Disposta l'autopsia

Arezzo: morta a 47 anni per sospetta malasanità. Inchiesta del pm. Interrogazione di Mugnai

di Redazione - - Cronaca, Politica, Top News

Stampa Stampa
L'ospedale San Donato di Arezzo ha ricevuto 3 bollini rosa

L’ospedale San Donato di Arezzo

AREZZO  – La morte, nell’ospedale San Donato di Arezzo, di una donna di 47 anni, Cinzia Patricolo, è diventata un caso anche in Consiglio regionale, attraverso l’interrogazione di Stefano Mugnai, vicepresidente della commissione sanità, e capogruppo di Forza Italia.  Mugnai chiede al presidente della giunta, Enrico Rossi, e all’assessore alla sanità, Stefania Saccardi,  di rispondere in forma scritta su quello che definisce «un episodio di malasanità che è costato la vita ad una giovane donna».

Stefano Mugnai, coordinatore di Forza Italia in Toscana e vicepresidente della commissione regionale per la sanità

Mugnai afferma: «Si apprende della scomparsa prematura di Cinzia Patricolo di 47 anni, al San Donato di Arezzo,  dopo essere stata portata al Pronto Soccorso giovedì 2 febbraio verso le 8,30 per forti coliche intestinali. In base a quanto si riesce a ricostruire dalla stampa e tramite i social network dei famigliari – si legge nell’interrogazione – verso le 11 sono iniziati i primi accertamenti tra cui anche una tac, con la quale le sarebbe stata diagnosticata una pancreatite. Solo verso le ore 20 subentra l’arresto cardiocircolatorio. Dopo un’ora di rianimazione i medici riescono a far ripartire il cuore».

Ancora, Mugnai ricostruisce: «Sottoposta nuovamente a tac i medici si accorgono del vero problema della paziente: intestino ritorto, ma purtroppo, nella notte la donna non riesce a superare l’operazione alla quale era stata sottoposta. Oggi dovrebbe essere svolta l’autopsia disposta dalla pm Laura Taddei. A quanto si apprende dalla stampa, anche la Asl dovrebbe far partire una indagine interna per accertare eventuali responsabilità.   Per questo, considerato il ritardo con il quale i medici sono arrivati alla diagnosi esatta e il calvario clinico subito, interrogo l’assessore regionale alla Sanità per chiedere di fare rapidamente, ed in maniera trasparente, chiarezza sull’episodio che è costato la vita ad una giovane donna».

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.