Andrea Bocelli ha cantato per la coppia principesca

A Carlo e Camilla le chiavi di Firenze durante la cena per 300 in Palazzo Vecchio. Lui: «Rapporti stretti con l’Italia» (malgrado Brexit)

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Cultura, Politica, Top News

Stampa Stampa

Carlo e Camilla durante la cerimonia in Palazzo Vecchio

FIRENZE – Ha ricevuto le chiavi della città dal sindaco Nardello, il principe Carlo. Che, insieme a Camilla,  ha preso parte alla cena evento, per  300 invitati, nel salone dei Cinquecento. Durante la serata a Carlo è stato assegnato anche il premio «Renaissance man of the year» della fondazione Palazzo Strozzi. Prima della cena, Carlo e Camilla hanno anche firmato il libro d’onore di Palazzo Vecchio. Prima della cerimonia di consegna delle Chiavi della città (ultimo evento fiorentino della coppia reale, prima della loro partenza dal capoluogo toscano, oggi martedì 4 aprile), il tenore Andrea Bocelli si è esibito cantando alcuni brani.

Così, coinvolto e un po’ commosso, Carlo d’Inghilterra ha pronunciato il discorso conclusivo. Senza fare mai riferimento a Brexit, ma superando naturalmente steccati e barriere. Ha detto: «Benché i nostri rapporti siano già profondamente consolidati a partire dalla nostra storia condivisa, oggi, sono felice di dirlo, sono ancora più stretti di sempre. In pressoché ogni campo – cultura, affari, istruzione, cooperazione in sicurezza e difesa, innovazione e ricerca, e persino sport – la partnership tra il Regno Unito e l’Italia porta immensi benefici alle nostre economie e alle nostre società». In sostanza, era questa la missione  che il governo di Theresa May, senza poterlo dire ufficialmente, aveva affidato al principe Carlo: tenere rapporti saldi con l’Italia e l’Europa, nonostante l’uscita dall’Ue. Missione compiuta.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.