«Ha accelerato sul Congresso, facendo una bischerata»

Pd: Enrico Rossi dà di «bischero» a Renzi per radio. Parrini lo richiama all’ordine

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Politica, Top News

Stampa Stampa
Matteo Renzi ed Enrico Rossi

Matteo Renzi ed Enrico Rossi

FIRENZE –  «L’epiteto che mi dicono più spesso quando mi contestano è bischero, ma un Presidente della Toscana bischero non può essere, durerebbe troppo poco: se ti considerano così, meglio smettere presto».

A parlare così è stato Enrico Rossi, presidente della Toscana, ospite a Rai Radio1 di Un Giorno da Pecora, condotto da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro.  Domanda: Renzi, toscano doc come lei, è più bischero o più grullo? Risposta: «Lui è notevolmente bischero». Come mai? «Da un po’ di tempo non ne infila più una, e questo credo ormai lo sappia perfino lui. Epoi rilancia…». Cosa intende dire? «Che rilancia, non si ferma mai, una caratteristica del bischero. Diciamo che il grullo può rimediare, mentre il bischero è condannato».

Quindi la spiegazione politica: «Renzi ha accelerato sul Congresso, facendo secondo me una bischerata». E ancora:  Come le è parsa la direzione di ieri? «Per fare una direzione vera, se si fosse in 50 già sarebbe abbastanza. Diversamente, sono assemblee preconfezionate, dove parla Renzi, poi qualcuno a favore, qualcuno contro, e finisce lì». E Renzi come le è parso? «Un po’ nervoso, il colpo lo ha preso, era meno sicuro di altre volte». Come mai ora mette sempre il maglioncino? «Speriamo -ha scherzato a Rai Radio1 Rossi -, non abbia preso da Marchionne. Visto che provo affetto per lui, gli regalerò un maglioncino nuovo, non pari collo».

Che cosa vuol dire bischero? I Bischeri erano una famiglia fiorentina che possedeva case di legno dove è sorto il Duomo di Firenze. Tiravano sul prezzo per vendere i terreni. Una notte le case andarono a fuoco e i Bischeri persero tutto. Da quel momento, quel cognome divenne aggettivo. Per far intendere uno non furbissimo. E sapete dove avevano le case i Bischeri? Proprio dove sorge oggi Palazzo Sacrati Strozzi, ossia la sede della presidenza della giunta regionale. Definito anche Palazzo de’ Bischeri.

Tutto finito quando è terminata la trasmissione radio? No, Dario Parrini, fedelissimo renziano, e segretario del Pd della Toscana ha bacchettato Rossi. Dicendo: «Enrico Rossi ha parlato alla Direzione nazionale Pd davanti ad una platea che purtroppo lo ha ascoltato solo a tratti, con meno della metà dell’attenzione riservata ad Emiliano e Speranza. Perciò deve essersi innervosito. Così, dopo l’intervista con parolaccia di domenica a San Bartolo, alla radio è andato oltre, definendo Renzi notevolmente bischero. Come segretario del Pd Toscana lo invito, con pacatezza, ad usare un linguaggio più consono al ruolo che ricopre. Cerchiamo di discutere tra noi con responsabilità e senza eccessi divisivi».

 

Tag:, , ,

Commenti (1)

  • Pierluigi

    |

    E’ stata più veritiera la fiction di studio 1 che i rapporti tra i dirigenti del PD.
    Certo che con questa gente andremo lontano……………

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.