Invito a bere l'acqua pubblica

Mugello, acqua: fontanelli record: quasi 12 milioni di litri erogati in 5 anni

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

BARBERINO DI MUGELLO – Non sprecate l’acqua: risorsa vitale, preziosissima ma esauribile. E bevete l’acqua del rubinetto o dei fontanelli: è buona, controllata e gratuita. E’ l’appello che hanno rivolto a tutti i cittadini i sindaci del Mugello nella Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita dalle Nazioni Unite il 22 marzo. E’ ormai abitudine quotidiana, per decine e decine di cittadini, quella di rifornirsi ogni giorno d’acqua naturale (gratuitamente) e frizzante (con pochi centesimi) ai fontanelli di Barberino, Borgo San Lorenzo, Scarperia e San Piero, Vicchio e Dicomano, attivati nel novembre 2011 dall’ex Comunità Montana Mugello con l’azione Acqua sfusa nel più ampio progetto Eco Mugello.
L’acqua pubblica del fontanello piace. Perché è buona, più gradevole grazie al sistema di Naturizzazione di Sidea Italia, soprattutto se la si consuma subito. E fa risparmiare: si acquista meno acqua in bottiglie di plastica, e quindi si riducono anche i rifiuti.

Il gradimento dei cittadini è comprovato dai dati. Oltre 11.686.382 litri erogati nel quinquennio 2011-2016: in particolare, Barberino ne ha erogati 2.066.023, Borgo San Lorenzo 3.879.011, Scarperia e San Piero 2.912.876 (Scarperia 1.673.255 e San Piero 1.239.621), Vicchio 1.685.729 ed infine Dicomano 1.142.743. Per le famiglie mugellane un risparmio stimato di circa 1.168.638 euro. Senza contare il risparmio ambientale: 1.893.194 Kg di greggio, 1.168.638 Kg di Co2 (gas serra), 81.804.674 litri d’acqua risparmiati per la produzione di bottiglie di plastica da 1 litro, oltre ad un risparmio stimato in 934.910 euro per il minor costo di smaltimento delle bottiglie di plastica.

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, l’Unione dei Comuni del Mugello ha rinnovato l’invito a bere l’acqua pubblica del rubinetto e dei fontanelli, che permettono ai cittadini di vivere bene, con meno rifiuti e più risparmio. Un invito che si traduce in un’iniziativa concreta: dal 22 al 29 marzo, infatti, anche l’acqua fresca e frizzante viene erogata gratuitamente.  Affermano i sindaci: «L’acqua pubblica dei fontanelli è filtrata e controllata, ed è buona. E inoltre – sottolineano – fa risparmiare: un risparmio vero per le famiglie con meno spese per bottiglie di plastica, e un risparmio per l’ambiente con meno rifiuti».

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.