Avrà una durata di due anni

Firenze: daspo urbano per pusher marocchino. Emesso dal questore: divieto di accesso ai locali

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

Alberto Intini, questore di Firenze

FIRENZE – E’ stato applicato il decreto sulla sicurezza urbana in vigore dal 20 febbraio.  Così il questore, Alberto Intini, ha disposto il daspo urbano verso un pusher marocchino di 21 anni. Il provvedimento, previsto dall’articolo 13 del decreto, prevede per il giovane il divieto di accesso per due anni nei locali di piazza Santo Spirito, una delle aree movida notturna cittadina, e di sostare nei pressi degli stessi esercizi pubblici. Il daspo, spiega la polizia, è il primo di questo tipo emesso a Firenze.

Il 21enne era stato arrestato nel 2016 per spaccio nella piazza Santo Spirito. Poi la condanna in via definitiva, presupposto necessario per l’emissione del daspo. Tra fine febbraio e inizio marzo il giovane, nel corso di controlli da parte della polizia, è stato nuovamente trovato nella piazza due volte, in compagnia di persone già note alle forze dell’ordine. Nei confronti del 21enne sono state disposte anche le sanzioni accessorie dell’obbligo di presentazione in questura tre volte a settimana e del divieto di uscire di casa dalle 20 alle 7.

Il daspo gli è stato notificato ieri dagli agenti della squadra mobile, che lo hanno rintracciato proprio nella zona di
Santo Spirito. Secondo quanto appreso, un altro daspo è stato emesso a Firenze nei confronti di un altro pusher, al quale però non è ancora stato notificato.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.