Le indagini della Squadra mobile

Bergamo: ultras dell’Atalanta e spacciatori. S’incappucciavano per compiere azioni violente. Arresti

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

L'arresto è stato effettuato dalla Squadra Mobile di FirenzeBERGAMO – Sono tifosi ultras dell’Atalanta ma, secondo le indagini della squadra mobile bergamasca,  anche spacciatori. E’ in corso una vasta operazione. a Bergamo, contro numerose persone ritenute responsabili di traffico e spaccio di droga, estorsione, rapina e resistenza a pubblico ufficiale. Dalle indagini – condotte dalla Squadra mobile di Bergamo e dallo Sco della Polizia di Stato – è emerso che il gruppo, in prevalenza ultras nerazzurri, prima di assistere alle partite, acquistava e assumeva cocaina nei pressi o anche dentro lo stadio, incappucciandosi poi per compiere azioni violente.

Le indagini, avviate nel settembre del 2015, hanno consentito di acquisire gravi elementi indiziari a carico di un gruppo di italiani, nonché di un cittadino albanese e di uno serbo, in prevalenza ultras dell’Atalanta, dediti alla cessione di ingenti quantitativi di droga, anche la tifoseria stessa. Tra gli indagati anche un settantatreenne e un sessantatreenne. La modalità di azione, con il consumo di droga nei pressi dello stadio seguito dalle violenze, è stato accertato anche prima degli scontri avvenuti, nel gennaio 2016, nel centro di Bergamo, dopo la partita contro l’Inter, che ha portato a contestare anche il reato di resistenza a pubblico ufficiale, riconducibile a condotte violente attuate al termine dell’incontro.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.