Da venerdì 10 a domenica 12 febbraio

Opera di Firenze: arriva per tre giorni l’Hamburg Ballet

di Roberta Manetti - - Cronaca

Stampa Stampa

FIRENZE – Venerdì 10, sabato 11 e domenica 12 febbraio all’Opera di Firenze/Maggio Musicale Fiorentino torna, dopo 40 anni di assenza, l’Hamburg Ballet, che presenta uno spettacolo già famoso: la coreografia di John Neumeier  sulla Terza Sinfonia di Gustav Mahler.

Dal 1973, anno nel quale John Neumeier ne ha assunto la responsabilità come direttore e coreografo principale, l’Hamburg Ballet si è esibito in Italia in 15 occasioni; da noi l’ultima volta era stata al 40° Festival del Maggio Musicale Fiorentino, nel 1977.

A quel tempo anche il Maggio aveva un grande corpo di ballo, poi lasciato decadere e infine sciolto da non molto. Grande danza autoctona non sarà facile rivederne; dunque a maggior ragione i tre spettacoli del 10, 11, 12 febbraio rappresentano un evento di grande rilievo.

John Neumeier firma l’articolata, precisissima e dettagliatissima coreografia della Terza Sinfonia, che fa parte del repertorio della compagnia tedesca sin dal momento della prima mondiale del 14 giugno 1975 e che è stata rappresentata da allora in tutto il mondo per diventarne uno dei suoi più emblematici  e iconici biglietti da visita.

John Neumeier in questi decenni ha portato la famosa compagnia a livelli altissimi, dotandola di un ampio repertorio sia classico che contemporaneo con commissioni coreografiche firmate da altri grandi come Mats Ek, Jerome Robbins, Maurice Béjart, Frederick Ashton, George Balanchine, John Cranko  William Fosythe, Jirì, Kylìan, oltre a Neumeier stesso, il quale ha sempre mostrato una predilezione a mettere in scena composizioni sinfoniche  come la «Passione secondo Matteo» e l’«Oratorio di Natale» di Bach, il «Requiem» di Mozart , il «Messiah» di Haendel , e ben sei sinfonie di Gustav Mahler (Prima, Terza, Quarta, Quinta, Sesta e Nona),  compositore per il quale Neumeier nutre una vera passione. Con la monumentale Terza ha firmato una delle più sue fortunate e celebri creazioni;  un’opera ispirata e universale che grazie alla musica della partitura mahleriana può svilupparsi in una drammaturgia libera marcando così un solco dalle coreografie convenzionali basate su storie esistenti.

Spiega John Neumeier: «il tema del mio balletto è la musica stessa; ho semplicemente tradotto in movimento, in pura danza le sensazioni, le immagini che mi hanno suggestionato ascoltando la Terza Sinfonia». L’Hamburg Ballet reagisce magnificamente agli stimoli di Neumeier, che porta ai limiti estremi le potenzialità del corpo umano; sul palcoscenico dell’Opera di Firenze, il pubblico potrà ammirare un insieme di danzatori  uniti da una tecnica e una capacità interpretativa raramente così omogenea e di alto profilo.

Opera di Firenze – Maggio Musicale Firoentino (Piazzale Vittorio Gui)

Venerdì 10 febbraio 2017, ore 20 – Sabato 11 febbraio, ore 20 – Domenica 12 febbraio, ore 15.30

Biglietti da 10 a 50 euro in vendita anche online sul sito del teatro

 

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.