Cosa fare di giorno e di sera

Week End 11-12 marzo a Firenze e in Toscana: Bill Viola a Palazzo Strozzi, poi musica, teatro, eventi, mostre

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura, Spettacolo

Stampa Stampa

Primo Week End per la mostra di Bill Viola a Palazzo Strozzi

FIRENZE

Sabato 11 Marzo alle 16, al Teatro della Pergola (via della Pergola, 18) un inedito duo di artisti ben noti: Lorenza Borrani al violino e Gabriele Carcano al pianoforte. In programma la Sonata n.2 op.100 di Brahms, la Sonata op.96 di Beethoven, la Sonata n.2 di Bartók e i Fünf Nachtstücke di Henze (1990). Lorenza Borrani, docente alla Scuola di Musica di Fiesole, è dal 2008 leader solista della Chamber Orchestra of Europe; ha suonato più volte nell’Orchestra Mozart di Claudio Abbado. Nel 2007 ha fondato il progetto Spira Mirabilis. Domenica 12 Marzo alle 21, al Saloncino della Pergola, si ascoltano «Les Vents Français»: Emmanuel Pahud, già primo flauto dei Berliner Philharmoniker, l’oboista François Leleux, il clarinettista Paul Meyer, il cornista Radovan Vlatkovic, il fagottista Gilbert Audin, cui si aggiunge il pianista Eric Le Sage, riunitisi assieme per far rivivere la grande tradizione francese di virtuosi di strumenti a fiato. Il programma raccoglie capolavori del repertorio come il Quintetto KV 452 di Mozart e il raffinato Sestetto di Poulenc, ma anche rarità, come il Capriccio su arie danesi e russe op.79 di Saint-Saëns o il Quintetto op.81 del francese Georges Onslow, vissuto fra Settecento e Ottocento. Biglietti: 25-14 (interi), 21-12 (ridotti), 5 (Conservatori e Scuole di Musica), acquistabili presso Teatro della Pergola (via della Pergola 24),  Box Office (via delle Vecchie Carceri 1) e Circuito Regionale Box Office, Dischi Fenice (via Santa Reparata 8). Info: tel. 055 210804.

 «A-ppassio-natu» con 220 flauti – Nel refettorio di Santa Maria Novella (ex-Caserma dei Carabinieri, piazza della Stazione, 6- Firenze) sabato 11 marzo 2017 alle 17 si ascolta la Rete Italiana Flauti nel concerto-evento «A-ppassio-natu» (per l’XI edizione di Flautisti in festa 2017). Musiche di Vacca, Bozza, Ibert, Tanaka, Karg Elert, Rodriguez, Abreu, C.Ph.E. Bach, Lasso/Lindholm, Boncompagni. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. A organizzare l’evento sono la Rete Regionale Flauti Toscana -M@T la Scuola di Musica Il Trillo e Muse Eventi Musicali. Il concerto-evento A-ppassio- natu prende il nome dalla composizione omonima, una fantasia su temi popolari abruzzesi della compositrice Roberta Vacca.

Toni Servillo – Sabato 11 alle 19 e domenica 12 alle 16.45 al Teatro Niccolini di Firenze (via Ricasoli 3) ultime replicyhe di «Elvira» Toni Servillo, spettacolo in esclusiva regionale. Lo spettacolo è tratto da «Elvire Jouvet 40», in cui Brigitte Jacques trascrisse le «Sette lezioni di Louis Jouvet a Claudia sulla seconda scena di Elvira nell’atto IV del “Don Giovanni” di Molière» tenute da febbraio a settembre 1940: un faccia a faccia tra il maestro e una sua allieva, Claudia, chiamata a recitare l’intenso e difficile ruolo di Elvira nel quarto atto del «Don Giovanni» di Molière, il momento in cui la donna cerca di salvare dalla dannazione il suo antico amante. Bella prova d’attore di Servillo che, accompagnato sul palco dai giovani Petra Valentini (Claudia/Elvira), Francesco Marino (Octave/Don Giovanni) e Davide Cirri (Lèon/Sganarello), interpreta Louis Jouvet (1887-1951), una delle figure più importanti del teatro e del cinema francesi, cui è intitolato a Parigi il teatro Athénée-Jouvet. Molto interessante per gli appassionati di teatro. Biglietti da 18 a 24 euro, atto unico. www.teatrodellapergola.it

Sabato 11 alle 20.45 e domenica 12 alle 15.45 al Teatro della Pergola (via della Pergola, 18) Neri Marcorè, diretto da Giorgio Gallione, porta in scena «Quello che non ho». L’ispirazione principale, riconoscibile fin dal titolo, sono le canzoni di Fabrizio De Andrè, suonate e cantate dal vivo dallo stesso Marcorè con l’aiuto tre chitarristi-cantanti: Giua, Pietro Guarracino e Vieri Sturlini. Le storie emblematiche di Faber, nuove utopie di civile indignazione, s’incrociano quindi con le visioni lucide e beffarde di Pasolini, che raccontano di una “nuova orrenda preistoria”, che mina politicamente ed eticamente la società contemporanea. Uno spettacolo fondamentalmente leggero, ma ad alto contenuto satirico. Durata: 1h e 25’, atto unico. www.teatrodellapergola.com

Le smanie per la villeggiatura – Al Teatro di Rifredi (via Vittorio Emanuele II, 303; 055/422.03.61 –  www.toscanateatro.it) sabato 11 alle 21 e domenica 12 alle 16.30 la Compagnia degli Onesti presenta «Le smanie per la villeggiatura» di Carlo Goldonin con Romina Carrisi Power, Daniela Morozzi ed Emanuele Barresi, che firma anche adattamento e regia. La ventinovenne figlia di Al Bano e Romina debutta a Firenze nel ruolo di Giacinta in quella che è considerata una della più belle commedie goldoniane, primo capitolo della «Trilogia della villeggiatura». Biglietti 16 / 14 euro.

Il Signore degli Anelli con l’Orchestra del Maggio – Dopo il gran successo delle prime due puntate, sabato 11 marzo alle 20 al Mandela Forum (Piazza Enrico Berlinguer) si termina con «Il ritorno del Re» la trilogia de «Il Signore degli Anelli»; colonna sonora di Howard Shore eseguita dal vivo da Orchestra, Coro e Coro delle voci bianche del Maggio Musicale Fiorentino sotto la direzione di Shih-Hung Young. Soprano solista  Kaitlyn Lusk. Il film di Peter Jackson sarà in lingua originale con sottotitoli in italiano. Biglietti da 15 a 40 euro in vendita anche online sul sito dell’Opera di Firenze.

Samuele Bersani – Domenica 12 alle 21 il cantautore Samuele Bersani torna sul palco con «La fortuna che abbiamo Tour». Teatro Puccini, via delle Cascine 41, Biglietti 35 / 25 euro.

Billy Elliot  – Al Teatro Verdi (via Ghibellina, 99) sabato 11 e domenica 12 va in scena «Billy Elliot il Musical», con le musiche pluripremiate di Elton John; regia di Massimo Romeo Piparo, prodotto dalla Peep Arrow Entertainment, in associazione con Il Teatro Sistina. Il giovane Billy ama la danza e in un’Inghilterra thatcheriana, delle miniere che chiudono e dei lavoratori in rivolta, deve fare i conti con un padre e un fratello che lo vorrebbero vedere pugile. Il Musical ha debuttato nel West End nel 2005 ed è stato nominato per nove Laurence Olivier Awards, vincendone quattro. Nel 2008 è arrivato a Broadway, dove ha vinto dieci Tony Awards e dieci Drama Desk Awards. Nel ruolo del protagonista, il quattordicenne Alessandro Frola. Biglietti da 28 euro.

Triangle – Sabato 11 e domenica 12 marzo al Teatro di Cestello va in scena «Triangle, Storia di un omicidio», testo e regia di Leonardo Venturi, con Giulia Cavallini, Sara Santarnecchi, Simona Venturi, Elisa Zuri, Iacopo Biagioni, Andrea Mitri, scene Francesca Jet Leoni. Uno spettacolo per ricordare la storia di un incidente sul lavoro che il 25 marzo 1911 a New York provocò la morte di 146 persone. La storia di un incendio che non ha niente a che vedere con il destino.

Tango a Careggi – Domenica 12 marzo alle 10.30 nell’Aula Magna del Nuovo Ingresso dell’Ospedale di Careggi (Largo Brambilla 3, ingresso libero) «Careggi in Musica» rende omaggio ad Astor Piazzolla con il concerto del Trio Histoire Du Tango, formato da Monica Secondini e Virgilio Volante al pianoforte e dall’attore Maurizio Panzieri. Bordel 1900, Cafè 1930, Night Club e Concert d’aujourd’hui saranno le composizioni eseguite, all’insegna di un repertorio che va oltre quello del Piazzolla più comunemente eseguito. Il concerto, organizzato da A.Gi.Mus. Firenze assieme all’Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi, verrà in parte del concerto trasmesso in streaming tramite la pagina Facebook A.Gi.Mus., per rendere lo spettacolo accessibile anche ai degenti dell’Ospedale di Careggi che sono impossibilitati a lasciare i reparti.

Rumba de Bodas – Al Combo Social Club (via Mannelli, 2 – Firenze; ore 22; info 340 5385830; ingresso 5 euro) arrivano i Rumba de Bodas, band bolognese attiva dal 2010. Hanno inciso due dischi, “Just Married” (2012) e “Karnaval Fou” (2014). Gruppo a metà strada fra latin, swing e i ritmi in levare dello ska, i Rumba cominciano la loro strada musicale suonando come spalla a Modena City Ramblers, Punkreas, Ministri, Skatalites, Vinicio Capossela e collaborando con Chico, vocalist di Roy Paci e Aretuska e Francesco Moneti dei Modena City Rambers nella registrazione delle loro prime tracce in studio.

Monaci del surf – Sabato 11 marzo, all’ Auditorium Flog w live (via M. Mercati 24b, www.auditoriumflog.com, infoline 055 – 48 71 45) dalle 21.30 doppio appuntamento con la musica live: da Torino arrivano i Monaci del surf, preceduti dagli argentini Capsula.

A mare – A San Salvi, nello spazio dei Chille de la Balanza, va in scena A mare. Souvenir d’un naufragio. Un’opera di teatro underground, di Claire Mini-Paniers, con Marco Bianchini, regia Roxana Iftime, scenografie di Paolo Lauri. Ingresso 10 euro, posti limitati. Informazioni e prenotazioni: tel. 055 6236195 – 335 6270739.

Ricette d’amore – Al Teatro Lumière (via di Ripoli 231 e tel 055 6821321) sabato 11 ore 20:45 e domenica 12 ore 16:45 tornano le «Ricette d’amore» di Cinzia Berni, con la compagnia stabile del Teatro ArsAnte. Quattro donne preparano l’esame del corso di cucina che stanno frequentando e diventano amiche. Silvia, ha gettato alle ortiche un buon matrimonio per una passione passeggera, Giulia è sposata ma con una sfilza di amanti, Irene è fedele per abitudine, Susanna sta per sposare un insopportabile uomo in carriera. La riunione culinaria si fa piccante quando alla porta bussa uno splendido ragazzo, coperto solo da un asciugamano intorno alla vita. Le quattro donne inizieranno, l’una all’insaputa dell’altra, una relazione con lui, fino a quando l’inganno non verrà scoperto e la loro “vendetta culinaria” non si sarà compiuta. Prezzo: 12 euro; Per info e prenotazioni prenotazioni@teatrolumiere.it oppure telefonare al botteghino dalle 17:00 alle 19:00 il lunedì, mercoledì e venerdì. Direzione Teatro Paola Tanda

Taste e Fuori di Taste – Alla Stazione Leopolda sabato 11 e domenica 12 c’è «Taste», salone dedicato alle eccellenze del gusto e del food lifestyle, dove si ritrovano i migliori operatori internazionali dell’alta gastronomia. Orario di mostra: solo per operatori del settore dalle 9.30 alle 14.30. Dalle 14.30 alle 19.30 la fiera apre anche al pubblico generico. Alla manifestazione è associata «Fuori di taste», con eventi in vari luoghi cittadini. Programma completo sul sito di Pitti. Per la sera di sabato 11 Gran Galà al teatro Puccini: torna il ballo di Primavera. Ingressi dopo cena limitati, garantiti solo a chi manda una mail all’ indirizzo grangalailparty@gmail.com e che ritireranno l’invito in prevendita. Costo ingresso tramite prenotazione mail: 10,00 euro (ingresso garantito). Costo ingresso senza prenotazione (non garantito): 15,00 euro Possibilità di prenotazione tavoli Info: 3334552050. Dress code elegante. Alle 23 The Twisters in concerto.

Auto, moto, bici e ricambi d’epoca  – All’Obihall (Lungarno Aldo Moro) Auto, moto, bici e ricambi d’epoca in mostra sabato 11 e domenica 12. Mezzi che hanno fatto la storia del motociclismo e automobilismo italiano e non. Presenti numerosi stand anche dell’editoria di settore. Stand gastronomici tipici toscani. La mostra è allestista presso il Giardino dell’Obihall, Lungarno Aldo Moro: ingresso al pubblico e biglietteria lato Arno.

Lidia Castellani – Al Circolo 25 Aprile (via del Bronzino, 117) domenica 12 marzo alle 18 Lidia Castellani, autrice di “Mamma senza paracadute” e “Il corpo non sbaglia” parlerà della sua scrittura e del suo percorso di donna, scrittrice, giornalista.

Spettacolo per bambini – Al Teatro Ponte a Mensola (Via Gabriele D’Annunzio, 182) domenica 12 Marzo «Anna&Elsa: l’Estate può attendere», spettacolo dedicato alle avventure della Regina del Ghiaccio de “I Muffins”. I posti disponibili sono 90 e il costo del biglietto è di 10€ per gli adulti e 7€ per i bambini (dai 2 anni in su). Per info e prenotazioni 349.58.78.324.

Rosamimosa – Rosamimosa, la corsa in rosa più antica d’Italia, dice no alla violenza sulle donne. La competizione si svolge sabato 11 marzo con partenza dallo stadio d’atletica Betti (Via del Filarete 5/A; ritrovo ore 15, il via alle ore 16). Un percorso di 11 chilometri attraverso la pianura di Legnaia e le colline di Bellosguardo e Marignolle. La gara podistica competitiva quest’anno taglia il traguardo della 32esima edizione e si svolge in collaborazione con Uisp Firenze. La corsa, aperta a donne di tutte le età, è organizzata dall’Asd Gs Le Torri podismo, con la collaborazione di Uisp Firenze e del Quartiere 4. La manifestazione nazionale Uisp 2017, valevole per l’11esimo trofeo Roberta Betti, prevede una gara podistica competitiva di 8 chilometri, una non competitiva sempre di 8 chilometri e una ludico-motoria di 4 chilometri. Il ritrovo è per sabato pomeriggio n via del Filarete 5/A.

Florence Biennale LAB – Sabato 11 marzo alle 17, con ingresso libero, si presenta in via delle Porte Nuove 10 (zona Porta al Prato) il Florence Biennale LAB, nuovo spazio polifunzionale. Per l’occasione sarà possibile ammirare in galleria l’esposizione di una selezione di opere di vari artisti: i brasiliani Elizabeth Almendra e Carlos Araujo, il giapponese Yasumichi Nakagawa, l’olandese Wessel Huismann; degli italiani Franca Pisani, Giampaolo Talani, Vincenzo Calli, Sauro Cavallini, Pasquale Celona, Nilo Australi e Diego Gabriele. A seguire i responsabili di Florence Biennale LAB saranno lieti di brindare al successo dell’iniziativa con gli intervenuti, alla presenza della live performance di Edoardo Teani (contrabbasso) e Giacomo Tongiani (marimba).

Daisaku Ikeda – Alle 15.30 di sabato 11 nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio cerimonia per la cittadinanza onoraria al maestro buddhista giapponese Daisaku Ikeda.

CineGreco 2017 – Domenica 12 marzo alle 18.30 al ristorante Odysseia (via Circondaria 43) si proetta «ΟΥΡΑΝΙΑ (Uranya)» del 2006. Regia di Costas Kapakas, con M.G. Cucinotta nel ruolo di Uranya.Versione in lingua originale e sottotitoli in italiano. Ingresso proiezione libero. Dopo il film, cena greca.

Mostre – A Palazzo Strozzi dal 10 marzo al 23 luglio 2017 c’è «Bill Viola. Rinascimento elettronico». Una grande mostra che celebra il maestro della videoarte contemporanea in dialogo con i capolavori del Rinascimento.

Dal 9 di marzo fino al 4 giugno 2017, grazie alla mostra «Plautilla Nelli. Arte e devozione in convento sulle orme di Savonarola» nella Galleria delle Statue e delle Pitture, presso gli Uffizi, viene presentata la pubblico la figura e la carriera di Plautilla Nelli (Firenze 1524 -1588). Entrò all’età di quattordici anni nel convento domenicano di Santa Caterina in Cafaggio, a Firenze, in Piazza San Marco. Una monaca autodidatta che riuscì a imporre un suo stile e dar vita tra le mura del convento domenicano un piccolo, ma attivo laboratorio artistico e artigiano. Una bottega artistica a tutti gli effetti testimoniata dal ritrovamento di una produzione seriale di opere religiose. Opere la cui vendita fu fondamentale per la vita del Convento di Santa Caterina. Appartiene a Plautilla Nelli la realizzazione de «L’Ultima cena» (attualmente in restauro), l’unica opera conosciuta al mondo che affronti questo tema pittorico e che sia stata dipinta da una artista donna in epoca non moderna. Orario: da martedì alla domenica ore 8.15 – 18.50. Info e prenotazioni: Firenzemusei 055 294883

È in corso fino al 26 marzo «Firenze 1966 – 2016. La bellezza salvata», curata da Cristina Acidini e Elena Capretti, nel Museo Mediceo di Palazzo Medici Riccardi. L’esposizione fa il punto sull’immenso danno subito dall’Alluvione del 1966, sull’enorme lavoro svolto, sulle conoscenze e sulle competenze acquisite, su quanto resta da fare, con una sezione dedicata a quel che non si penserebbe vero: c’è ancora un patrimonio artistico e di beni da restaurare. Promossa da Regione Toscana, Firenze Città Metropolitana, Comune di Firenze e Comitato Firenze 2016, con i fondamentali contributi dell’Opificio delle Pietre Dure e dell’Università di Firenze, la mostra è prodotta e organizzata da MetaMorfosi con la collaborazione di Opera Laboratori Fiorentini – Civita. Un itinerario articolato fra alcuni dei luoghi più colpiti dall’alluvione del ’66 (musei, collezioni, biblioteche, archivi, luoghi di culto), che si snoda fra gli ambienti monumentali di Palazzo Medici Riccardi (dove aveva sede nel 1966 il Museo Mediceo, letteralmente annientato dall’acqua), proponendo circa 150 opere e manufatti, fra dipinti, sculture, libri, documenti, oggetti d’arte applicata, strumenti musicali e scientifici, accompagnati da fotografie storiche e alcuni video che documentano i danni e gli interventi di recupero. In occasione della mostra, la Città Metropolitana di Firenze ha adottato il Biglietto integrato per il percorso museale (comprensivo de ‘La Bellezza Salvata’) pari a € 10 per il biglietto intero, ed € 6 per il biglietto ridotto (anche per soci Conad). Dettagli online

Sette delle oltre 180 piante che costituiscono la collezione delle piante in cera del Museo Botanico sono state restaurate e si possono ammirare in una mostra presso l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze (via degli Alfani 78; ingresso 4 euro).

Nella Sala delle Carrozze, a Palazzo Medici-Riccardi, c’è la mostra «Ebrei in Toscana XX e XXI secolo», che racconta 100 anni di vita delle comunità ebraiche toscane e i loro intrecci con il resto della comunità ebraica italiana, i suoi collegamenti con quella europea, mediterranea e internazionale.

Al Museo Horne (via dei Benci 6) mostra con una selezione di disegni di Giambattista Tiepolo, pittore tra i più noti e affermati del Settecento, provvisoriamente smontati dall’Album Horne durante l’intervento di restauro del volume. Lunedì-domenica ore 10-14, chiuso mercoledì; ingresso 7 / 5 euro. Fino al 18 aprile.

Al Museo di Storia Naturale (la Specola, via Romana, 17) c’è «Astronomia e Fisica a Firenze. Dalla Specola ad Arcetri». Da martedì a domenica: 9,30-16,30. Chiuso Lunedì. La mostra si sviluppa su tre luoghi: Tribuna di Galileo, 1° piano ingresso libero; Collezione Zoologica/Corridoio Mostre Temporanee, 2° piano Ingresso a pagamento con biglietto della sezione di Zoologia; – Torrino, visite guidate ore 11, 12.30, 15; la visita è inclusa nel biglietto di ingresso. Max 25 p. I gruppi si formano alla biglietteria del 2° piano senza prenotazione. Tel. 055-2756444. Sempre alla Specola c’è «Michelangelo Pistoletto a La Specola». Allestimento temporaneo dell’opera di Michelangelo Pistoletto «Uomo nudo di schiena».

BADIA A SETTIMO (FI)

All’ Abbazia dei Santi Salvatore e Lorenzo (Badia a Settimo), domenica 12 marzo alle 16.30 (ingresso libero; info: istitutoclementeterni@gmail.com, 338 8963453) il  Quintetto Polifonico Clemente Terni (Lorena Giacomini soprano, Costanza Redini contralto, Gualtiero Spini tenore, Oronzo Parlangèli baritono, Guglielmo Visibelli basso) esegue un programma di musica sacra dal XIII al XVI secolo. In programma quattro laude della Passione dal Laudario di Cortona (XIII secolo); canti popolari sacri spagnoli (saetas e canti di Passione) a mottetti e responsori del repertorio polifonico rinascimentale italiano. Ingresso libero.

CAMPI BISENZIO (FI)

Sabato 11 marzo alle 21 al Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio (piazza Dante 23) andrà in scena un Romeo e Giulietta calato ai giorni nostri, tra intolleranza e conflitti etnici e religiosi. Sul palco a interpretare il balletto capolavoro di Sergej Prokofiev, riletto dal pluripremiato coreografo milanese Davide Bombana, ci saranno i giovani danzatori della compagnia Junior Balletto di Toscana, che trasformeranno l’immortale storia dei due nobili amanti di Verona, divisi da una insanabile rivalità familiare, in una battaglia socio-culturale ed etnico-religiosa del terzo millennio ispirato alla storia di Admira e Bosko, lei mussulmana lui serbo, uccisi a Sarajevo durante la guerra nei Balcani (Ingresso 10€/8€).

ANTELLA (FI)

Sabato 11 marzo alle 21 al Teatro Comunale di Antella (Via Montisoni, 10, Antella, Bagno a Ripoli – Firenze) per la rassegna «Recitare con la musica» curata da Giovanni Vitali del Maggio Musicale Fiorentino l’attore teatrale Riccardo Massai e il Duo Pianistico di Firenze presentano «Sogno di una notte di mezza estate» di Felix Mendelssohn nella trascrizione per pianoforte a quattro mani dello stesso autore. In scena i soprani Myung-San Ko e Francesca Scarfi, il mezzosoprano  Seo Yeon Choi. Al pianoforte Sara Bartolucci e Rodolfo Alessandrini, voci recitanti Teresa Fallai e Riccardo Massai.

SCANDICCI (FI)

Al Teatro Studio ‘Mila Pieralli’ di Scandicci in prima nazionale «Sandokan. MigrAzioni#Scandicci – Il Teatro tra le comunità per la comunità», liberamente ispirato a Le tigri di Mompracem di Emilio Salgari, ideazione, coreografia e regia Luana Gramegna, ideazione, scene, luci e costumi Francesco Givone, progetto sonoro e musiche originali Stefano Ciardi, dramaturg Simone Faloppa, con Aboubacar Sadio, Alex Santos, Assane Diallo, Bacary Sonko, Ebrima Saidy, Edrissa Jammeh, Fakeba Djite, Ibrahim Camara, Malick Khan, Mouhamed Diallo, Mohammad Tofik, Moussa Kebe, Ousmane Camara, Oumar Traore, Tairon Madison Olicgoun. Produzione Zaches Teatro in coproduzione con Fondazione Teatro della Toscana, in collaborazione con Sociolab Ricerca Sociale, con il patrocinio del Comune di Scandicci e in collaborazione con La Biblioteca di Scandicci, La Cooperativa Albatros, La Diaconia Valdese e il CAS di Calenzano con il sostegno della Regione Toscana e MIBACT. www.teatrodellatoscana.it

CERTALDO

Sabato 11 e domenica 12 al Nuovo Centro Polivalente Caponnetto (Viale Matteotti) di Certaldo c’è la Sagra del tartufo marzuolo. asstartufaivaldelsa.org

REGGELLO (FI)

Al Teatro Excelsior, domenica 12 ore 21.15 «Il mercante di venezia» di William Shakespeare, adattamento drammaturgico Giacomo Fanfani, regia Paolo Biribò, Marco Toloni, con Chiara Ciofini, Archimede Pii, Rafael Porras Montero, Rosetta Ranaudo, Fabio Rubino, produzione Con-fusione.

PRATO

Domenica 12 marzo, ore 17.30, a Mesotonica (via Muzzi 36, Prato) «Dove il sì sona: la poesia italiana e la musica» con Mya Fracassini (mezzosoprano) e Paolo Gonneli (pianoforte). Un percorso musicale alla scoperta di come la poesia italiana abbia saputo ispirare i compositori, sia italiani che di altre nazionalità. Da Dante Alighieri a Gabriele D’Annunzio, con uno sguardo anche alla poesia di matrice popolare. Tessera annuale: 5 euro. Contributo evento: 8 euro.

PISTOIA

Al Teatro Manzoni (Corso Gramsci 127) sabato, 11 marzo alle 20 l’Orchestra Leonore esegue i Concerti Brandeburghesi BWV 1046/1051 di Johann Sebastian Bach. Concerto speciale in due parti. Prima parte, Concerti Brandeburghesi n. 1, 3, 5 – ore 20. Alle 21, brindisi e “Un tema più difficile – monologo umoristico illustrato e … suonato” di Astutillo Smeriglia – con Guglielmo Favilla, attore. Seconda parte, Concerti Brandeburghesi n. 6, 4, 2 – ore 22. Info sul sito del Teatro Manzoni.

Il ciclo di incontri A tu per tu con l’arte contemporanea torna a Palazzo de’ Rossi sabato 11 marzo alle 17.30. Protagonista come sempre un’opera appartentente alla collezione novecentesca della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia: questa volta sarà l’Armstrong a righe rosse e blu di Adolfo Natalini, architetto pistoiese classe 1941. Arte e Musica, incontro a cura della docente di Storia dell’arte Giovanna Uzzani, sarà un percorso di approfondimento sul dipinto di Natalini e sugli influssi della Pop Art nell’arte italiana e pistoiese, con intermezzi musicali jazz grazie alla partecipazione di Guido Zorn, contrabbassista. L’appuntamento metterà in scena un dialogo immaginario a due voci: una voce fuori campo che chiede, quella della Uzzani, e l’altra, quella di Natalini, che racconta.

TERRANUOVA BRACCIOLINI (AR)

Sabato 11 marzo ore 18 all’Auditorium Le Fornaci di Terranuova Bracciolini (AR), in via Vittorio Veneto 19, nell’ambito della rassegna di classica Musica in Scena a cura di Le Facezie Musicali, gli insegnanti della Scuola di Musica Poggio Bracciolini interpreteranno brani senza tempo che hanno incantato intere generazioni, da “I sogni son desideri” a “Tutti quanti voglion fare il jazz”, da “Can Caminin” a “Crudelia De Mon”. Una serata in compagnia delle più belle colonne sonore dei classici Disney, da Cenerentola a Mary Poppins, da La bella e la bestia agli Aristogatti. Ingresso da 10 a 1 euro.

Tre giorni di teatro, mostre, laboratori e incontri pensati per raccontare ai ragazzi l’opera del più grande drammaturgo di tutti i tempi. Questo sarà Habitat Shakespeare, l’iniziativa che da venerdì 10 a domenica 12 marzo, presso la Sala del Consiglio di Terranuova Bracciolini (Piazza della Repubblica, AR) rileggerà uno dei capolavori più grandi del poeta inglese: Amleto. In programma la prima assoluta di “Amletino”, spettacolo firmato dalla compagnia KanterStrasse (sabato 11 marzo alle 18 e domenica 12 marzo alle 17), un’esposizione di illustrazioni realizzate per l’occasione dal designer Andrea Rauch, workshop creativi per bambini e una visita guidata fuori dagli schemi per riscoprire con sguardo nuovo un classico antico. L’evento, a cura di Simone Martini ed Elisa Brilli, è un progetto KanterStrasse realizzato con il contributo del Comune di Terranuova Bracciolini (ingresso gratuito a tutti gli eventi non teatrali, consigliata la prenotazione a comunicazione@festivaldiffusioni.com. Ingresso “Amletino”: 5€). Info e prenotazioni 377 98 78 803.

BIBBIENA (AR)

Al Teatro Dovizi (Via Rosa Scoti Franceschi, 21) sabato 11 marzo alle 21.30 Marco Natalucci, Gianfranco Quero, Giusi Merli, Francesco Rotelli, Gaia Nanni, Roberto Caccavo in «Re Lear o il passaggio delle generazioni», riduzione del testo e regia Gianfranco Pedullà, da King Lear di William Shakespeare, con Simone Faloppa, Enrica Pecchioli, Claudia Pinzauti, Lorella Serni; produzione Associazione Mascarà/Teatro Popolare d’Arte, in in collaborazione con Teatro Delle Arti (Lastra a Signa/Firenze)/Teatro Comunale di Bucine/Ministero dei beni culturali, Regione Toscana.

AREZZO

Domenica 12 marzo, i concerti di “Musica al San Donato”, stagione di musica in ospedale organizzata dall’Associazione Le 7 Note in collaborazione con A.Gi.Mus. e USL Toscana Sud Est, proseguono con lo sguardo rivolto alla musica contemporanea. Presso l’Auditorium Pieraccini dell’Ospedale San Donato, alle ore 16.30 (Via nenni, ingresso libero), si esibirà il chitarrista Raffaello Ravasio, docente alla Suola di Musica Le 7 Note e al Liceo Musicale di Arezzo. Al centro del programma di Ravasio ci saranno tre brani in prima esecuzione assoluta: Pange Lingua di A. Vezzoli, Due Fantasie su temi gregoriani (Ubi Caritas e Crux) di M Reghezza e Veni Sancte Spiritus di R. Tagliamacco. Ingresso libero.

ROCCASTRADA (SI)

Al Teatro dei Concordi, sabato 11 marzo ore 21 Nuzzo Di Biase in «Gli impiegati dell’amore» di David Foenkinos, traduzione e adattamento Michele De Virgilio, con la collaborazione di Marie Pascale Osterrieth, regia Marie Pascale Osterrieth, produzione Bananas.

POMARANCE (PI)

Al Teatro dei Coraggiosi, sabato 11 marzo ore 21.15 «Il giro del mondo in 80 giorni. Storygame fra Jules Verne e Sotterraneo», concept e regia Sotterraneo ; in scena Sara Bonaventura, Claudio Cirri, Mattia Tuliozi; adattamento Daniele Villa; coproduzione Sotterraneo/Associazione Teatrale Pistoiese, con il sostegno di Regione Toscana, Mibact, Comune di Firenze, Funder 35.

LUCCA

Al Teatro del Giglio (Piazza del Giglio), sabato 11 e domenica 12 ore 21 Franco Branciaroli e Valentina Violo in «Macbeth» di William Shakespeare, traduzione di Agostino Lombardo, regia Franco Branciaroli, scene Margherita Palli, costumi Gianluca Sbicca, luci Gigi Saccomandi; produzione CTB Centro Teatrale Bresciano – Teatro de Gli Incamminati.

Domenica 12 marzo 2017 alle 17 nell’Auditorium “L. Boccherini” (Piazza Del Suffragio, 6, Lucca) le ultime sonate di Schubert sono narrate dalla voce di Sandro Cappelletto e interpretate al pianoforte da Andrea Lucchesini. Il racconto degli ultimi mesi di vita del grande compositore e pianista austriaco che, ormai malato, riuscì a trasformare un momento difficile in un periodo straordinariamente fecondo per la sua musica. In programma la Sonata in la maggiore, op. post D959, caratterizzata da vitalità, da passaggi particolarmente elaborati e, soprattutto, da una grande drammaticità, e la Sonata in bi bemolle maggiore op. post D 960, che molti considerano il testamento spirituale di Schubert.  Ingresso 12 / 10 euro; gratis ragazzi fino a 14 anni. Info: www.associazionemusicalelucchese.it.

MONTECARLO (LU)

Al Teatro dei Rassicurati, sabato 11 marzo ore 21.15 Katia Beni e Anna Meacci in «Scoop!» di Katia Beni, Donatella Diamanti, Anna Meacci, regia Letizia Pardi, produzione Fondazione Sipario Toscana onlus/Unicoop Firenze.

MASSA

Al Teatro Guglielmi, sabato 11 marzo ore 16.30 e ore 21 e domenica 12 ore 21 Angela Finocchiaro e Laura Curino in «Calendar Girls» di Tim Firth, traduzione e adattamento Stefania Bertola, regia Cristina Pezzoli, con Ariella Reggio, Carlina Torta, Matilde Facheris, Corinna Lo Castro, Elsa Bossi, Marco Brinzi, Noemi Parroni e Titino Carrara, scene Rinaldo Rinaldi, costumi Nanà Cecchi, musiche originali Riccardo Tesi, disegno luci Massimo Consoli, produzione Agidi/Enfi Teatro.

PONTREMOLI (MS)

Al Teatro della Rosa, domenica 12 ore 21 Marco Natalucci, Gianfranco Quero, Giusi Merli, Francesco Rotelli, Gaia Nanni, Roberto Caccavo in «Re Lear o il passaggio delle generazioni», riduzione del testo e regia Gianfranco Pedullà, da King Lear di William Shakespeare, con Simone Faloppa, Enrica Pecchioli, Claudia Pinzauti, Lorella Serni; produzione Associazione Mascarà/Teatro Popolare d’Arte, in in collaborazione con Teatro Delle Arti (Lastra a Signa/Firenze)/Teatro Comunale di Bucine/Ministero dei beni culturali, Regione Toscana.

LIVORNO

Domenica 12 marzo alle 17, nella stagione di concerti “Ospedali in Musica”, presso la Hall al Secondo Piano del Palazzo di Amministrazione degli Spedali Riunuti di Livorno (ex maternità, in Viale Alfieri, ingresso libero), si esibirà in concerto il duo formato da Paolo Zampini al flauto e Primo Oliva al pianoforte. Il programma prevede musiche di Ennio Morricone (Paolo Zampini, Direttore del Conservatorio L. Cherubini di Firenze, è il suo flautista dal 1985), Henry Mancini e la Jazz Suite n.1 di C.Bolling, quest’ultima spesso protagonista nei loro programmi. Il duo Zampini – Oliva ha infatti all’attivo varie registrazioni, tra cui proprio la realizzazione di un cd dedicato alla prima Jazz Suite di Bolling con il contrabbassista Raffaello Pareti e il percussionista Claudio Cuseri. Brano particolarissimo e innovativo, che nella sua versione originale accosta al flauto e al pianoforte strumenti come contrabbasso e batteria, la Suite unisce alla scrittura classica il gusto per le armonie del jazz. Il concerto è organizzato da A.Gi.Mus. Firenze e USL Toscana Nord Ovest con il sostegno della Fondazione Livorno.

CECINA

Al Teatro Eduardo De Filippo, sabato 11 marzo ore 21 Sabina Guzzanti in «Come ne venimmo fuori. Proiezioni dal futuro», regia Giorgio Gallione, scenografia Guido Fiorato, musiche Paolo Silvestri, produzione Secol Superbo e Sciocco/in collaborazione con Fondazione Sipario Toscana onlus/La Città del Teatro.

CARRARA

Al Teatro degli Animosi (Piazza Cesare Battisti), sabato 11 e domenica 12 alle 21 Familie Flöz presenta «Infinita», di e con Björn Leese, Benjamin Reber, Hajo Schüler, Michael Vogel, regia Michael Vogel, Hajo Schüler, maschere Hajo Schüler, scenografia Michael Ottopal, musica Dirk Schröder, costumi Eliseu R. Weide, luci Reinhard Hubert, video e animazioni Andreas Dihm, video art work Silke Meyer, produzione Familie Flöz/Theaterhaus Stuttgart

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.