In un'intervista a Il Fatto Quotidiano

Pd, Cuperlo: «Il ciclo politico di Matteo Renzi è finito. Io sciacallo? Umiliazione per tanti compagni»

di Redazione - - Cronaca, Politica

Stampa Stampa
Intesa Renzi-Cuperlo per la presidenza del Pd

Gianni Cuperlo e Matteo Renzi

ROMA – In un’intervista a Il Fatto Quotidiano, Gianni Cuperlo sostiene che Matteo Renzi è politicamente al capolinea. Infatti afferma:  «Penso che il ciclo politico di Matteo Renzi sia finito. E non è questa parentesi giudiziaria che spero
si chiuda presto e bene. Sono le cose, i fatti. Tre sconfitte (Regionali, Amministrative e poi il referendum), di cui l”ultima davvero capitale, dicono che il Paese chiede altro».

Cuperlo poi ammette di essere anch’egli all”ultimo giro: «Ho dieci anni di mandato come da regolamento, so di essere stato e di essere un privilegiato ma spero anche di sapere quando è giusto fermarsi». Cuperlo respinge l’accusa di sciacallaggio lanciata dal giornalista Alessandro Sallusti per aver chiesto un passo indietro del ministro Luca Lotti: «Una ferita enorme, un senso di straniamento, un senso di umiliazione che questa e altre vicende hanno fatto vivere a
tanti compagni. Se i numeri di questa scissione ancora non fanno impressione, certo l’immagine carpita a Graziano Delrio, la crepa nella diga è adeguata a fornirci l’esatta dimensione del pericolo che stiamo vivendo. La crepa apre un
fronte d’acqua, e anche se il flusso appare all’inizio modesto, è sempre acqua che esce dalla muraglia e svuota l’invaso. Ma poi c’è una seconda considerazione da fare: la crepa produce l’idea di un pericolo imminente. Chi mai ci passerebbe
accanto?».

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.