La lettera di Confsal-Unsa Beni culturali

Firenze G7 cultura: rischioso il passaggio dei ministri dal corridoio vasariano. Sindacato lancia l’allarme

di Redazione - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa

FIRENZE – «E’ rischioso far passare i ministri della cultura per il Corridoio Vasariano a Firenze perché per ben 800 metri sopraelevati non presenta alcuna via di fuga intermedia. Insomma una vera trappola per topi». A lanciare l’avvertimento in concomitanza col G7 della cultura in corso nella città toscana è Learco Nencetti, coordinatore regionale del sindacato Confsal-Unsa Beni culturali.

«La notizia che in questi giorni è circolata sui vari giornali quotidiani cittadini, e non solo, circa l’apertura del Corridoio Vasariano all’accesso del ‘Percorso del Principe’ per i delegati del G7 – spiega Nencetti – preoccupa non poco, non solo per la fragilità che il percorso stesso rappresenta, ma anche per la diffusione dell’orario del passaggio». Il sindacalista ha, quindi, manifestato la sua preoccupazione in una missiva urgente al ministro dei Beni culturali e del Turismo Dario Franceschini, al Prefetto, al Questore ed al Comando dei Vigili del Fuoco di Firenze.

«Esistono almeno altre tre situazioni a rischio da considerare che ho fatto presenti nella lettera. Ma la più sensibile – fa notare infine Nencetti – è l’affaccio alla Chiesa di Santa Felicita con la relativa sosta e la omonima Piazza».

Si attendono le repliche in proposito delle Autorità competenti, in particolare dei vigili del fuoco, un cui provvedimento, a suo tempo, ha causato la chiusura del percorso in questione.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.