Da domenica 19 a sabato 25 marzo

Firenze: al Teatro Goldoni «La scuola de’ gelosi» di Antonio Salieri con l’Orchestra del Maggio e i cantanti dell’Accademia

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa

«La scuola de’ gelosi»

FIRENZE – Al Teatro Goldoni da domenica 19 a sabato 25 marzo va in scena «La scuola de’ gelosi», dramma giocoso musicato da Antonio Salieri, il musicista di Legnago, a suo tempo famosissimo, che la leggenda vuole invidioso di Mozart e addirittura suo assassino. Fole, perché giustappunto, a suo tempo, Salieri era più reputato di Mozart, che, come spesso capita, è stato, sì, pressoché divinizzato, ma dopo la morte.
Per preparare l’atmosfera, al Museo di Casa Martelli giovedì 16 marzo si esegue per la prima volta a Firenze la Cantata «Per la ricuperata salute di Ofelia» K 477a, scritta nel 1785 in omaggio alla guarigione di Nancy Storace, soprano angloitaliano che risiedeva a Vienna. Il testo è del poeta di corte Lorenzo Da Ponte e la musica è composta a sei mani da Mozart, Salieri e da un non meglio noto Cornetti, probabilmente Alessandro Cornetti, insegnante di canto e compositore attivo a Vienna in quegli anni. Si tratta di un lavoro recentemente riscoperto a Praga nel 2015 e che getta una nuova luce sui rapporti fra i due presunti rivali (Soprano: Elena Tereshchenko; pianoforte: Daniele Galli; Via Ferdinando Zannetti, 8; ore 17; ingresso libero).
 «La scuola de’ gelosi», rappresentata per la prima volta al Teatro San Moisé di Venezia nel 1778, ottenne subito un grande successo a livello europeo. Il libretto di Caterino Mazzolà venne revisionato nel 1783 da Lorenzo Da Ponte per una seconda versione che andò in scena al Burgtheater di Vienna. La vicenda, al di là delle consuete schermaglie amorose tra i protagonisti tipiche del melodramma giocoso, coinvolge personaggi di diversa estrazione sociale, tre coppie più un deus-ex-machina saggio e disincantato, anticipando situazioni drammaturgiche che ritroveremo nella trilogia Mozart-Da Ponte.
L’allestimento, che ha debuttato con successo a Legnago (città natale di Salieri), è frutto della collaborazione artistica creatasi, su iniziativa della Fondazione Culturale Antonio Salieri di Legnago, fra questa e la Fondazione Teatri delle Dolomiti di Belluno ed in coproduzione con la Fondazione Pergolesi Spontini, il Teatro Ristori, Il Teatro Marrucino e la Fondazione del Maggio Musicale Fiorentino; i cantanti sono tutti giovani, usciti dall’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino.
«La scuola de’ gelosi», Dramma giocoso in due atti. Libretto di Caterino Mazzolà. Musica di Antonio Salieri. Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretta da Giovanni Battista Rigon. Regia: Italo Nunziata. Scene Andrea Belli. CostumiValeria Donata Bettella
Conte Bandiera: Patrick Kabongo Mubenga, Contessa Bandiera: Francesca Longari, Blasio: Benjamin Cho, Ernestina: Eleonora Bellocci, Lumaca: Qianming Dou, Carlotta: Ana Victoria Pitts, Il Tenente: Manuel Amati.

Teatro Goldoni (Via Santa Maria, 15, Firenze)

Domenica 19 marzo e sabato 25 marzo: ore 16.30
Martedì 21 marzo, ore 20
Giovedì 23 marzo, ore 10

Biglietti euro 20, in vendita anche online

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.