Passaggio del timone fra Montezemolo e Gubitosi

Alitalia: previsti oltre 2.000 esuberi, i sindacati proclamano sciopero per il 5 aprile

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

ROMA – Gli effetti della gestione negativa di Alitalia non tardano a farsi sentire. dopo il passaggio di consegne fra Montezemolo e Gubitosi nel piano industriale di Alitalia sono previsti 2.037 gli esuberi per il personale di terra. Lo si apprende da fonti sindacali. Le organizzazioni dei lavoratori hanno risposto immediatamente con la proclamazione di un giorno di sciopero per il 5 aprile. «Confermiamo lo sciopero, che sarà unitario e sarà il 5 aprile, l’unica data possibile, di 24 ore», ha detto Claudio Tarlazzi della Uiltrasporti.

Gli esuberi nel personale di terra riguardano sia lavoratori a tempo determinato che a tempo indeterminato: 1.338 a tempo indeterminato, 558 a tempo determinato e 141 nell’estero. A questi si aggiungerebbero 400 naviganti per i quali la solidarietà difensiva scade a dicembre. L’azienda, secondo quanto si apprende, ha chiesto anche tagli salariali del 28% per i piloti medio raggio, 22% per i piloti lungo raggio e 32% per gli assistenti di volo.

Nel piano presentato da Alitalia ai sindacati, secondo quanto si apprende, sono previste «fino a 500 assunzioni» di personale navigante fra piloti e assistenti di volo dal 2019. È inoltre previsto l’ingresso in flotta di 8 nuovi aeromobili di lungo raggio fra il 2017 e il 2021. La compagnia prevede anche di potenziare il lungo raggio con l’apertura di una decina di nuove rotte e destinazioni.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.