Cosa fare di giorno e di sera

Week End 8-9 Aprile a Firenze e in Toscana: fra mezze maratone, finali di stagione teatrale, concerti, mostre

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa

Half Marathon Firenze Vivicittà

FIRENZE

Half Marathon Firenze Vivicittà – La XXXIV edizione della Half Marathon Firenze Vivicittà si correrà domenica 9 aprile; partenza Lungarno della Zecca alle ore 9.30 e arrivo in piazza Santa Croce. Sarà il Kenia la nazione da battere, visto che i top runner provengono tutti da lì. Hanno confermato la loro presenza: Daniel Ngeno (1’02’24’’), Jonathan Kosgei Kanda (1.03’25’’) Hjulius Rono (1.02’48’’) Ruth Wakabu (1.13’.45’’) e Vivian Jerop Kemboi (1.15’30’’). In gara tra i migliori ci saranno anche Elvis Kipkoech (1.02’45’’) e Pauline Eapa (1.12’), che destinano in beneficenza parte dei premi vinti in gara: i soldi sono spediti al villaggio Kiambogo (80 chilometri a nord di Nairobi) dove c’è il campo di allenamento e servono a sostenere alcune attività sociali (la scuola materna e primaria ed altre attività a pro dei bisognosi). Correranno anche tre rifugiati politici accolti da Oxfam a Firenze. Alla mezza maratona sono rappresentati tutti e cinque i continenti e ci sono iscritti da quasi 50 nazioni. Le presenze più consistenti da Spagna, Francia e Stati Uniti.

Angela HewittDomenica 9 Aprile alle 21, al Teatro della Pergola (via della Pergola, 18) ultima tappa della stagione per l’«Odissea Bach» degli Amici della Musica con la grande pianista Angela Hewitt, interprete celeberrima in tutto il mondo per la sua congenialità con la musica di Bach. Il programma raccoglie alcune delle Partite, vere e proprie suites articolate in una serie di danze: n.1 BWV 825, n.2 BWV 826 e n.4 BWV 828; inoltre la Sonata in re minore BWV 964, elaborazione d’autore della Sonata per violino solo BWV 1003. Programma che non mancherà di metter in luce lo stile elegante e limpido di Angela Hewitt, “Artista dell’anno” 2006 ai Gramophone Awards (gli oscar della musica classica) e “principale pianista bachiana del nostro tempo” per The Guardian. Biglietti 14-25 (interi), 12-21 (ridotti), 5 (Conservatori e Scuole di Musica) acquistabili presso Teatro della Pergola (via della Pergola 24),  Box Office (via delle Vecchie Carceri 1) e Circuito Regionale Box Office, Dischi Fenice (via Santa Reparata 8). Info: tel. 055 210804.

Max GazzèMax Gazzè – Sabato 8 aprile alle 21 all’Opera di Firenze (Piazzale Vittorio Gui) Max Gazzé presenta «Alchemaya». Suonato con la Bohemian Symphony Orchestra di Praga, il concerto sarà articolato in due parti: la prima è un’opera originale in cui Max e il fratello Francesco fondono insieme, attraverso nuove composizioni, gli approfondimenti esoterici condotti da Max negli ultimi 20 anni; la seconda parte propone brani tratti dal repertorio storico di Max riarrangiati in chiave sintonica, un neologismo creato appositamente per definire il concetto di integrazione tra strumenti sinfonici e sintetizzatori. Biglietti da 20 a 60 euro. Prevendite Box Office e TicketOne.

Concerto di Pasqua della Scuola di Fiesole – La Basilica di Santa Trinita accoglie l’8 aprile alle ore 21 il Concerto di Pasqua della Scuola di Musica di Fiesole, protagonisti la Schola Cantorum “F. Landini” diretta da Fabio Lombardo, le voci soliste di Maila Fulignati, Graziella Failoni e Clarissa Reali, il pianoforte di Paolo Gonnelli, l’organo di Riccardo Foti e gli archi del Quartetto TAAG. In programma una panoramica sulla spiritualità romantica mitteleuropea di Schubert, Mendelssohn e Schumann, con testi religiosi e profani. Si ascoltano anche brani di esecuzione non frequente, come i Tre lieder op. post. 112 di Schubert. Ingresso libero.

Requiem gratisConcerto di Pasqua a ingresso libero sabato 8 alle 21 anche nella Basilica di Santa Maria Novella, dove l’ Orchestra Nuova Europa diretta da Alexey Nikonov esegue il Requiem K 626 di Wolfgang Amadeus Mozart. Solisti Marina Shevchenko, Cristiana Fogli, Leonardo De Lisi, Alessandro Ceccarini, con il coro il Sol dell’Anima diretto dal M.° Alessandro Papini.

«Istruzioni per non morire in pace» – Sabato 8 alle 20.45 e domenica 9 alle 15.45 al Teatro della Pergola  vanno in scena il secondo e il terzo episodio di «Istruzioni per non morire in pace» di Paolo Di Paolo e il Gruppo dei Carissimi Padri… Lo stralunato mondo della Belle Époque attraverso 100 camauri (particolari maschere in stoffa leggera), 85 parrucche, 110 costumi, ma solo 9 paia di scarpe. Uno spettacolo che tutto di fila durerebbe oltre 8 ore, ma che viene naturalmente ripartito in tre sere, ognuna con una replica, intitolate rispettivamente «Patrimoni» (7 e 11 aprile): 2h e 30’, atto unico; «Rivoluzioni» (8 e 12 aprile): 2h e 45’, atto unico; «Teatro» (9 e 13 aprile) 2h e 50’, atto unico.

Vittorini al Florida – Sabato 8 aprile al ex-monastero di Sant’Orsola (Via Taddea, 14) alle 19.30 e alle 22.00, la compagnia Murmuris metterà in scena «Conversazioni», uno spettacolo ispirato a «Conversazione in Sicilia» di Elio Vittorini. Spiega Murmuris: «Conversazione in Sicilia è un viaggio breve e lunghissimo alla scoperta dell’unica possibilità per restare uomini: la compassione. Qui per noi si tratta di far incontrare un testo, che confonde per la sua bellezza, e un luogo abbandonato che potrebbe essere risorsa per la città è che invece giace fatiscente». Posti limitati è consigliata la prenotazione; tel 0557135357/ 0557130644  prenotazioni@cantiereflorida.it Biglietti interi 15 euro, Ridotto 12 euro, Studenti 9 euro. Allo spettacolo prenderà parte anche Ettore Vittorini, nipote di Elio, con un piccolo ricordo dello zio.

Cuori matti al Cestello – Reduci da brillanti tournées, tornano al Teatro di Cestello i «Cuori matti» di Marco Predieri, sabato 8 aprile ore 20,45 e domenica 9 ore 16,45. Accanto all’autore e regista recitano Patrizia Ficini, Stefano Carotenuto ed Eleonora Cappelletti. Lo spettacolo sostituisce “Firenze 1865-1915” (rinviato alla prossima stagione) e sarà valido anche per gli abbonati Pass Teatri e Abbonamento Jolly Cestello, che potranno usufruirne con i loro tagliandi sia sabato 8 che domenica 9. Da quattro anni i Cuori matti divertono con le vicende di Chiara, che insegue il vero amore senza riconoscerlo, Luca che l’aspetta speranzoso, ed Enzo, ironico coinquilino gay di Chiara, tutti osservati e consigliati dalla vecchia sagace Silvana. Prenotazioni 055.294609.

Sotto spirito – Sabato 8 alle 20.45 e domenica 9 alle 15.45 al Teatro di Rifredi (via Vittorio Emanuele II, 303) Alessandro Riccio presenta il suo nuovo spettacolo «Sotto spirito». Con lui in scena Daniele Favilli, Piera Dabizzi, Iacopo Paradisi, Duccio Raffelli, Maria Paola Sacchetti e Sofia Busia. Una storia vera che è al limite del credibile, raccontata sempre con l’acuta leggerezza che contraddistingue l’attore e regista fiorentino. Figura femminile enigmatica e oscura quella di Eusapia Palladino, la medium nata in Puglia, di umili origini e praticamente analfabeta, che fu per molto tempo un mistero che incuriosì e il mondo degli scienziati, degli scrittori e di molti intellettuali della seconda metà dell’Ottocento. Le sue sedute spiritiche fecero letteralmente il giro del mondo, da Napoli a Parigi, da San Pietroburgo a New York. Biglietti 16 / 14 euro. Sabato 8, dalle 10 alle 18, all’SMS c’è il mercatino del riuso; alle 18 l’Aperimovie con film gratis in lingua originale per ragazzi.

Fast Animals and Slow Kids – Sabato 8 all’Auditorium flog w live (via M. Mercati 24b; apertura ore 21.30) suona la band-rivelazione Fast Animals and Slow Kids, che presentano il loro album Forse non e’ la felicità. Aprono i fiorentini La Notte, il cui disco d’esordio uscito l’8 dicembre 2015 con la produzione artistica di Karim Qqru (The Zen Circus, LNDLC), viene candidato al Premio Tenco come “miglior opera prima” 2016. A seguire il rock dj set di Folie à Deux. Quasi esauriti i biglietti. Ingresso 13 / 11 euro. Prevendite Box Office.

Perturbazione – Sabato 8 aprile al Combo Social Club (via Mannelli, 2; ore 22; ingresso 5 euro; info 340 5385830) suonano i Perturbazione, uno dei principali gruppi pop rock italiani: una decina di dischi e più di 700 concerti tra Italia ed estero, in circa 20 anni di carriera. Nati sui banchi di un liceo scientifico alle porte di Torino, dopo una lunga gavetta pubblicano nel 2002 l’album della svolta, «In circolo», votato tra i 100 migliori dischi italiani di sempre da Rolling Stone Italia, e trainato dal singolo Agosto. Apparizioni televisive (da “Che tempo che fa” a “Uno mattina” e “Domenica In”), un Festival di Sanremo nel 2014. Aprono i Le Teorie di Copernico.

Rock & roll noir – Alla Libreria La Cité (Borgo San Frediano, 20r) sabato 8 alle 21.30 reading dal libro «Rock & roll noir. I misteri, le relazioni, gli amori del Club 27» di Elisa Giobbi, alla presenza dell’autrice e della giornalista Raffaella Galamini. A seguire il concerto dell’artista romano Marcondiro, “sperimentatore dell’arte popolare colta”, introdotto dai Piaceri Proletari.

Careggi in musica – Per la rassegna Careggi in Musica domenica 9 aprile all’Ospedale di Careggi (Aula Magna NIC – Padiglione 3 Largo Brambilla, ore 10.30,) Omaggio a Eriberto Scarlino con Joseph Howson, pianoforte (Premio Eriberto Scarlino al Premio Crescendo 2016). Musiche di A. N. Scriabin, M. Ravel, O. Messiaen, W.A. Mozart. Ingresso libero.

Toscana classica – Domenica 9 alle 21 all’Auditorium di Santo Stefano al Ponte (biglietti 12/10/5 euro – sconti e promozioni per i titolari della Firenze Card – prevendite www.boxol.it e nei giorni dei concerti presso lo stesso Auditorium) concerto dell’Orchestra di Toscana Classica; solisti saranno il violista Marco Gallina, già prima viola dell’Orchestra Giovanile Italiana e membro della Malta Philharmonic Orchestra, e il giovanissimo violinista Pietro Ortimini. Dirige il greco-americano Peter Tiboris. Il programma si apre con la “Romanza per orchestra d’archi in do magg. op. 42” di Jean Sibelius, seguita da pagine tra le più note di Wolfgang Amadeus Mozart: la “Sinfonia concertante per violino e viola K 364” e la “Sinfonia n°40 K 550”.

Family al Cango – Sabato 8 aprile ore 18 e domenica 9 aprile ore 15.30 a Cango, via Santa Maria 25,  c’è «Family», progetto ideato da Virgilio Sieni che coinvolge tre nuclei famigliari che esplorano un nuovo spazio di relazione attraverso le coreografie create per loro da Luisa Cortesi, Marina Giovannini e Giulia Mureddu, che guidano un’esplorazione nello spazio della condivisione che si crea tra i componenti di un nucleo famigliare. Le tre partiture coreografiche, amplificando i dettagli fisici, emozionali e affettivi che emergono da percorsi di vita così fondanti e costitutivi, ci restituiscono un’interpretazione originale e poetica della famiglia contemporanea. Biglietti euro 6, prenotazione consigliata, tel. 055 2280525.

Fiori d’acciaio Al Teatro Lumière sabato 8 aprile ore 20:45, domenica 9 aprile ore 16:45 la Compagnia teatrale SecondaVolta mette in scena Fiori d’acciaio (Steel Magnolias), tratto dell’omonima opera teatrale di Robert Harling. Il titolo originale fa riferimento ad un affettuoso modo di chiamare le forti donne del sud. La magnolia è un albero molto diffuso in Louisiana, Stato dove si trova il piccolo paese di Chinquapin Parish nel quale vivono sei donne dall’età e dai caratteri completamente diversi che si ritrovano nel salone di bellezza di Truvy, tra pettegolezzi e i vari alti e bassi della vita.  Prezzo: 12 euro; Per info e prenotazioni prenotazioni@teatrolumiere.it

Fame di vita – La Fondazione Paolo Grassi – La voce della cultura e il Liceo Niccolò Machiavelli Domenica 9 Aprile ore 17,30 al Teatro Niccolini di Firenze presentano «Fame di vita – The Soul Cages». Ingresso libero con prenotazione obbligatoria online: www.teatrodellapergola.com

Sandali-gioiello, quasi fetish – Il sandalo diventa spettacolo: da venerdì 7 a domenica 9 aprile dalle 10 alle 19 l’Atelier Via Maggio, nell’omonima strada al numero 78r, ospita gli artigiani di Capri per la creazione sul momento di calzature personalizzate, a partire dalla misurazione di pianta e collo del piede, fino alla scelta di colore, pellame, decorazioni gioiello e misura del tacco. Tutto eseguito in vetrina, per la gioia dei feticisti.

Mostre – A Palazzo Strozzi dal 10 marzo al 23 luglio 2017 c’è «Bill Viola. Rinascimento elettronico». Una mostra che celebra il maestro statunitense della videoarte contemporanea in dialogo con i capolavori del Rinascimento. Una selezione di 26 opere, dalle prime sperimentazioni degli anni Settanta fino alle grandi installazioni successive al Duemila. Tutti i giorni inclusi i festivi 10-20. Giovedì: 10-23

Dal 9 di marzo fino al 4 giugno 2017, grazie alla mostra «Plautilla Nelli. Arte e devozione in convento sulle orme di Savonarola» nella Galleria delle Statue e delle Pitture, presso gli Uffizi, viene presentata la pubblico la figura e la carriera di Plautilla Nelli (Firenze 1524 -1588). Entrò all’età di quattordici anni nel convento domenicano di Santa Caterina in Cafaggio, a Firenze, in Piazza San Marco. Una monaca autodidatta che riuscì a imporre un suo stile e dar vita tra le mura del convento domenicano un piccolo, ma attivo laboratorio artistico e artigiano. Una bottega artistica a tutti gli effetti testimoniata dal ritrovamento di una produzione seriale di opere religiose. Opere la cui vendita fu fondamentale per la vita del Convento di Santa Caterina. Appartiene a Plautilla Nelli la realizzazione de «L’Ultima cena» (attualmente in restauro), l’unica opera conosciuta al mondo che affronti questo tema pittorico e che sia stata dipinta da una artista donna in epoca non moderna. Orario: da martedì alla domenica ore 8.15 – 18.50. Info e prenotazioni: Firenzemusei 055 294883

Una straordinaria selezione di pietre lavorate appartenute alla famiglia Medici, affiancata da un’esposizione di minerali naturali di rara bellezza provenienti dall’Italia e da tutto il mondo, è in mostra al Museo di Storia naturale dell’Università di Firenze, meglio noto come La Specola (via Romana, 17 Firenze – 1° piano). La mostra si intitola «Mineraliter. Pietre mirabili tra Medici e Natura» e resterà aperta fino al 31 dicembre. Il percorso ha inizio dalle origini del collezionismo rinascimentale per giungere  a mostrare la ricchezza scientifica ed estetica delle attuali collezioni mineralogiche del Museo. È esposta una selezione della collezione di pietre lavorate (coppe, vasi, oggetti ornamentali), per la maggior parte proveniente dal cosiddetto Tesoro dei Medici. La passione per l’arte dell’incisione di gemme e pietre dure, infatti, caratterizzò sempre la celebre dinastia, a cui si deve – per iniziativa di Ferdinando I – la fondazione dell’Opificio delle Pietre Dure nel 1588. Nell’esposizione alla Specola, fra gli altri preziosi oggetti, due coppe in diaspro e una coppa in giada nefrite appartenute a Lorenzo il Magnifico, come riporta l’incisione Laurmed. Ma anche la tazza in lapislazzuli a forma di conchiglia, citata dal Vasari, acquistata da Cosimo I nel 1563 dal celebre lapicida milanese Gasparo Miseroni o lo straordinario vaso a navicella in quarzo ialino, scavato e lavorato da un unico blocco, di manifattura fiorentina della fine del XVI secolo. Alcuni oggetti risalgono invece all’epoca lorenese, come la tabacchiera in malachite, montata in  oro, di manifattura spagnola, probabile dono per le nozze di Pietro Leopoldo di Lorena con Maria Luisa di Borbone. Orario: fino al 31 maggio da mart a dom. 9.30-16.30. Dal 1° giugno 10.30-17.30. € 6/3. Il biglietto comprende anche la visita alla Collezione Zoologica al 2° piano. Info e visite guidate: 055 2756444.

Al Museo Horne (via dei Benci 6) mostra con una selezione di disegni di Giambattista Tiepolo, pittore tra i più noti e affermati del Settecento, provvisoriamente smontati dall’Album Horne durante l’intervento di restauro del volume. Lunedì-domenica ore 10-14, chiuso mercoledì; ingresso 7 / 5 euro. Fino al 18 aprile.

Visite guidate alla scoperta della magnifica collezione di glicini in fiore del giardino di Villa Bardini a Firenze.  Le organizza la Fondazione Bardini Peyron della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, che gestisce il complesso, per domenica 9 aprile 2017 alle ore 15 e alle ore 16.30 con ingresso da via dei Bardi 1 rosso. Sono guidate dall’architetto e paesaggista Claudia Mezzapesa e il costo della visita, della durata di un’ora, è di 7 euro a persona comprensiva della visita gratuita a tutto il giardino. Prenotazione obbligatoria a questo link www.beemyguide.com; per informazioni tel. 055 20066206.

Al Centro Pecci si Prato si è inaugurata la mostra «Dalla caverna alla luna».

LASTRA A SIGNA (FI)

Sabato 8 (dalle 10) e domenica 9 aprile a Villa Caruso Bellosguardo (Lastra a Signa) ottava edizione  di Botanica, manifestazione dedicata al mondo verde che coniuga temi artistici, scientifici e di conoscenza e salvaguardia del patrimonio vegetale con particolare attenzione alle varietà antiche e recuperate. Il parco storico monumentale di Villa Caruso per l’occasione accoglierà espositori e produttori di fiori, arbusti e piante nonché stand gastronomici di cibi di strada, uno stand di cucina vegana con proposte a base di canapa e birrifici artigianali. La manifestazione in questa edizione avrà come tema la biodiversità e si avvale della collaborazione dell’ Istituto Agrario di Firenze, l’associazione delle Donne in Campo, facente parte della Cia – Confederazione Italiana Agricoltori, l’Istituto Agrario di Firenze Nell’arco dei due giorni si potranno visitare il parco della Villa e il Museo Enrico Caruso, una mostra fotografica allestita all’interno della ex-cappella gentilizia e una mostra di incisioni che verrà ospitata all’interno della villa.

CAMPI BISENZIO (FI)

Sabato 8 aprile ore 21.00, al Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio (piazza Dante n.23) va in scena la prima toscana di “100m2”, commedia firmata da Juan Carlos Rubio per la regia di regia di Siddhartha Prestinari, protagonisti Sandra Milo, Giorgia Wurth ed Emiliano Reggenti. Lo spettacolo, che chiude la stagione di prosa del teatro, racconta la storia di tre personaggi le cui vite si intrecciano intorno alla compravendita di un appartamento. I 100m2 del titolo diventano così lo scenario di un incontro sorprendente tra una raggiante Sandra Milo, nei panni della proprietaria Dora, e Giorgia Wurth, che sul palco sarà l’acquirente Sara.  Dora, ottuagenaria esuberante e ottimista nonostante la cardiopatia, decide di vendere la sua casa in nuda proprietà a Sara, una giovane donna rigida e concreta. Nasce così un confronto tra donne che affrontano la vita da punti di vista opposti, dando il via a una divertente e inaspettata relazione, fatta di gag esilaranti e teneri siparietti, in un’alternanza di insospettabili cambi di direzione della trama e degli eventi.  Al termine dello spettacolo, Sandra Milo riceverà un premio alla carriera dalla Fondazione Elisabetta e Mariachiara Casini.  Biglietti: da 10.50 a 22.50 €. Presentandosi in teatro con uno scontrino emesso da un negozio del centro di Campi Bisenzio o da uno degli stand di Campi in Fiera si potrà richiedere un biglietto di platea al prezzo speciale di 16.50€ (promozione in collaborazione con Fare Centro Insieme). Info: www.teatrodante.it

SCANDICCI (FI)

Al Teatro Aurora (Via S. Bartolo in Tuto, 1; ore 21.30; ingresso 15 euro, ridotto 13; info e prenotazioni 366 2844676) sabato 8 aprile Rodolfo Banchelli presenta in prima nazionale la nuova versione di «Ho un sassolino nella scarpa», musical che racconta l’era del grande swing italiano. Sul palco con lui ci saranno i musicisti Andea Di Donna e Carlo Bonamico e i ballerini, cantanti ed e attori che lo hanno spalleggiato negli ultimi lavori: da Cinzia Daloisio (campionessa di danze swing) a Jimmy Rusha a molti altri elementi della Bottega dello Swing; a vivacizzare il tutto concorre la partecipazione di Ivan Periccioli, talento comico in ascesa.

MARCIALLA (FI)

Al Teatro Margherita di Marcialla Sabato 8 aprile alle 21.15 Riccardo Fassi (piano) e Antonello Salis (fisarmonica) presentano «Music from italian movies». Ingresso 12 euro +dp. Interpretazione in chiave jazz da parte di un duo formidabile delle musiche da film di Nino Rota, Ennio Morricone e Manuel De Sica.

PITIGLIANO (GR)

Al Teatro Salvini domenica 9 aprile, ore 17.30 Rosita Celentano, Attilio Fontana e Pino Quartullo si cimentano nella commedia «Qualche volta scappano», scritta da Agnes e Daniel Besse, tradotta, adattata e diretta da Pino Quartullo che l’ha ambientata in Italia rifacendosi ad atmosfere fra Harold Pinter e Woody Allen. Lo spettacolo segna il debutto in teatro di Rosita Celentano, che conduce, con Angelo Vaira, la seguitissima trasmissione radiofonica, Chiedimi se sono felice su Radio24, dedicata ai cani e ai suoi padroni. Nello spettacolo ci sono dei numeri musicali cantati dal vivo; la scenografia è stata curata dallo scenografo Francesco Ghisu, che ha fatto realizzare dall’artista Mauro Di Silvestre una enorme, coloratissima, parete-quadro. I costumi sono di Giovanni Ciacci, personaggio della moda, sempre più popolare grazie alle numerose partecipazioni nelle trasmissioni radiofoniche e televisive. 

PISA

Al Teatro Verdi: sabato 8 aprile (ore 21) e domenica 9 aprile (ore 17) c’è «Franco Stone. Una storia vera», progetto de I Sacchi di Sabbia/I Gatti Mézzi/ Marco Azzurrini/Guido Bartoli con la collaborazione di GIPI,
produzione I Sacchi di Sabbia – Internet Festival. E se Frankenstein fosse stato pisano? Mary Shelley, più volte ospite nella città della torre pendente, avrebbe preso spunto per il suo romanzo, Frankenstein, dalla leggenda di un misterioso scienziato pisano, il dottor Franco Stone, di cui si hanno notizie già alla fine del Settecento.  Lo spettacolo, che si basa su una storia vera documentata dal carteggio appartenente alla famiglia Agostini Venerosi Della Seta, è un recital musicale, scanzonato e informale che svela i dettagli della vita di questo personaggio.

Domenica 9 Aprile Pisa Jazz e Music Pool presentano Fonterossa Day #3. Una Giornata Dedicata All’Etichetta Indipendente Di Silvia Bolognesi. Special Guest: Dee Alexander.  Eventi Pomeridiani a Ingresso Gratuito. Concerti serali dalle 21 al Teatro Sant’Andrea (posto Unico 10/8€ +Dp). Alle 17 Laboratorio di percussioni diretto da Simone Padovani, alle 18 al Teatro Sant’Andrea presentazione CD Bushido con Showcase, alle 19:30 al Sottobosco Libri & Caffè Apertivo in Musica Con Quartetto Estemporaneo (Tony Cattano Trombone, Cristiano Arcelli Sax, Piero Bittolo Bon Sax, Daniele Paoletti Batteria), alle 21 concerto Ju-Ju Sounds Feat. Dee Alexander (Achille Succi, Paolo Botti, Silvia Bolognesi, Andrea Melani, Dee Alexander), alle 22 Fonterossa Open Orchestra.

LIVORNO

Domenica 9 alle 16.30 all’Auditorium Pieraccini dell’Ospedale San Donato di Arezzo Concerto di Pasqua con insegnanti ed allievi della Scuola di Musica Le 7 Note. Ingresso libero.

LUCCA

Ultimo fine settimana per il Lucca Film Festival. Sabato 8 Oliver Stone incontrerà il pubblico al Teatro del Giglio (piazza del Giglio, Lucca) alle 10,30. Willem Dafoe (nella foto) alle 17 al cinema Astra (piazza del Giglio, Lucca), introdurrà l’anteprima internazionale del film “Padre” della regista Giada Colagrande, che sarà al suo fianco sul palco. Il regista Sergio Castellitto sarà al Teatro del Giglio alle 18 per una conversazione dal titolo Piano d’ascolto: cinema e terapia. Alle 21 al cinema Astra Dafoe riceverà il premio alla carriera e presenterà il film Antichrist di Lars Von Trier (2009) che lo vede protagonista. Al Cinema Centrale (via di Poggio Seconda, 36) le proiezioni iniziano alle 15 con Snowden (Oliver Stone, 2016). A seguire i film in concorso: Ana Mon Amour (Colin Peter Netzer, 2017) e Rifle (David Pretto, 2016) entrambi in concorso nella sezione lungometraggi. Fra gli eventi collaterali da segnalare, alle 16,30 alla sala dell’Affresco (via San Micheletto, 3) la presentazione del volume Bloodywood: Vampiri Vintage della serie Dampyr in collaborazione con Sergio Bonelli Editore e Lucca Comics & Games. Saranno presenti Giorgio Giusfredi e Michele Croprera di Bonelli Editore e Dario Dino Guida di Lucca Comics & Games. Tra gli eventi anche in programma delle proiezioni inizia alle 10 all’auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca (piazza san Martino, 4) con il documentario Le ragazze del 2 giugno introdotto dalla regista e giornalista Nadia Davini. All’auditorium Vincenza da Massa Carrara (via San Micheletto, 3) saranno invece proiettati dalle 15 il film Jubilee (Derek Jarman, 1978) e Talk Radio (Oliver Stone, 1988). Sarà il regista francese Olivier Assayas a chiudere l’edizione 2017 del Lucca Film Festival e Europa Cinema, domenica 9 aprile, al cinema Centrale di Lucca con la proiezione del suo ultimo film Personal Shopper (ore 21).  Ingresso: 7 euro evento singolo; 5 euro ridotto evento singolo; 35 euro abbonamento completo; 30 euro abbonamento ridotto; 12 euro giornaliero; 10 euro giornaliero ridotto. Info www.luccafilmfestival.it

ISOLA D’ELBA

Da alcuni anni a questa parte il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano organizza il Festival del camminare, un mese di escursioni trekking ed eventi legati al camminare lento, alla natura e alla scoperta dei saperi antichi. Ogni giorno sono organizzate escursioni guidate completamente gratuite che vanno alla scoperta dei sentieri e delle mulattiere dell’Isola d’Elba e delle particolarità delle diverse isole dell’arcipelago, particolarmente rigogliose di profumi e colori in questo periodo dell’anno. Inaugurazione sabato 8 aprile. Info sul sito del Festival

Tag:, , , , , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.