Sono quasi triplicati in sei anni

Economia: continua la grande fuga all’estero degli italiani. Nel 2016 sono stati 115.000

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

ROMA – L’Istat avverte che continua la grande fuga all’estero degli italiani. Nel 2016, infatti, sono 115 mila i connazionali che si sono trasferiti fuori dai confini. Non ci si deve meravigliare più di tanto perché, nel periodo dei governi tecnici di re Giorgio Napolitano e negli anni di Renzi, sono aumentati in particolare i pensionati che cercano paesi più ospitali, che li tartassino di meno dal punto di vista fiscale, mentre i giovani vanno all’estero per cercare quell’occupazione e quel lavoro che non trovano in patria, nonostante il tanto vantato Jobs Act, che adesso non produce alcun effetto.

Il numero di italiani che decidono di trasferirsi in un Paese estero cresce del 12,6% rispetto al 2015 ed è quasi triplicato in sei anni (40mila cancellati italiani nel 2010). Lo rende noto l’Istat nelle stime per il 2016 degli indicatori demografici. e se non si corre ai ripari sarà sempre peggio.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.