L'annuncio della società viola

Fiorentina, nuovo stadio: il 10 marzo la presentazione del progetto nella Sala d’Arme di Palazzo Vecchio

di Redazione - - Cronaca, Economia, Sport, Top News

Stampa Stampa

Firenze, il progetto del nuovo stadio nell’area dell’attuale Mercafir

FIRENZE - La Fiorentina ha annunciato per venerdì 10 marzo la presentazione del progetto definitivo per il nuovo stadio. Presentazione che avverrà nella Sala d'Arme di Palazzo Vecchio. I giornalisti potranno 
assistere all'evento solo se accreditati. Non sarà concesso più di un accredito per testata. La notizia è stata così commentata da Eugenio Giani, presidente del Consiglio regionale e membro uditore del cda
della Fiorentina: «Il 10 marzo verrà presentato il progetto definitivo per il nuovo stadio, un progetto serio, di riqualificazione di un pezzo di città. Secondo me i Della Valle faranno il nuovo stadio con dei partner 
perché nel momento in cui devi fare un piano economico e finanziario di centinaia di milioni, ci sarà nel project financing la possibilità di fare delle sinergie. I Della Valle lo stadio lo fanno per la
Fiorentina, non per se. Si tratta di un progetto che la Fiorentina, mantenendo le parole date, ha sviluppato - ha aggiunto -, ha impostato sul piano economico finanziario, quindi vi è un project financing che aspetta di
poter recepire questo aspetto. So che sarà presentato dai massimi vertici della Fiorentina, penso anche con Diego Della Valle».

Sette anni fa, nel 2008, la Fiorentina presentò un altro progetto: stadio e Cittadella viola. Ma più che un progetto vero e proprio era un'idea non sostenuta dai necessari supporti urbanistici. Stavolta sarà diverso
perchè il comune si è impegnato direttamente nella realizzazione. L'area è quella della Mercafir, a Novoli. Deve essere ancora risolto il nodo dello spostamento del mercato ortofrutticolo.

Tag:, ,

Commenti (1)

  • Pierluigi

    |

    Sul PC ho ancora installato il programma CAD.
    Come antico tifoso viola, posso redarre il centesimo progetto del “nuovo stadio”, ovviamente gratuito.
    Ma quando smetteranno di prenderci per i fondelli?

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.