Dopo che i viola avevano sbagliato l'impossibile sotto porta

Fiorentina: Kalinic gol in extremis, vittoria a Crotone (0-1). Il sogno remuntada per l’Europa continua. Pagelle (Foto)

di Sandro Bennucci - - Sport, Top News

Stampa Stampa

I viola festeggiano Kalinic dopo il gol in extremis che ha fruttato i tre punti di speranza a Crotone

CROTONE – Kalinic segna il suo quattordicesimo gol proprio al 90′. Come contro il Cagliari, la Fiorentina vince grazie a lui. E porta via da Crotone i tre punti necessari per sperare ancora nell’Europa. Vittoria in extremis, certo, ma tanto basta per continuare la remuntada. Ossia la speranza di agganciare i posti migliori della classifica. Quella speranza alimentata, alla viglia della trasferta in Calabria, dal patto fra Corvino, Paulo Sousa e Gonzalo Rodriguez a nome della squadra. Una speranza tenuta viva dal senso del gol di Kalinic quando stavano per volar via gli ultimi istanti di una partita che pareva segnata dai tanti, davvero troppi, errori dei viola davanti al portiere calabrese Cordaz. Portiere diventato una specie di gigante para tutto. Poi scavalcato dal pallonetto di un Kalinic che, come contro il Cagliari, si è rivelato decisivo. Si mangeranno le mani i cinesi di Cannavaro per non essere riusciti a prenderlo, ma sono contenti i tifosi della Fiorentina di avere un centravanti che, alla fine, riesce a sfondare. La partita è stata una specie di monologo viola. Certo, il Crotone ha avuto anche le sue occasioni. E recrimina anche per un presunto rigore negato. Non basta: Tatarusanu ha fatto la parata dello scorpione, ossia di piede, dopo aver respinto di pugno, su uno sbigottito Trotta. Ma c’è stata grande sproporzione, dal punto di vista tecnico. fra la Fiorentina e il Crotone. Come nella gara d’andata, finita in parità sotto una gran pioggia che favorì i calabresi. Il problema? Oggi come in quella serata bagnata, i viola hanno sbagliato l’impossibile. Tello il più attivo a buttarla fuori. O alta. Palla quasi sempre fra i piedi dei viola. Con il Crotone affaticatissimo e, alla fine, quasi boccheggiante per lo sforzo. Fiorentina ancora in corsa per l’Europa. Speranza appesa a un filo. E a una vittoria contro il Bologna, in casa, dopo la sosta per la nazionale.

I tifosi viola a Crotone

TIFOSI – Ci credono, i tifosi della Fiorentina nella remuntada: ossia nelle possbilità dei viola di arrivare ancora alla qualificazione per l’Europa League. In duecento sono arrivati da Firenze altre decine si sono riversati a Crotone da altre regioni, anche dalla Lombardia, e non sono pochi i fans del Catanzaro gemellati con quelli della Fiorentina. Tutti attaccati alla maglia ma assai critici con la società. Uno striscione su tutti: «Della Valle bravi a vendere  e a tirare … sole». Senza Bernardeschi, la scelta di Sousa cade su Ilicic. Saponara in panchina. Fiorentina subito vicina al gol (1′): Ilicic serve Tello che dalla sinistra entra in area. Non esce Cordaz, ma Tello sparacchia alto. Poi tocca al Crotone provarci. Al 10′ è Falcinelli che recupera un buon pallone a tre quarti, si allarga sul destro e calcia. Gonzalo lo mura e devia il pallone sulla traversa. Brivido per i sostenitori viola. Sanchez, ancora una volta, sbaglia parecchio. Ma quando arriverà un terzino vero? Corvino ha detto che, nel mondo, ce ne sono pochi. Sarà… Si deve arrivare al 21′ per trovare qualcos’altro: Ilicic calci da 30 metri, pallone sui piedi di Kalinic che colpisce non benissimo e Cordaz para.

Ilicic: un palo a Crotone

PALO – Insistono i viola. Ilicic (31′) arriva in zona tiro e ci prova: palo. L’ennesimo in questa stagione. Qualche attimo dopo è Chiesa a servire Kalinic che, di testa, la manda alta di poco. La Fiorentina, grazie all’evidente tasso tecnico nettamente superiore, prende finalmente in mano le redini del gioco. Ma sotto porta i viola non sono fortunati. Però, diciamolo, nemmeno tanto precisi. Paulo Sousa, che ha firmato idealmente il patto della remuntada con Corvino e Gonzalo, non si sbraccia come un tempo. Tuttavia indica a Chiesa e a Tello, gli esterni, di stare più larghi. Il predominio viola è nettissimo. Il Crotone è costretto ad abbassarsi per contenere le azioni offensive della Fiorentina che però non riescono a partorire il gol. Troppo elaborata, come sempre, la manovra di Borja e compagni. Inevitabile, in quest condizioni, che il primo tempo si chiuda sullo zero a zero. Risultato che, naturalmente, non può star bene alla Fiorentina.

Paulo Sousa: tre punti a Crotone

TELLO IPNOTIZZATO – In avvio di ripresa, Fiorentina ancora all’attacco. Tello (2′) prova l’incursione in area, ma perde l’occasione per calciare. Nel Crotone entra Trotta (contestato dal pubblico) ed esce Tonev.  Il predominio della Fiorentina è asfissiante: sembra quasi una partita d’allenamento contro una formazione di categoria inferiore. Però manca l’affondo decisivo. Tello sbaglia l’impossibile. La curva Fiesole griderebbe: s’ha a provare a fare un gol? Altra sostituzxione fra i calabresi: ecse Ceccherini, infortunato, e dentro Dussenne. Contropiede del Crotone (15′) e clamoroso palo di Falcinelli. Gran rischio per i viola! Che poco dopo chiede il rigore per un intervento di Tatarusanu. Pairetto era lontano … Tello scatta in contropiede, si libera dell’avversario, entra in area, solo davanti  a Cordaz si fa … ipnotizzare. E gli mette in pallone fra le braccia. Ma non si può!  Sousa toglie Chiesa, oggi veramente sotto tono. Al suo posto Saponara.

Chiesa: sotto tono a Crotone

KALINIC – Ilicic lamenta un problema alla caviglia sinistra. Sousa fa entrare Babacar. Fiorentina a due punte. Fuori anche Badelj: per Maxi Olivera. E’ il 25′. Un minuto dopo è il Crotone ad andare vicinissimo al gol: doppia paratona di Tatarusanu, prima di pugno poi di piede su conclusione di Trotta da buonissima posizione. Poi è Cordaz a fare, a sua volta, un grandissimo intervento su Kalinic da distanza ravvicinata. Ancora Kalinic (35′) sui servizio di Babacar: pallone con il giro che va fuori di un metro. Il Crotone accusa la fatica: Nicola fa entrare anche l’ex viola Capezzi. Colpo di testa di Vecino (40′) ma il pallone è centrale e facile per Cordaz. I giocatori del Crotone hanno la lingua di fuori, ma resistono. Ma proprio al 45′, quando sta per scattare il recupero, arriva, super provvidenziale, il gol di Kalinic. Che supera Cordaz con un pallonetto. Poi è Saponara a portare un altro pallone verso la porta del Crotone. Conclusione fuori. Ma i tre punti sono arrivati, anche se in extremis. La speranza della remuntada continua.

Crotone – Fiorentina

Crotone (4-4-2) Fiorentina (3-4-3-1) 
Cordaz6,5Tatarusanu6,5
Rosi6Sanchez5,5
Ceccherini (nel st dal 14' Dussenne, sv)5,5Gonzalo Rodriguez6
Ferrari5,5Astori6
' Mesbah6Chiesa (nel st dal 21' Saponara, 5,5)5
Rohden6Badelj (neol st dal 25' Maxi Olivera, sv)5,5
Barberis (nel st dal 37' Capezzi, sv)6Vecino6
Crisetig5,5Tello5
Stoian5Borja Valero6
Tonev (nel st dal 6' Trotta, 5)4,5Ilicic (nel st dal 25' Babacar, sv)5
Falcinelli5,5Kalinic6,5
All.: Nicola5,5All.: Sousa6
Arbitro:Pairetto di Nichelino6
Marcatori:nel st al 45' Kalinic
NoteAmmoniti: Cordaz, Gonzalo Rodriguez

 

 

 

Tag:, ,

Sandro Bennucci

Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
sandro.bennucci@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.