Al Teatro Rifredi

Firenze: la Curia invita genitori e scuole a non assistere allo spettacolo «Fa’ afaline»

di Redazione - - Cronaca, Cultura, Top News

Stampa Stampa

FIRENZE – Una lettera per invitare tutti a vigilare contro i rischi che correrebbero i loro alunni e figli se assistessero a «Fa’ afaline. Mi chiamo Alex e sono un dinosauro», lo spettacolo di Giulio Scarpinato, tratto da «Il mio bellissimo arcobaleno» di Lori Douron, storia di un bambino gender fluid che un giorno si sente maschio e uno femmina. Lo scrive Repubblica. La missiva (inviata a tutte le associazioni che riuniscono sia le scuole di ogni ordine e grado sia le famiglie cattoliche), secondo il quotidiano sarebbe partita dalla curia di Firenze, firmata dal responsabile dell’ufficio scuola della diocesi, don Massimo Marretti.

La lettera è datata 31 gennaio ed è stata spedita per invitare le scuole cattoliche, alcune avevano prenotato, a non presenziare allo spettacolo Ain programma al Teatro Rifredi di Firenze il 18 e 19 febbraio, destinato ai ragazzi di scuola primaria e secondaria di secondo grado, perché «propaganda l’ideologia gender». Per questo «siamo tutti pregati di vigilare e informare i genitori per operare tutti quanti nelle sedi istituzionali scolastiche». Fa’ afaline è andato in scena in tutta Italia, anche se è sempre stato accompagnato da polemiche e proteste di Lega Nord e Forza Nuova.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.