Proclamato da Cgil, Cisl e Uil

Lavoro, Toscana: lunedì 13 marzo sciopero regionale autisti pesanti. Protesta per incidente di Livorno

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

Colonna di tirFIRENZE – Stop alle operazioni di carico, scarico e trasporto. Lunedì 13 marzo sciopero regionale di due ore degli autisti di mezzi pesanti proclamato dalle sigle Cgil-Cisl-Uil di categoria dopo l’ennesimo incidente sul lavoro
accaduto in provincia di Livorno il 3 marzo scorso quando il conducente di un mezzo pesante, 61 anni di Mantova, è caduto durante operazioni di carico e ancora, per i gravi traumi riportati, è ricoverato in gravi condizioni in ospedale.

I sindacati denunciano «la scarsa sensibilità su salute e sicurezza degli impianti, aggravata dai sempre più serrati ritmi di lavoro richiesti al personale viaggiante, con nastri lavorativi che vanno dalle 13 alle 15 ore giornaliere, con fattori di usura e stress che aumentano in maniera esponenziale il rischio di infortuni e di malattie professionali. A questo – proseguono i sindacati – dobbiamo sommare l’inadeguata riforma pensionistica e i suoi disastrosi effetti: non ultimo il dover lavorare oltre il sessantesimo anno di età anche per quei lavori particolarmente gravosi come l”autista di mezzi pesanti».

I sindacati si augurano che «il lavoratore infortunato il 3 marzo possa rimettersi al più presto e tornare
in famiglia». Tra le modalità dello sciopero del 13 marzo viene precisato che lo sciopero generale di due ore riguarda «tutto il personale viaggiante-inizio turno di lavoro e che sono esentati dallo sciopero i servizi essenziali garantiti».

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.