Nuovo strumento a disposizione dell'Agenzia delle Entrate

Fisco: black list di contribuenti residenti all’estero, per contrastare l’evasione

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

Rossella Orlandi, direttrice dell’Agenzia delle Entrate,

ROMA – Nell’ambito della lotta all’evasione, che ha consentito il recupero di 19 miliardi nel 2016, l’attenzione del Fisco si sposta ora sui redditi e patrimoni all’estero non dichiarati. Le nuove misure di contrasto all’evasione transfrontaliera sono contenute in un decreto firmato oggi da Rossella Orlandi, direttore dell’Agenzia delle Entrate.

L’agenzia fiscale si appresta così a verificare la posizione dei contribuenti italiani che hanno trasferito la residenza all’estero dal 1° gennaio 2010. Ma l’azione di contrasto non si limiterà alla verifica di queste posizioni, includendo anche la predisposizione di una black list, su cui verranno effettuate le attività di controllo ed in cui confluiranno prioritariamente le situazioni più anomale di trasferimento della residenza.

Tale lista verrà compilata utilizzando un applicativo informatico denominato So.No.Re. (Soggetti Non Residenti), che prevede l’incrocio delle banche dati dell’Agenzia, con lo Spesometro e con i dati derivanti dallo scambio di informazioni attivato sulla base internazionale.

I criteri che saranno utilizzati per la formazione delle liste selettive si basano su elementi che fanno ipotizzare la permanenza dei cittadini in Italia nonostante il trasferimento di residenza all’estero, ad esempio l’intestazione di contratti di utenze attive, la disponibilità di veicoli, la titolarità di partita IVA e la residenza degli altri membri del nucleo familiare. Un altro aspetto che verrà preso in considerazione è l’eventuale mancata adesione alla procedura di collaborazione volontaria (voluntary disclosure).

Tag:, , , ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.