Operazione disposta dal Questore Alberto Intini

Firenze: operazione antidroga al Parco delle Cascine e ai giardini della Fortezza. 65 persone identificate, 7 denunciate

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

FIRENZE – Ieri pomeriggio, è stato effettuato nella Città di Firenze un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato al contrasto degli stupefacenti, disposto dal Questore Alberto Intini. Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Municipale di Firenze hanno presenziato le zone urbane maggiormente colpite dal fenomeno, tra le quali il Parco delle Cascine e la zona intorno ai giardini della Fortezza.

Durante l’attività, gli operatori sono stati affiancati dai cani antidroga che, con il loro infallibile fiuto, sono riusciti a scovare oltre mezzo chilo di stupefacente – 547 grammi di hashish e 90 di marijuana – ben nascosto tra le siepi delle Cascine. Altre dosi di stupefacente sono state poi sequestrate anche ai giardini della Fortezza. Complessivamente, 65 le persone identificate durante l’attività; si tratta per lo più di cittadini del Gambia, del Ghana, della Nigeria, della Sierra Leone e del Magreb. 7 cittadini stranieri sono stati sottoposti a fermo per identificazione: di questi, 4 marocchini sono stati denunciati per la violazione degli obblighi sul soggiorno, mentre 3 cittadini del Gambia per spaccio o detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Tra i fermati, anche un 35enne marocchino privo di documenti e già noto alle forze dell’ordine proprio nell’ambito di reati connessi agli stupefacenti. Proprio sulla base dei suoi precedenti, il Tribunale di Firenze gli aveva applicato la misura cautelare del divieto di dimora in tutto il comune di Firenze; lo stesso era stato fermato in passate occasioni anche nella centralissima piazza Santo Spirito. Nei suoi confronti sono state avviate le procedure di espulsione dal territorio nazionale.

Sempre nel corso dei servizi interforze, in serata la Polizia ha rintracciato un cittadino marocchino di 57 anni destinatario del nuovo DASPO urbano – previsto dall’art. 13 del Decreto Legge n. 14, del 20 febbraio 2017 – emesso nei giorni scorsi dal Questore di Firenze Alberto Intini, a seguito di specifici controlli che hanno portato, nelle ultime settimane, al fermo di decine di pusher tra Piazza Santo Spirito, giardini della Fortezza e Cascine.

Il soggetto destinatario del provvedimento è stato fermato in serata, non molto lontano dal Parco delle Cascine, dagli agenti della Sezione Contrasto al Crimine Diffuso della Squadra Mobile di Firenze. Lo straniero, già condannato nell’ultimo triennio dal Tribunale di Firenze per spaccio e detenzione a fini di spaccio in Piazza Santo Spirito, un paio di settimane fa è stato controllato, sempre in prossimità di locali pubblici della medesima Piazza, in compagnia di pregiudicati con precedenti specifici.

Il Questore di Firenze ha adottato nei suoi confronti il divieto, per la durata di 2 anni, di accedere ai locali o esercizi pubblici di Piazza Santo Spirito e, comunque, di stazionare nelle immediate vicinanze degli stessi e di quelli delle vie limitrofe. Al divieto si accompagna anche l’obbligo di presentarsi in Questura tre volte a settimana e di rientrare nella propria abitazione in orari serali e di non uscirne prima delle 07.00 del mattino seguente.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.