Nel mirino pubblici ufficiali

Consip: la procura di Roma apre indagine per violazione di segreto istruttorio

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

ROMA – A seguito di ripetute violazioni del segreto istruttorio riguardanti l’inchiesta Consip, la Procura di Roma, secondo quanto si è appreso, ha avviato una serie di procedimenti, per il momento contro ignoti. Nel mirino degli inquirenti, quei pubblici ufficiali che hanno avuto a che fare con l’inchiesta e che dovessero risultare responsabili della fuga di notizie. Proprio ieri la Procura ha revocato ai carabinieri del Noe la delega per ulteriori indagini. La violazione del segreto istruttorio per cui la Procura di Roma ha deciso di avviare alcuni
procedimenti riguarda anche la pubblicazione di atti di indagine omissati nei provvedimenti dell’autorità giudiziaria sulla vicenda Consip. Ciò ha generato sconcerto negli inquirenti
titolari degli accertamenti.

Intanto i procuratore reggente di Napoli, Nunzio Fragliasso, sè è premurato di dichiarare che «non vi sono contrasti, nè divergenze tra la Procura di Roma e quella di Napoli in merito all’ inchiesta Consip in relazione alla quale prosegue il collegamento investigativo tra le rispettive indagini, in perfetta sintonia tra i due Uffici requirenti».

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.