Lo rivela Terna

Ora legale: con l’anticipo di un’ora bollette elettriche più leggere, risparmio di 104 milioni di euro

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

ROMA – Le lancette avanti di un’ora nella notte tra sabato 25 e domenica 26 marzo, ci fanno risparmiare. E’ tornata l’ora legale che durerà per i prossimi sette mesi, fino alla notte tra il 28 e il 29 ottobre 2017. Grazie all’ora di luce in più ci sarà un minor consumo di energia elettrica pari a circa 555 milioni di kilowattora (corrispondente al consumo annuo di circa 200 mila famiglie).

Il risparmio in bolletta dovrebbe attestarsi a 104 milioni di euro, considerando che un kilowattora costa in media ai clienti domestici circa 18,63 centesimi di euro al lordo delle imposte. Lo rivela Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale che spiega che dal 2004 al 2016 il minor consumo di elettricità per il Paese dovuto all’ora legale è stato complessivamente di circa 7 miliardi e 975 milioni di kilowattora, quantitativo equivalente alla richiesta di energia elettrica annua di una regione come la Sardegna e ha comportato in termini economici un risparmio per i cittadini di oltre 1 miliardo e 300 milioni di euro. Nel periodo primavera-estate, il mese che segna il maggior risparmio energetico è ottobre, con 164 milioni di kilowattora (pari a circa il 30% del totale).

Tag:, ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.