Da mercoledì 29 marzo alle 21

Firenze: al via i Mercoledì Musicali della Fondazione Cassa di Risparmio

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa

FIRENZE – All’Auditorium della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze parte nel segno di Johann Sebastian Bach l’edizione 2017 dei Mercoledì Musicali della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, rassegna di musica per organo e da camera in programma da marzo a dicembre nel seicentesco Auditorium nel quale è collocato il maestoso organo progettato da Clemente Terni e realizzato dalla fabbrica Tamburini di Crema. Dodici serate che vedranno protagonisti, tra gli altri, fuoriclasse della tastiera come Stanislav Šurin, Esteban Elizondo Iriarte, Franz Hauk, Ugo Spanu, Loreto Aramendi.

Ospite dell’appuntamento inaugurale, mercoledì 29 alle 21, è l’organista tedesco Franz Hauk, dal 1982 organista titolare e dal 1995 maestro di coro del Duomo di Ingolstadt. Il programma comprende alcuni dei brani più importanti e rappresentativi di Bach: dalla “Toccata in Fa maggiore BWV 540”, dove spicca con evidenza la parte virtuosistica dei pedali dell’organo, alla monumentale “Passacaglia con Thema fugatum in do minore”, dai virtuosistici e orecchiabili “Corali Schübler” (caso unico fra le opere organistiche di Bach, i brani di questa raccolta sono trascrizioni delle sue cantate) al famoso corale con pedale doppio “An Wasserflüssen Babylon BWV 653b” facente parte della raccolta dei 18 Corali di Lipsia. E per finire la grandiosa e virtuosistica “Fantasia e Fuga in sol minore BWV 542”.

PROSSIMI APPUNTAMENTI – Giunti alla dodicesima edizione, i Mercoledì Musicali della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze si presentano con una formula rinnovata che, ai grandi organisti del panorama internazionale, alterna e affianca ensemble da camera e solisti.  La rassegna continua mercoledì 12 aprile con il Jubilate Deo dell’organista monegasco Silvano Rodi: programma variegato che abbraccia vari stili ed epoche divesi: da brani legati alla liturgia pasquale e alla devozione per la Madonna della scuola francese e iberica del periodo barocco, al contemporaneo compositore americano Gordon Young. Senza tralasciare autori del ‘700 come Buxtehude, Telemann e Bach e autori romantici come Mendelsshon e Rheinberger.

Mercoledì 26 aprile, dal Conservatorio di Parma arriva il duo composto da Leonardo Bartali alla viola e Claudia Gori al pianoforte, musiche di Bach, Britten e Schubert. L’appuntamento di mercoledì 10 maggio segna il ritorno di Esteban Elizondo Iriarte, tra i principali cultori della tradizione organaria basca. Negli ultimi anni i suoi studi si sono concentrati sull’eccezionale patrimonio basco-navarrese, da qui un concerto con ampie pagine di Felipe Gorriti, Jesús Guridi, Tomás Garbizu, Luis Urteaga oltre a capisaldi del “Siglo de oro” spagnolo. Mercoledì 31 maggio Bach, Verdi, Puccini – ma anche Sinatra e Piovani – sono “rivisitati” dal quintetto Pentha Brass, ensemble di fiati formato da giovani talenti toscani che hanno già avuto modo di mettersi in mostra con importanti orchestre, tra cui quella del Maggio Musicale Fiorentino. Un quartetto d’archi, quello di Toscana Classica, sale sul palco mercoledì 6 giugno, musiche di Britten, Cherubini, Beethoven. Altro appuntamento con la musica di Bach, mercoledì 6 settembre, insieme all’organista Alessandro Licata, nella serata che riapre la rassegna dopo la pausa estiva: in programma “Preludio e Fuga in Mi bemolle maggiore”, brano che apre e chiude la terza parte della Clavierübung, una delle opere più complesse e rappresentative del genio di Lipsia, due preludi ai corali, la trascrizione per organo del concerto per due violini e orchestra op. 3 n°8 RV 522 de “L’estro armonico” di Antonio Vivaldi e la grande Passacaglia in do minore.

Da Dvořák a Glass spazia invece il Crazy Quartett, quartetto d’archi in concerto mercoledì 20 settembre. Mercoledì 11 ottobre, dalla Spagna approda l’organista Loreto Aramendi con un programma che parte dal barocco e attraversa epoche e stili diversi, concedendo perle quali la “Toccata per l’elevazione” di Girolamo Frescobaldi, la “Corrente italiana” di Juán Cabanilles fino a uno dei brani più d’effetto della letteratura organistica del Novecento, “Litanies” di Jean Alain. Mercoledì 25 ottobre si rinnova la collaborazione con la Scuola di Musica di Fiesole, che sul palco dei Mercoledì Musicali porta il Quartetto Hyde e una serata dedicata a Mozart, Webern e Beethoven.  Ultimi appuntamenti mercoledì 15 novembre, con l’organista Ugo Spanu e un programma incentrato su autori italiani e tedeschi, e mercoledì 13 dicembre con l’organista slovacco Stanislav Šurin affiancato dall’Orchestra da Camera Fiorentina.

Programma

Mercoledì 29 marzo 2017 – ore 21: FRANZ HAUK (Germania), organo. Musiche di Johann Sebastian Bach

Mercoledì 12 aprile 2017 – ore 21: SILVANO RODI (Principato di  Monaco), organo. “Jubilate Deo”: musiche di Jean François Dandrieu, F. Correa De Araujo, Dietrich Buxtehude, Georg Philipp Telemann, Johann Sebastian Bach, Felix Mendelsshon, Josef Rheinberger, Gordon Young

Mercoledì 26 aprile 2017 – ore 21: DUO VIOLA E PIANOFORTE DEL CONSERVATORIO DI PARMA. Viola: Leonardo Bartali – Pianoforte: Claudia Gori. Musiche di Johann Sebastian Bach, Benjamin Britten, Franz Schubert

Mercoledì 10 maggio 2017 – ore 21: ESTEBAN ELIZONDO IRIARTE (Paesi Baschi), organo. Musiche di Andrés de Sola, Antonio de Cabezón, Francisco Correa de Arauxo, Juan Bautista Cabanilles, Felipe Gorriti, Eduardo Torres, Jesús Guridi, Tomás Garbizu, Luis Urteaga

Mercoledì 31 maggio 2017 – ore 21: PENTHA BRASS. Trombe: Raffaele Chieli E Maria Rossi – Corno: Emanuele Butteri – Trombone: Alessandro Sestini – Tuba: Lorenzo Malatesta. Musiche di Johann Sebastian Bach, Michael Kamen, Antonio Vivaldi, Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini, Alan Silvestri, Frank Sinatra, Nicola Piovani

Mercoledì 14 giugno 2017 – ore 21: QUARTETTO D’ARCHI DELL’ORCHESTRA DI TOSCANA CLASSICA. Oboe: Stefano Angius – Violino: Alessia Pazzaglia – Violino: Elisa Mori – Viola: Marco Gallina – Violoncello: Giovanni Inglese. Musiche di Benjamin Britten, Luigi Cherubini, Ludwig van Beethoven

Mercoledì 6 settembre 2017 – ore 21: ALESSANDRO LICATA (Italia), organo. Musiche di Johann Sebastian Bach

Mercoledì 20 settembre 2017 – ore 21: CRAZY QUARTETT. Violini: Beatrice Bianchi e Alessandro Bernardi – Viola: Vera Stefanovic – Violoncello: Cristiano Sacchi. “American Quartets”: musiche di John Cage, Philip Glass, Duke Ellington, Antonín Dvořák

Mercoledì 11 ottobre  2017 – ore 21: LORETO ARAMENDI (Spagna), organo. Musiche di Johann Sebastian Bach, Dietrich Buxtehude, Girolamo Frescobaldi, Nicolaus Bruhns, Nicolas de Grigny, Jehan Alain

Mercoledì 25 ottobre  2017 – ore 21: In collaborazione con Scuola di Musica di Fiesole QUARTETTO HYDE
Violini: Matilde Urbani e Anna Chiara Hitz – Viola: Anna Avilia – Violoncello: Duccio Dalpiaz. Musiche di Wolfgang Amadeus Mozart

Mercoledì 15 novembre  2017 – ore 21: UGO SPANU (Italia), organo. Musiche di Giovanni Gabrieli, Arcangelo Corelli, Johann Gottfried Walther, Johann Sebastian Bach, Wolfgang Amadeus Mozart

Mercoledì 13 dicembre  2017 – ore 21: ORCHESTRA DA CAMERA FIORENTINA + STANISLAV ŠURIN (Slovacchia), organo. Direttore: Giuseppe Lanzetta. Musiche di Giuseppe Lanzetta, Alexandre Guilmant, Wolfgang Amadeus Mozart

Ingresso concerti 5 euro (il ricavato è devoluto a una iniziativa di solidarietà che quest’anno coinvolge il Progetto Schermability ed è promossa in collaborazione con l’Unità Spinale di Careggi e l’Accademia Schermistica Fiorentina). Informazioni 055.538.4001 – www.fondazionecrfirenze.itemanuele.barletti@fondazionecrfirenze.it

Auditorium Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze – via Folco Portinari, 5r – Firenze
(consigliata la prenotazione al numero 055.538.4001 o via mail a emanuele.barletti@fondazionecrfirenze.it)

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.