Di ritorno da una fiera

Orsetti dalla Russia, conigli, tartarughe e pesci trasportati in condizioni pessime. Polstrada denuncia coniugi di Firenze

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

FIRENZE – Marito e moglie della provincia di Firenze sono stati denunciati per le condizioni, definite penose dalla polizia stradale, con cui trasportavano animali vivi. In particolare gli agenti, dopo aver fermato l’autocarro di marito e moglie in A11, vicino all’area di servizio Versilia Ovest, hanno scoperto che nel vano merci, tra gli scatoloni, c’erano gabbie, con rinchiusi vari animali, che non erano fissate al pianale o assicurate in qualche modo alle pareti, in modo che a ogni curva venivano sballottate. Inoltre, le condizioni igieniche del vano merci lasciavano molto a desiderare, secondo gli agenti.

In totale la polizia ha contato, rinchiusi in 6 gabbie, 45 orsetti della Russia, 10 criceti, 16 cavie peruviane, 10 conigli nani, mentre 38 tartarughe d’acqua e un numero imprecisato di pesci rossi erano tenuti in 4 taniche di plastica bianca. Da quanto spiegato, quando è stata fermata la coppia di coniugi stava tornando verso casa dopo una giornata trascorsa a vendere animali vivi alla fiera di San Biagio a Pietrasanta (Lucca).

Il loro veicolo è stato fermato per un controllo dagli agenti di Viareggio della polstrada, insospettiti alla vista del mezzo, che era dotato di grate di aereazione ma non recava contrassegni che indicassero la presenza di animali vivi, come invece previsto dalla normativa di settore. E’ stato fatto intervenire anche un veterinario della Asl. I coniugi non avevano al seguito i documenti sulla provenienza degli animali che trasportavano. Anche per questo motivo sono stati denunciati per violazione delle norme sul trasporto degli animali vivi. Come spiega la polstrada, dovranno anche pagare una sanzione di oltre 5.000 euro.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.