La visita del governatore

Porto di Piombino: Regione impegnata nei piani di lavoro. Rossi: grande infrastruttura

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa
Il Porto di Piombino verrà potenziato per ricevere la Concordia

Il porto di Piombino

FIRENZE – «Grazie ad un ingente mole di investimenti da parte della Regione Toscana si è realizzata qui al nuovo porto di Piombino una grande infrastruttura che darà alla Toscana e agli imprenditori che qui investono, tante
soddisfazioni». Così il presidente della Regione, Enrico Rossi, al termine della visita che ha effettuato al porto di Piombino, accompagnato dal neo presidente dell’Autorità del sistema portuale del mar Tirreno settentrionale, Stefano Corsini e dall’ormai ex commissario dell’Autorità portuale di Piombino, Luciano Guerrieri.

«Ai lavoratori dico – ha aggiunto – che le difficoltà rimangono, che ci vorrebbero piani nazionali per il lavoro, che al momento continuano a mancare, ma anche che la Regione c’è e che è molto impegnata a garantire un futuro di
lavoro e sviluppo a Piombino e alla costa toscana». E ancora: «Due anni e mezzo fa – ha sottolineato il presidente Rossi questo porto non c’era. Oggi i grandi imprenditori dicono che queste opere hanno modificato la portualità del Mediterraneo. Il primo segno dei nuovi insediamenti che qui troveranno posto, è rappresentato dai cassoni della Costa Concordia che serviranno a realizzare la base di un bacino di demolizione delle navi. Per favorire l’insediamento di General Electric a Piombino abbiamo investito 60 milioni, ma contiamo anche sul riconfermato impegno
di Cevital ad installare qui una piattaforma per la movimentazione dei prodotti agroalimentari. Mi pare che
l’impegno profuso dalla Regione per il rilancio delle imprese e per le infrastrutture abbia creato un clima di fiducia che
induce a guardare positivamente al futuro».

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.