Ennesima imposizione comunitaria, ora basta

Tasse: una nuova imposta sui rifiuti, il diktat della Ue all’Italia. Se no rischia una procedura d’infrazione

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

ROMA – Non bastava la fervida fantasia di governanti, governatori e sindaci per tartassare le tasche dei contribuenti. Adesso anche l’Unione europea, ente sempre più inutile, se non dannoso, interviene per chiedere all’Italia sostanzialmente d’introdurre un’imposta nazionale sulle discariche o armonizzare le sue imposte regionali per ridurre il conferimento in discarica dei rifiuti.

La raccomandazione della Commissione Ue è contenuta nel Riesame dell’attuazione delle politiche ambientali della Ue, diffuso questa mattina. Nel report sull’Italia si sottolinea infatti che l’Italia registra un costante aumento nel riciclaggio e compostaggio e una diminuzione del conferimento in discarica dei rifiuti urbani. Ma il dato sulla gestione dei rifiuti varia considerevolmente su tutto il territorio nazionale con dati più positivi al nord. Per questo Bruxelles invita ltalia a concentrarsi di più sul miglioramento dell’efficacia della raccolta differenziata per aumentare  tassi di riciclaggio nelle regioni meno virtuose.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.