La visita dei parlamentari a Firenze

Firenze: audizione della Commissione parlamentare antimafia. La Toscana non è certo immune dal fenomeno

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica, Top News

Stampa Stampa

FIRENZE – La commissione parlamentare antimafia, presieduta da Rosy Bindi, era oggi in missione in Toscana, presso la prefettura di Firenze. La commissione intendeva approfondire le dinamiche della criminalità organizzata nella regione, e a tal fine ha tenuto in mattinata le audizioni del prefetto di Firenze e di quelli delle province di Arezzo, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Pistoia, Prato e Siena. Nel pomeriggio è toccato al procuratore distrettuale antimafia Giuseppe Creazzo.

Al termine la Bindi ha affermato: «La Toscana non è una regione a insediamento mafioso come le regioni a insediamento storico nel meridione e nemmeno può essere paragonata alla Lombardia che in base ai dati oggi è la quarta regione a insedimento mafioso. La Toscana è all’attenzione della camorra e della ‘ndrangheta perchè
è una regione con una economia frenetica e una qualità della vita accettabile e dignitosa -ha ricordato Bindi- la crisi economica si è fatta sentire anche in Toscana e questa è l’occasione per le mafie per il riciclaggio del denaro sporco. Bindi ha sottolineato come la ndrangheta ha in mano anche in Toscana il grande affare della droga e con il denaro ricavato penetra poi nell’economia legale».
In Toscana, ha affermato Bindi, «c’è consapevolezza di questa realtà legata alle mafie, che va tutt’altro che sottovalutata. La mafia si combatte sul piano del contrasto e della prevenzione ma anche sul piano civile, sociale e politico. C’è necessità di questa attenzione da parte dei cittadini, degli imprenditori, dei professionisti, degli amministratori. Dire che c’è il rischio di infiltrazioni anche in Toscana è un modo per fare del bene al territorio -ha dichiarato Bindi- perchè così si contribuisce a creare gli anticorpi».

Il contenuto di parte dell’audizione del procuratore distrettuale Creazzo, ha riferito Rosi Bindi, e’ stato secretato.

Tag:, , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.