Dopo il ricovero precauzionale

Tenta di uccidere il figlio e si suicida: il bambino lascia l’ospedale di Pontedera e torna in Campania, dalla mamma

di Redazione - - Cronaca, Top News

Stampa Stampa

L’ospedale Lotti a Pontedera

PONTEDERA (PISA) – Ha rischiato di morire insieme al padre, ma ha avuto la forza, e la presenza di spirito, di aprire la portiera dell’auto e di fuggire dall’abitacolo impregnato di gas. E oggi, dopo il ricovero a scopo precauzionale all’ospedale di Pontedera, il bambino di 9 anni scampato per miracolo al gesto del padre, disperato e deciso all’omicidio-suicidio,è tornato a casa, in Campania. Dove vive la sua mamma.

Il piccolo, come Firenze Post ha raccontato ieri, 2 aprile,  era stato prelevato sabato dopo l’orario scolastico dal padre che avrebbe dovuto riconsegnarlo in serata alla mamma, con la quale è separato dal 2012 e che ha l’affidamento esclusivo del ragazzino. L’uomo, originario della provincia di Firenze, è invece tornato in Toscana e dopo aver vagato tutta la notte. E ieri mattina, appunto domenica 2 aprile, si è fermato in parcheggio di Montecatini Val di Cecina
(Pisa) e ha aperto una bombola del gas che aveva con sé. Il figlio si è però svegliato in tempo per uscire dalla vettura e
chiedere aiuto, mentre il padre è morto.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.