Lo ha fatto per sette anni

Banca Etruria: clamoroso, la società che controllava i suoi conti è la stessa che conteggiava i voti degli oscar

di Redazione - - Cronaca, Cultura, Spettacolo

Stampa Stampa

AREZZO – C’è un retroscena clamoroso dietro la gaffe della Notte degli Oscar, dove scambi di buste e di nomitations hanno portato alla premiazione del film La La Land, e solo successivamente al riconoscimento del film effettivamente vincitore, ossia Moonlight. PriceWaterHouseCooper, la società incaricata del conteggio dei voti agli Oscar, è infatti la stessa che aveva il compito di revisionare i conti di Banca Etruria.

E così la battuta del celebre blog satirico Spinoza («Oscar, all’Italia il premio per il miglior trucco: vince banca Etruria») è più vicina alla realtà di quanto si potesse pensare.

PriceWaterHouseCooper ha infatti certificato i conti di Banca Etruria per sette anni consecutivi fino al 2005, e per cinque anni aveva altresì revisionato i conti di Banca Marche.

La società annuncia di aver aperto un’inchiesta. Sulla Notte degli Oscar, ovviamente.

Tag:, , , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.