono state,  rispetto al mese precedente, principalmente le variazioni registrate per servizi ricettivi e di ristorazione (-0,5%), prodotti alimentari e bevande analcoliche (+1,3%), trasporti (+0,1%) e abitazione, acqua,
elettricità e combustibili (+0,2%).

È quanto emerge dall’anticipazione dei risultati del calcolo a Firenze per il mese di gennaio 2017 presentati
dall’ufficio comunale di Statistica (che dovranno essere poi confermati dall’Istat) secondo gli indici per l’intera collettività  nazionale. Nel settore ricettivo e ristorazione sono in diminuzione i servizi di alloggio (-2,2% rispetto al mese precedente e +2,6% rispetto allo  stesso mese dell’anno precedente), mentre nei prodotti alimentari e
bevande analcoliche l’aumento su base mensile è causato dalle variazioni dei prezzi di pane e cereali (+0,4% rispetto al mese precedente, +0,7% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente), delle carni (+0,3% rispetto al mese precedente), dei pesci e prodotti  ittici (+2,2% su base mensile, +4,2% su base annuale) e dei vegetali
(+5,9% rispetto al mese precedente, +11,4% su base annuale).

Nella divisione trasporti sono in diminuzione il trasporto aereo passeggeri (-20,7% rispetto al mese precedente, -3,5%
rispetto allo stesso mese dell’anno precedente), mentre sono in aumento i carburanti e lubrificanti per mezzi di trasporto privati  (+3,1% su base mensile, +11,9% su base annuale), le automobili (+0,1% rispetto al mese precedente), gli altri servizi relativi ai mezzi di  trasporto privati (+0,9% rispetto a dicembre 2016) e la manutenzione e
riparazione mezzi di trasporto privati (+0,1% rispetto al mese  precedente).

Nella divisione abitazione, acqua, elettricità e combustibili sono in aumento i prezzi degli affitti reali per l’abitazione principale (+0,2% su base mensile), l’energia elettrica (+0,5% rispetto al mese precedente, 1,1% su base annuale) e il gasolio per riscaldamento (+3,6% su base mensile. I prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai
consumatori sono aumentati dello 0,9% rispetto al mese precedente e  del 2,7% rispetto a un anno fa.

I prodotti a media frequenza di acquisto registrano una variazione di -0,4% rispetto a dicembre 2016 e di + 0,3% rispetto a gennaio 2016. I prezzi di quelli a bassa frequenza in diminuzione di -0,4% rispetto all’anno scorso e invariati rispetto al mese precedente. I beni, che pesano nel paniere per circa il 52%, hanno fatto registrare una variazione di +1,5% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. I servizi, che pesano per il restante 48%, hanno fatto
registrare una variazione annuale di +0,8%. Scomponendo la macrocategoria dei beni, si trova che i beni alimentari
registrano una variazione annuale pari a +3,0%. I beni energetici sono in diminuzione di -2,9% rispetto a gennaio 2016. I tabacchi fanno registrare una variazione +2,9% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. La componente di fondo (core inflation) che misura l’aumento medio senza tener conto di alimentari freschi e beni energetici fa registrare una variazione annuale pari a +0,6%.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.