Dopo essere stato rimesso in libertà dal gip

Firenze: il «Bullo di via Baracca» fermato dalla polizia. Il Comune vuol costituirsi parte civile

di Redazione - - Cronaca, Top News

Stampa Stampa

FIRENZE – L’hanno ripreso. Il «Bullo di via Baracca» è stato fermato dalla polizia, intervenuta perché il 38enne romeno stava prendendo a calci una vettura. Gli agenti lo hanno calmato e portato in questura, dove nelle prossime ore verrà vagliata la sua posizione. Ieri pomeriggio, lunedì 5 aprile, polizia e sanitari del 118 erano intervenuti sempre in via Baracca perché l’uomo stava molestando alcuni passanti. Il 38enne, in evidente stato di agitazione, era stato portato in ospedale. Il 1 aprile scorso era stato arrestato dai carabinieri, dopo aver infastidito i passanti e perfino colpito con una testata uno dei militari intervenuti. Il gip non aveva convalidato l’arresto rimettendolo in libertà, decisione su cui la procura ha fatto ricorso sia in Cassazione, sia al tribunale del riesame.

Il Bullo di Il Comune di Firenze sta valutando di costituirsi Parte civile nella vicenda giudiziaria che riguarda il Bullo di via Baracca, ma anche in quella per il tentativo di violenza sessuale di una ragazza, avvenuto nella stessa zona. Ad annunciarlo, al termine del Cosp, il comitato interistituzionale per la sicurezza pubblica, è stato il sindaco di Firenze, Dario Nardella.

 

Tag:,

Commenti (1)

  • PIERLUIGI

    |

    Passerei ad elargire i famosi 80 euro renziani anche a gente di questo genere………..

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.