Aveva tentato anche d'investire un agente

Pisa: agli arresti domiciliari l’automobilista fuggito all’alt della polizia sul lungarno mediceo

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

PISA – E’ finito agli arresti domiciliari, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare, il conducente dell’auto che il 26 marzo scorso a Pisa, dopo essere fuggito all’alt intimato dagli agenti sul lungarno Mediceo, finì poi contro un muro travolgendo anche due passanti, un italiano e un peruviano, che riportarono ferite guaribili in 35 e 40 giorni. La misura degli arresti, eseguita dalla polstrada, è stata disposta per il pericolo che l’uomo, un marocchino residente a Santa Croce sull’Arno, possa commettere altri reati.
Da quanto spiegato dalla polizia, lo straniero, alla guida di una Bmw, la sera dell’incidente aveva seminato il panico sul lungarno. Intercettato dai poliziotti, non si sarebbe fermato all’alt, tentando anche “di investire un agente”. Durante la fuga poi, affrontando una curva, perse il controllo dell’auto, cappottandosi e finendo contro un muro travolgendo i due passanti. Subito denunciato per le lesioni provocate, sarebbe anche risultato positivo agli esami tossicologici.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.