Manifestazione in occasione del mercato

Aulla (Ms): cittadini in piazza a sostegno dei carabinieri indagati. Contestano la procura

di Paolo Padoin - - Cronaca

Stampa Stampa

AULLA (MASSA CARRARA) – Centinaia di persone, complice anche il passaggio dal mercato settimanale, hanno partecipato alla manifestazione in solidarietà dei carabinieri della Lunigiana, finiti sotto inchiesta per presunti illeciti durante l’esercizio della loro professione (tra i reati contestati dalla Procura di Massa Carrara a 24 carabinieri ci sono lesioni, violenza sessuale e sequestro di persona).

La manifestazione si è svolta in piazza del Comune ad Aulla; sono stati distribuiti volantini di vicinanza all”Arma ed è stata data la possibilità ai passanti di lasciare un messaggio di solidarietà per i carabinieri, scrivendo un biglietto da inserire in una teca. Tutti i messaggi saranno poi spediti al comando dei carabinieri di Aulla. «Vogliamo esprimere sostegno a quella divisa indossata con dignità», dicono gli organizzatori, che alla manifestazione hanno espressamente chiesto di partecipare senza bandiere di partito e senza indossare fasce tricolore (infatti erano presenti tanti sindaci, amministratori e dirigenti di partito, ma senza simboli di appartenenza). «La Procura sta mal interpretando la realtà della strada – si legge su un volantino – penalizzando l’esecuzione della nostra sicurezza. Conosciamo bene quei ragazzi in divisa – dicono alcuni nella piazza – e conosciamo anche coloro che li hanno accusati, sono quelli da cui ci proteggevano».

Durante la manifestazione ha suonato una sirena simile a quella delle auto dei carabinieri in servizio, seguita da un lungo applauso e dal grido Viva i nostri carabinieri.

Tag:, , , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.