Giovedì 16 marzo alle 21

Firenze: al Teatro Verdi l’ORT ospita il violoncellista Narek Hakhnazaryan

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa

Il violoncellista Narek Hakhnazaryan (foto Ruth Crafer)

FIRENZE – Al Teatro Verdi di Firenze debutta giovedì 16 marzo la nuova produzione dell’ORT  (Orchestra della Toscana), che ospita il violoncellista armeno Narek Hakhnazaryan. Sul podio il franco-canadese Yves Abel.

Narek Hakhnazaryan, nato a Yerevan da padre violinista e madre pianista, in breve tempo si è imposto sulla scena musicale internazionale come uno dei più raffinati violoncellisti della sua generazione, ottenendo consensi dalla critica mondiale: la rivista Strad lo ha descritto come “brillante e sfolgorante” ed il Washington Post come “un fenomeno maturo”. Sotto gli occhi di tutti da quando nel 2011, ventitreenne, ha conquistato la medaglia d’oro al Concorso Internazionale Čajkovskij di Mosca, uno dei più prestigiosi al mondo; già da prima l’aveva notato il sommo Rostropovič; in seguito si è guadagnato la stima dello “zar” della musica russa Valerij Gergiev e del grande collega Yo-Yo Ma.

All’ORT, dove torna dopo tre anni di assenza, porta il suo Čajkovskij: due composizioni pensate per uno stesso violoncellista, Wilhelm Fitzenhagen, un tedesco che fece fortuna in Russia come solista, orchestrale e insegnante al Conservatorio di Mosca. Il Notturno n.4 op.19 è la trascrizione d’autore di un pezzo scritto in origine per piano solo. Le Variazioni su un tema rococò sono un omaggio al Settecento, però accessibile soltanto a virtuosi autentici.

Yves Abel,  direttore stabile della Nordwestdeutschen Philharmonie (NWD) di Herford (fino al 2021), si è imposto come uno dei direttori d’orchestra più interessanti della sua generazione, sia nel repertorio operistico che in quello concertistico. Abel è direttore musicale dell’Opéra Français de New York, istituzione da lui stesso fondata nel 1988 al fine di rendere noto il repertorio operistico francese di più rara esecuzione, attività che gli ha valso il titolo nel 2009 di “Chevalier de l’Ordre des Arts et Lettres” dal presidente francese Nicolas Sarkozy.

Già più volte ospite dell’ORT nelle varie attività extra cartellone, debutta nella stagione concertistica protagonista di uno dei pezzi più celebri e struggenti del Novecento: l’Adagio per archi dell’americano Samuel Barber, toccante pagina d’intensa malinconia, che arriva all’ascolto con una sincerità immediata portando con sé un’atmosfera dove il tempo pare rimanere sospeso. Proprio per questi suoi caratteri, il brano è stato ampiamente utilizzato dal mondo del cinema per sottolineare situazioni di particolare presa emotiva, in pellicole come The Elephant Man, Platoon, Il favoloso mondo di Amélie e numerosissime altre.

La serata si chiude sulle note della Sinfonia n.102 di Haydn, brano ben conosciuto dalla formazione toscana. Terzultimo lavoro di tutto il corpus sinfonico di Haydn, la Sinfonia appartiene al gruppo delle dodici sinfonie “londinesi”, così definite per essere state composte in occasione dei due trionfali viaggi in Inghilterra compiuti dall’autore fra il 1791 e il 1795, dietro invito del violinista ed impresario Johann Peter Salomon.

Yves Abel direttore

Narek Hakhnazaryan violoncello

BARBER Adagio per archi op.11

ČAJKOVSKIJ Notturno n.4 per violoncello e orchestra op.19

ČAJKOVSKIJ Variazioni su un tema rococò per violoncello e orchestra op.33

HAYDN Sinfonia Hob.I:102

Posti numerati I settore €16 intero – €14 ridotto; II settore €13 intero – €11 ridotto (tutti più diritti di prevendita) Biglietti in vendita presso la Biglietteria del Teatro Verdi (tel. 055 21.23.20 – orario 10/13 e 16/19) e presso tutti i punti del Circuito Regionale Box Office. On line su www.teatroverdionline.it

giovedì 16 marzo ore 21 Teatro Verdi (via Ghibellina 99, Firenze)

lunedì 20 marzo 2017 Poggibonsi | Teatro Politeama ore 21

martedì 21 marzo 2017 Piombino | Teatro Metropolitan ore 21

mercoledì 22 marzo 2017 Pistoia | Teatro Manzoni ore 21

giovedì 23 marzo 2017 Figline Valdarno | Teatro Garibaldi ore 21.15

 

 

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.